MENU

26 febbraio 2016

Senza categoria · Alpinismo e Spedizioni · Vertical · Resto del Mondo

NANGA PARBAT 2016… E’ già polemica sulla salita

Oggi, dopo più di 80 giorni sulla nona montagna più alta del mondo, Simone Moro insieme allo spagnolo Alex Txikon e al pakistano Ali Sadpara, ha raggiunto la vetta del Nanga Parbat attraverso la via Kinshofer. L’impresa, compiuta in invernale, rappresenta un nuovo, incredibile capitolo nella storia dell’alpinismo ed è la quarta vetta in invernale di un 8.000 conquistata da Simone Moro dopo lo Shisha Pangma (8027m), il Makalu (8463m) e il Gasherbrum II (8035m).
Moro, Txikon, Sadpara e la loro compagna di spedizione Tamara Lunger (fermatasi poco sotto la cima), stanno bene e sono appena giunti al Campo 4, dove trascorreranno la notte.
Txikon ha commentato sulla sua pagina facebook la contentezza e soddisfazione per l’impresa, dichiarando che oggi è stata una giornata “molto dura e lunga” e spiegando che il trapezio sommitale si è rivelato più ripido e ghiacciato del previsto.
Intanto, per un errore di posizionamento del gps, è già polemica sulla salita, contestata da Pakistan Explorer su Facebook .
Spiega Alessandro Filippini sul blog de La Gazzetta dello Sport:

La polemica è basata su un montaggio fotografico che ricostruisce pari pari e più elegantemente il disguido che abbiamo già spiegato in precedenza e che è dovuto all’errato posizionamento del simbolino della vetta nella mappa utilizzata dal gps con cui abbiamo potuto seguire la salita di Alex Txicon e compagni. Il simbolino della vetta era spostato esattamente di 100 metri a Sud degli effettivi 8126 metri del Nanga Parbat e per questo avevamo pensato che gli alpinisti fossero giunti in cresta più a Nord del loro obiettivo. Il sito Pakistan Explorer in questa foto ha messo il suo segnalino sulla vera vetta e poi ha messo a 100 metri lineari di distanza il segnalino che indicherebbe la posizione realmente raggiunta dagli alpinisti sulla cresta. Basta effettuare la correzione che abbiamo indicato e risulterà che Txicon, Ali e Moro erano proprio a quota 8126.

Fonte: simonemoro.gazzetta.it

Fonte: simonemoro.gazzetta.it

Segnaliamo che il racconto completo dell’impresa compiuta da Simone Moro sarà disponibile da marzo sul sito www.thenorthfacejournal.com.

Simonetta Quirtano