MENU

14 novembre 2019

Alpinismo e Spedizioni · Vertical · Resto del Mondo

Geljen Sherpa, in un’intervista pubblicata da Alex Txikon

Geljen Sherpa in vetta al Nanga Parbat, lo scorso luglio

L’Icefall Doctor ha un sogno: diventare il più giovane a conquistare tutti i 14 Ottomila

Il giovane alpinista nepalese Geljen Sherpa era sul K2 quando Alex Txikon lottava contro il gelo dell’inverno. Si avventurava nella minacciosa cascata di ghiaccio del Khumbu,  tra giganteschi seracchi e infiniti crepacci, per aprire una via sicura prima che i team occidentali osassero mettere piede oltre il campo base e, quest’anno, ha preso parte al “Project Possible”  di Nirmal Purja, per la conquista di tutti i 14 Ottomila in 6 mesi e 6 giorni.

E’ giunta l’ora che l'”Icefall Doctor”  esca dall’ombra e riceva i plausi per le sue straordinarie performance alpinistiche.

In un’intervista pubblicata da Alex Txikon sui suoi canali social, Geljen rivela le difficoltà e le condizioni estreme affrontate da Purja e dalla sua squadra. “Le previsioni davano venti da 70 a 80 km h, eppure abbiamo continuato”, ha riferito. Descrive Purja come “un ragazzo molto forte e anche una brava persona”, con un progetto “in cui nessuno credeva, ma che è riustito a portare a termine”.

Geljen Sherpa (secondo da destra) con Alex Txikon e il suo team durante la spedizione invernale al K2 di quest’anno. Foto: arch. Geljen Sherpa

Geljen Sherpa per cinque anni ha fatto parte degli  Icefall Doctors – il gruppo di Sherpa incaricato di individuare e aprire la via  per l’Everest attraverso la cascata del Khumbu, nella stagione primaverile. Si è unito allo spagnolo Alex Txikon nei suoi due tentativi invernali sull’Everest e, all’inizio di quest’anno, sul K2 invernale.

“Quando l’ho incontrato, era un Icefall Doctor di Seven Summit Treks”, ha riferito Alex Txikon a ExplorersWeb. “È forte, affidabile e, in sostanza, un ragazzo super educato. Dopo quella prima spedizione, ho fortemente raccomandato al CEO di SST, Mingma Sherpa, di assumere Geljen non come Icefall Doctor ma come scalatore d’alta quota, cosa che ha fatto.”
Spiega Txikon: “Lavorare sulla cascata del Khumbu è semplicemente folle… Lì muoiono molte persone e Geljen era così giovane e così bravo a scalare.”

Geljen sta anche coltivando il suo progetto: strappare il record a Mingma (David) Sherpa,  il più giovane a scalare tutte le 14 vette di 8.000 metri. Mingma David aveva 30 anni e 5 mesi quando, il mese scorso, ha raggiunto la vetta dello Shisha Pangma con Nirmal Purja. Geljen Sherpa ha appena compiuto 28 anni, quindi ha ancora a disposizione due anni interi per scalare i cinque Ottomila mancanti alla sua lista: K2, Broad Peak, Lhotse, Kangchenjunga e Cho Oyu. “Vorrei raggiungere tutte le vette mancanti l’anno prossimo”, ha dichiarato Geljen. “In caso contrario, avrò ancora l’anno successivo per tentare.”