MENU

22 aprile 2014

Ice climbing · in evidenza · Lowa · action · cascate di ghiaccio · Crazy Maze · Eagles Paradise. · Finnmonster · Ines Papert · Rudi Hauser · Senja · Thomas Senf · Ice Climbing · Vertical

TRE NUOVE VIE IN NORVEGIA per Papert, Hauser e Senf

TRE NUOVE VIE IN NORVEGIA APERTE DA INES PAPERT, RUDI HAUSER E THOMAS SENF

Ines Papert apre Finnmonster - Isola di Senja in Norvegia - foto: visualimpact.ch

Ines Papert apre Finnmonster – Isola di Senja in Norvegia – foto: visualimpact.ch

A febbraio 2014 la climber tedesca Ines Papert, l’austriaco Rudi Hauser e il fotografo svizzero Thomas Senf hanno aperto tre nuove vie in Norvegia: “Finnmonster” (A2 +, WI6 400m) sull’isola di Senja, “Eagles Paradise” (8/IIIV WI5 500m) sulla cima Roalden e “Crazy Maze” (8 + / IX WI4 + 600m) sulla cima Breitinden.

IL PROGETTO

Il progetto prevedeva di tentare una linea diretta su Finnmannen, la montagna che la Papert, ambassador LOWA,  aveva salito l’anno scorso assieme Bent Vidar Eilertsen attraverso la loro difficile via Finnmannen: percorso che, evitando la serie di tetti, sale a destra per poi terminare su una sottile linea di ghiaccio.

“Questa volta abbiamo scoperto una sottile linea di fessure che attraversava tutti i tetti. I quattro tiri ci hanno messo a dura prova e siamo stati costretti ad utilizzare tutti i trucchi che conoscevamo dell’arrampicata artificiale” ha dichiarato la Papert, aggiungendo “purtroppo abbiamo dovuto riconoscere che a causa delle brutte protezioni e la roccia, sorprendentemente marcia, non c’era modo di effettuare la salita in libera. Forse le cose sarebbero andate diversamente se avessimo usato  gli spit, ma siamo stati fedeli alla tradizione del Senja e abbiamo salito la via soltanto con protezioni trad e chiodi.”

I tre hanno inoltre aperto altre due nuove vie: prima hanno puntato all’inviolata parete nord di Roalden, dove hanno salito una linea che ha offerto condizioni sorprendenti simili a quelle tipiche della Scozia: “Eagles Paradise” (8/IIIV WI5 500m). Successivamente, con il poco tempo rimasto, Papert e Senf si sono diretti a Breitinden, con i suoi 1000 metri la montagna più alta dell’isola, per salire una linea sul lato destro, già tentata in precedenza da britannici Twid Turner, Rich Cross e Bent Eilertsen costretti ad abbandonare il loro tentativo circa 100 metri sotto la vetta. La Papert qui ha salito il tiro chiave aprendo la strada per la cima, mentre Senf ha letteralmente scavato nella  neve del camino finale per arrivare in vetta. I 600m di Crazy Maze sono stati gradati 8+/IX WI4+.

Fonte

Approfondimenti e altre immagini: www.ines-papert.de

Tags: , , , , , , , ,