MENU

4 settembre 2008

Eventi · La Sportiva · Materiali e Tecniche · Mountain Partner

LA SPORTIVA: MOUNTAIN RUNNING TEAM IN NORVEGIA Lorenzo Delladio ci racconta come è andata

Norvegia - Mountain Running La SportivaLorenzo Delladio, amministratore delegato del gruppo La Sportiva, ha recentemente preso parte ad una gara skyrace in Norvegia.

Nelle righe seguenti, in prima persona, descrive l’esperienza vissuta ed il grande contributo ricevuto dalle cazature La Sportiva.

“Il viaggio verso Turtago in Norvegia, dove si svolgerà la skyrace, inizia da Ziano di Fiemme, venerdì 8 agosto alle ore 14.00.

Prima tappa: aeroporto di Bergamo, direzione Oslo. Arriviamo nella capitale norvegese alle ore 20.30, macchina a noleggio e via in un viaggio notturno incredibile sotto le intemperie verso il nord del Paese. Dopo 7 ore di viaggio, finalmente arriviamo a Turtago (paesino al 13° posto nella classifica mondiale dei luoghi abitati più remoti della terra!).
Sono ormai già le 04.30 del mattino di sabato 9 agosto; il letto ci attende per 4 ore e poi sveglia, colazione e riscaldamento.
Alla mattina la temperatura è di 8 gradi.
Norvegia - Mountain Running La Sportiva

08.30, siamo tutti pronti per recarci alla partenza della gara ma, parlando con alcuni atleti del posto ci rendiamo conto ben presto che le nostre CROSSLITE con suola maxi artigliata, sarebbero state perfette solamente per i primi tre km di gara fino a quando il terreno argilloso sarebbe mutato in grossi massi instabili e scivolosi. All’apprendere questa notizia, corriamo subito in camera e calziamo le nuovissime SKYLITE che montano una suola con un battistrada più basso e mescola più aderente, maggiormente adatto a questo tipo di terreni (si tratta di prototipi non ancora in commercio).

La partenza è prevista per le 9.00: i concorrenti iscritti, di tutte le età, sono 200 e tutti molto motivati. A tre minuti dallo start inizia a grandinare in modo violento e la temperatura scende ancora.

Norvegia - Mountain Running La SportivaPartenza: per reagire al freddo iniziamo tutti con un ritmo molto alto, forse troppo, ed infatti dopo il primo chilometro molti rallentano permettendo ai migliori di passare agilmente al comando della corsa. Il terreno è fangoso ma le nostre calzature, nonostante il battistrada leggero, si comportano bene.
I miei compagni di squadra Urban Zemmer e Michele Tavernaro allungano subito il passo e mi lasciano inevitabilmente indietro, non possono mollare i primi!
Il gruppo si allunga ed il ritmo aumenta, io invece rallento seguendo le indicazioni del mio cardio-frequenzimetro. Dopo due km inizia la salita: il gruppo di testa ormai non si vede più; la grandine ha smesso di scendere ma la pioggia è inces
Michele Tavernaro - La Sportivasante. La cima della montagna è ancora nascosta nella nebbia.
Il terreno inizia a diventare sassoso, la fatica si fa sentire, il freddo aumenta. A tre km dalla cima inizia anche a nevicare ed i grossi massi sui quali bisogna muoversi diventano scivolosi, ma le SKYLITE si comportano benissimo e mi aiutano a superare indenne i tratti più insidiosi.

Nella fitta nebbia finalmente scorgo il cartello che segnala l’ultimo km e riacquisto coraggio!
In lontananza scorgo lo striscione di arrivo che resiste a fatica alle raffiche del vento e un gruppo di persone dell’organizzazione incita i concorrenti.

Taglio il traguardo e dal piccolo rifugio situato nelle vicinanze escono Urban e Michele già cambiati e rifocillati, mi abbracciano e mi aggiornano sulla loro gara: Urban terzo assoluto, Michele 7 assoluto. Grandi prestazioni!
Mi congratulo con loro, entriamo nel rifugio e mi cambio, finalmente un tea caldo e una barretta energetica. Attendiamo gli ultimi concorrenti e poi ci incamminiamo sulla via del ritorno, facendo attenzione al terreno che nel frattempo era stato ricoperto da un velo di ne
ve molto insidioso.

Norvegia - Mountain Running La SportivaArrivati in albergo prendiamo parte alla cerimonia di premiazione organizzata da Ole (importatore La Sportiva in Norvegia), in seguito grande festa con i vincitori: 1) Jon Tuedt, pluricampione norvegese della specialità, 2) Rickey Gates, giovane americano molto forte, 3)Urban Zemmer, artigiano di Bolzano, Mountain Running Team La Sportiva, 7) Michele Tavernaro, finanziere di Primiero, Mountain Running Team La Sportiva.

Il tempo di festeggiare però non è poi molto: la mattina successiva di nuovo partenza da Turtago per Oslo e dopo ben 20 ore di viaggio arrivo nuovamente a Ziano in Val di Fiemme.Norvegia - Mountain Running La Sportiva

Lunedì mattina, non essendo dei professionisti delle corse, tutti al proprio posto di lavoro: Urban su un cantiere di Castelrotto, Michele alla caserma di Passo Rolle, Lorenzo in ufficio a Ziano di Fiemme. Tutti felici però della grande prestazione dei due atleti LA SPORTIVA e di aver potuto testare subito le nuovissime SKYLITE, presenti nei negozi a partire da novembre 2008“.

Lorenzo Delladio

Segui tutte le news sul sito aziendale de La Sportiva: www.lasportiva.com