MENU

7 settembre 2015

Climbing · action · Arco · arrampicata sportiva · Campionati Mondiali Giovanili di Arrampicata · Climbing · Elisabetta Dalla Brida · Elma Fleuret · Georgy Artamonov · Kostiantyn Pavlenko · Leonardo Sandrin · Patrycja Chudziak · Petr Zemliakov · Rockmaster Festival · Speed · U16 · Climbing · Vertical

MONDIALI GIOVANILI DI ARRAMPICATA. Elisabetta Dalla Brida è campionessa Speed U16

Campionati Mondiali Giovanili di Arrampicata Sportiva. Elisabetta Dalla Brida, campionessa U16 Speed 2015. Foto: IFSC/Eddie Fowke

Campionati Mondiali Giovanili di Arrampicata Sportiva. Elisabetta Dalla Brida, campionessa U16 Speed 2015. Foto: IFSC/Eddie Fowke

MONDIALI GIOVANILI DI ARRAMPICATA. E’ ORO PER L’AZZURRA ELISABETTA DALLA BRIDA NELLA FINALE SPEED U16.  TERZO POSTO ANCHE PER LEONARDO SANDRIN

Venerdì 4 settembre, presso il Climbing Stadium di Arco (TN), si è svolta la prova Speed dei Campionati Mondiali Giovanili di Arrampicata Sportiva con la quale si sono decretati i nuovi campioni del mondo juniores di questa disciplina. Hanno gareggiato, nell’ordine, Youth B, Youth A e Junior, sia maschili sia femminili (sei categorie in totale). Dei 232 atleti che si sono presentati alle qualificazioni, sono stati solo sedici per categoria quelli che hanno avuto accesso alla finale. 13 gli atleti italiani che hanno saputo portare in alto il tricolore, fino alla parte conclusiva della gara.

Nello Speed a contare è solamente la velocità: i climber gareggiano due alla volta, su percorsi identici e ad eliminazione diretta. L’emozionante sfida è iniziata alle 9:00, ora a partire dalla quale tutti gli atleti in gara hanno letteralmente corso contro il tempo lungo i 15 metri della parete omologata dalla IFSC per le prove di velocità, con lo scopo di guadagnarsi un posto agli ottavi di finale, che si sono svolti a partire dalle 16:00.

Risultati Qualifiche Speed

Gli italiani che sono entrati nella cerchia dei più veloci sono stati Giulia Fossali, Giorgia Randi, Silvia Porta, Gian Luca Zodda e Paolo Martignene (Youth A); Elisabetta Dalla Brida, Leonardo Sandrin, Gabriele Randi, David Piccolruaz, Cristian Dorigatti (Youth B); Alessandro Santoni, Ludovico Fossali, Alessio Voghera (Junior).
Durante le qualifiche, il più veloce nella sua categoria è stato Leonardo Sandrin, che ha fermato il cronometro a 7’93”, marcato stretto però dai connazionali e avversari Randi (8’08”) e Dorigatti (8’11”). Sempre per categoria Under 16 entra nella lista dei finalisti Elisabetta Dalla Brida (11’4”). Notevole il risultato dell’U18 Gian Luca Zodda, al terzo posto con 6’9”. Grandi speranze anche per Alessandro Santoni (categoria Yunior), che entra in finale con il secondo tempo di categoria (6’64”).

Finali Speed Youth B

Le finali si susseguono a ritmo serrato. Super prestazione per una superba Elisabetta Dalla Brida (U16), che annienta le avversarie, un turno dopo l’altro. Con tenacia e determinazione l’azzurra si posiziona sul primo gradino del podio fermando il cronometro a 10’66”. Alle sue spalle due russe: Karina Gareeva e Elena Krasovskaia (11’27”).

Nella classe maschile, la sfida per il terzo e quarto posto è tra compagni di squadra: Sandrin Leonardo raggiunge il top prima del connazionale Gabriele Randi, in 10’37”. Al secondo posto troviamo il russo Timur Yamaliev (7’39”) e, vincitore assoluto, Petr Zemliakov (RUS), con un rispettabile 7’13”.

Finali Speed Youth A

Nessuna italiana, purtroppo, per la categoria Youth A che vede le due russe Inanova Elizaveta (9’28”) e Ekaterina Barashchuc (11’78”) rispettivamente terza e seconda, e al primo posto la francese Elma Fleuret (9’18”). Sempre nella categoria Youth A, ma nel maschile, Gian Luca Zodda scivola durante la battaglia per il bronzo, posizionandosi appena sotto il podio. Ad avere la meglio e ad arrivare terzo è, pertanto, il russo Lev Rudatskiy (6’70”). Argento per l’iraniano Mehdi Alpourshena (6’70”) e oro per Kostiantyn Pavlenko (UKR), che chiude la via in 6’67”.

Finali Speed Categoria Junior

Nella categoria Junior salgono sul podio: Elena Markusheva (RUS – 9’10”), Yana Lugovenko (UKR – 8’90”) e Patrycja Chudziak (RUS – 8’75”), rispettivamente bronzo, argento e oro. Si conclude con gli uomini della categoria Junior. Un po’ di sfortuna per Alessandro Santoni, che non centra il bronzo per un soffio, lasciandolo nelle mani del russo Maksim Diachkov (6’90”). Secondo posto per l’americano John Brosler (7’98”) e oro per il russo Georgy Artamonov (7’43”).

Ulteriori info

Tags: , , , , , , , , , , , , , ,