MENU

1 maggio 2013

Cult · in evidenza · Mountain Book · Premi letterari · Claudio Ambrosi · Cult · Enrico Brizzi · experience · Gabriele Capelli Editore · Gian Mario Villalta · Gino Tomasi · La montagna dei folletti · Leonardo Bizzaro · Linda Cottino · Lorenzo Carpanè · Luisa Sforzellini · Mario Casella · Mountain Book · Nero-Bianco-Nero · opere prime · premi · premi letterari di montagna · Premio Itas · Tony Howard · Trento · Versante Sud · Cultura · Premi Letterari

PREMIO ITAS DEL LIBRO DI MONTAGNA 2013 Primo premio a "Nero-Bianco-Nero" di Mario Casella

Sono Nero-Bianco-Nero di Mario Casella (Gabriele Capelli Editore) e La montagna dei folletti di Tony Howard (Edizioni Versante Sud) i vincitori del 41° Premio ITAS del Libro di Montagna, rispettivamente per la sezione classica e per l’opera prima.
A Casella e a Howard va un premio in denaro e il Trofeo Aquila ITAS, quest’anno realizzato dall’artista trentino Paolo Tait.

Insieme a Enrico Brizzi (presidente) hanno composto la giuria: Claudio Ambrosi, Leonardo Bizzaro, Enrico Brizzi, Lorenzo Carpanè, Linda Cottino, Luisa Sforzellini, Gino Tomasi e Gian Mario Villalta.

I libri segnalati sono risultati:
Mangart, di Andrea Gennari Daneri (Pareti e Montagne Edizioni)
Di questo lavoro mi piace tutto, di Marzia Verona (L’artistica Editrice)
Antonia Pozzi. Soltanto in sogno, di Giuseppe Sandrini (ed. Alba Pratalia)
Marmolada, di Alberto Carton e Mauro Varotto (Cierre Edizioni).

Come di consueto, ITAS donerà copia delle opere vincitrici e segnalate alle “piccole biblioteche di montagna” dei Rifugi SAT, Società alpinistica tridentina, presenti in regione.

Questi i  vincitori del premio Montagnav(v)entura, il concorso dedicato ai giovani dai 16 ai 26 anni:

– Blackout di Alice Tomaselli, 24 anni, studentesa universitaria, per la sezione r@cconto. Alice è di Strigno (TN);
– Il messaggio di Quinto di Michael Moore per la sezione fantasy. Michael è di Oppeano, provincia di Verona, compie 20 anni a maggio ed è studente di liceo
– Più veloce del vento di Giorgia Cappelletti per la sezione umorismo. Giorgia è di Trento, ha 26 anni ed è una studentessa universitaria.

Ciascuno dei tre giovani si è aggiudicato 1.000 euro, sotto forma di fondo pensione PensPlan Plurifonds. Un modo, concreto, per aiutare i giovani scrittori a costruire il loro futuro.

Il Premio Salewa per il racconto più votato dal web, tra quelli selezionati dalla giuria, è andato a Non si poteva tardare Rubens, di Federico Uez, 19enne di Trento, che frequenta il Liceo Scientifico Leonardo Da Vinci, che si è aggiudicato una indimenticabile giornata nel cuore delle Dolomiti in compagnia di un Atleta Salewa. «Da oltre ottanta anni Salewa rappresenta passione pura per la montagna, a qualsiasi livello. – dichiara il noto marchio altoatesino che ha affiancato ITAS nell’organizzazione di questa sezione del Premio -. Con ITAS condividiamo gli stessi valori, a maggior ragione rivolgendoci ai giovani, in cui crediamo profondamente e che con la loro creatività e grande entusiasmo rappresentano una continua fonte di ispirazione».

I racconti sono da oggi disponibili in una raccolta formato e-book, scaricabile gratuitamente sul sito web www.premioitas.it.

Alla cerimonia di premiazione dei vincitori del 41° Premio ITAS del Libro di Montagna, è intervenuto il direttore generale di ITAS Ermanno Grassi che, a sorpresa,  ha annunciato alcune importanti novità riguardanti le prossime edizioni del Premio.
Dal prossimo anno il Premio ITAS Montagnav(v)entura aprirà ad un’altra categoria, a quella lanciata quest’anno dedicata ai giovani dai 16 ai 26 anni anni se ne affiancherà una nuova per i ragazzi dagli 11 ai 15 anni.
Inoltre i ragazzi che hanno partecipato al concorso Montagnav(v)entura avranno l’opportunità di fare uno stage presso l’azienda HMC di Bolzano.

Il premio ITAS classico ritornerà nel 2015 ma nel 2014 si apriranno nuove occasioni per i laureandi: Grassi ha svelato che nelle prossime settimane verranno ufficializzate le modalità di partecipazione ad alcune borse di studio appositamente create dal Gruppo ITAS per premiare tesi di laurea dedicate all’analisi su uno dei due titoli vincitori dell’edizione 2013 del Premio ITAS: Nero-Bianco-Nero di Mario Casella e La montagna dei Folletti di Tony Howard.

A conclusione della serata, si è svolta la premiazione dei vincitori del concorso fotografico Rotary&Foto: Montagne, organizzato da Rotary Club Trentino Nord. Centinaia le fotografie arrivate alla giuria tecnica. Le migliori sono protagoniste di una mostra in piazza Fiera, vicino al tendone di Montagnalibri, e sono raccolte in un volume “Imago montium” insieme ai migliori racconti di Montagnav(v)entura 2013.

Appuntamento, pertanto, nel  2014 con il Premio Montagnav(v)entura,  e nel 2015 con il Premio ITAS del Libro di Montagna. A breve saranno pubblicati i nuovi bandi di concorso.

Info: www.premioitas.it

 

Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,