MENU

2 aprile 2013

Ambiente e Territorio · Cult · Mountain Park · Riserve · Tradizioni · Alpi del Sud · Ambiente e Territorio · Annibale Salsa · Antonio De Rossi · arco alpino · Conoscere e valorizzare il territorio Marittime Mercantour - Ricerche e interventi · Convegni · cultura immateriale · cultura materiale · Cuneo · Diffondere la conoscenza · Enrico Borghi · experience · forum · Forum Cultura Marittime Mercantour · idee · Mario Cordero · parchi · Parco Alpi Marittime · Parco Mercantour · Pensare e vivere la montagna - Realtà · Piemonte · progetti · Raccontare il patrimonio · Studiare il patrimonio · UNCEM · Ambiente e Territorio · Cultura · Riserve

FORUM CULTURA MARITTIME MERCANTOUR Cuneo, 11-12 aprile 2013

Negli anni Sessanta era pensata come wilderness, vent’anni dopo si affermano i concetti di biodiversità ed ecosistema, ma a partire dagli anni Novanta per giungere ai giorni nostri la percezione della natura si è sempre più caratterizzata secondo un approccio che tende a integrare natura e cultura. È quanto emerge da una ricerca dell’IUCN, l’Unione Mondiale per la Conservazione della Natura, che la professoressa Attilia Peano del Politecnico di Torino ha illustrato in un recente convegno sul futuro dei parchi piemontesi.

Si tratta di un’evoluzione che i Parchi delle Alpi Marittime e del Mercantour hanno ben presente, tanto da aver incentrato sul tema de “La diversità naturale e culturale al centro dello sviluppo sostenibile e integrato” il Piano Integrato Transfrontaliero sviluppato congiuntamente negli ultimi tre anni insieme a numerosi partner tra cui, in riferimento alla sfera più strettamente culturale, il Museo Civico di Cuneo.

Di ricerche e interventi effettuati nell’ambito dell’asse Cultura del PIT, ma anche e soprattutto di montagna pensata e vissuta, si parlerà nell’incontro organizzato dai due parchi gemelli a Cuneo giovedì 11 e venerdì 12 aprile.

Un forum cui parteciperanno i protagonisti dello studio e della ricerca sui due versanti delle Alpi del Sud di quello che efficacemente i francesi chiamano “Patrimoine”, la cultura intesa in senso ampio, comprensiva dei caratteri identitari del territorio. I temi principali dell’incontro, infatti, saranno da un lato la scoperta, la diffusione e la valorizzazione della cultura materiale e immateriale delle Alpi del Sud, dall’altro la necessità di fare uno sforzo collettivo per immaginare e progettare il futuro di questo tratto di arco alpino.

Nella giornata di giovedì 11 aprile, dal titolo “Conoscere e valorizzare il territorio Marittime Mercantour – Ricerche e interventi”, dalle ore 9, gli enti, istituzioni e associazioni coinvolti nel PIT avranno modo di esporre al pubblico le ricerche e gli interventi realizzati nel corso del progetto, attraverso relazioni, poster e filmati. I contributi, necessariamente sintetici per permettere a ogni partner fornire il suo apporto, sono suddivisi in tre sessioni tematiche: “Studiare il patrimonio”, “Diffondere la conoscenza” e “Raccontare il patrimonio”.

Ma il forum di Cuneo non rappresenta solo il momento di chiusura dell’Asse 3 Cultura del PIT, vuole essere anche l’occasione per trasformare il lavoro svolto in proposte concrete, in azioni “sul” territorio e “per” il territorio Marittime Mercantour.

Venerdì 12 aprile ci si confronterà quindi insieme sul tema “Pensare e vivere la montagna – Realtà, idee, progetti”. Questa seconda giornata, che aprirà i lavori alle ore 9, si articola in due sessioni – una al mattino dedicata ai processi in corso nelle Alpi del Sud e la seconda pomeridiana, dedicata alle esperienze imprenditoriali e di gestione delle Terre alte – che mettono a fuoco alcuni temi di attualità per le Alpi: identità e prospettive demografiche, paesaggio naturale e paesaggio costruito, imprenditoria e turismo sostenibile in montagna, prospettive di governo e proposte di gestione del territorio alpino. Come la montagna viene concepita e percepita e, soprattutto, quali sono le aspettative che è capace di suscitare: questo il filo conduttore dei diversi interventi.

A moderare e condurre i lavori Mario Cordero, ex dirigente dei servizi culturali del Comune di Cuneo e grande conoscitore delle vallate alpine occitane. Fra i relatori, profondi conoscitori della montagna a 360° come Annibale Salsa antropologo e past president del CAI, Antonio De Rossi del Politecnico di Torino, Enrico Borghi, presidente nazionale dell’UNCEM, insieme a ricercatori italiani e francesi, imprenditori ed esponenti del mondo associativo.

L’intento degli organizzatori è di non fermarsi alla teoria: a ogni relatore è richiesto di proporre un’idea per la montagna – uno spunto di riflessione, un progetto già in corso o ancora da realizzare, un esempio pratico che possa trasformarsi in un indirizzo concreto per azioni e iniziative future. Perché il forum non sia soltanto un momento di divulgazione del sapere, ma anche un cantiere dove la conoscenza è capace di mettersi al servizio del cambiamento.

L’iniziativa è aperta al pubblico

Programma completo

Info: www.parcoalpimarittime.it

Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,