MENU

13 settembre 2017

BioPhoto Festival 2017

Appuntamento imperdibile con la fotografia di natura

 

Dal 21 al 24 settembre 2017 a Budoia (Pordenone-Friuli Venezia Giulia) si apre la quarta edizione del BioPhotoFestival, importante festival internazionale di fotografia naturalistica. Per quattro giorni Budoia diventa il centro di un evento che riunisce tutti gli appassionati di fotografia e di natura con mostre fotografiche, proiezioni su grande schermo, corsi di fotografia e “incontri con l’autore” di fama internazionale

L’evento organizzato dall’ Associazione BioArt visual in collaborazione con la Proloco e il Comune di Budoia e la Regione FVG, si aspetta di superare il successo dello scorso anno grazie a un programma ricco di novità.

Come di consueto la manifestazione ha inizio il giovedì sera con la presentazione dell’evento, l’intervento delle autorità e la proiezione delle multivisioni dedicate a Viaggi & Natura a cura dell’Associazione Merlino Multivisione di Trieste. Le multivisioni sono proiezioni fotografiche con immagini sincronizzate con la musica.

La seconda serata di proiezioni, venerdì 22 settembre, è dedicata esclusivamente alla Natura con ospiti di livello internazionali. In particolare i fotografi Erlend e Orsolya Haarberg, norvegese lui e ungherese lei, che ci presentano un lavoro sulla selvaggia Lapponia.

L’ospite d’onore di quest’anno è il fotografo olandese Theo Bosboom, estremamente creativo con una forte attenzione per i dettagli e la composizione. Le sue fotografie sono regolarmente pubblicate su riviste come il National Geographic (edizione olandese), GEO e Outdoor Photography. La sua mostra “Alla ricerca della Wilderness” sarà esposta nella Sala Consigliare del Comune.

Inoltre agli stand esporranno le loro foto autori dall’Olanda, Francia, Norvegia, Slovenia e Italia. Da notare la mostra fotografica del fotografo friulano Willy di Giulian “Colvera, tra silenzi e poesia” e la mostra di solidarietà “Le stagioni di Castelluccio”.

Grandissima novità il mercato fotografico con le migliori marche del settore con la possibilità di testare le attrezzature.

Assolutamente da non perdere le conferenze: Theo Bosboom ci presenta i lati ancora selvaggi dell’Olanda, Keith Wilson foto editor australiano ci propone il suo progetto editoriale. Un libro fotografico pubblicato per la raccolta di fondi per combattere la vendita dell’avorio. Il libro presenta immagini mozzafiato di elefanti africani selvatici. Le immagini sono state donate da 65 tra i più importanti fotografi del mondo. Emanuele Biggi sarà ospite della manifestazione con la conferenza “Nuove storie dal microcosmo”. Una proiezione fotografica narrata che illustra attraverso alcuni dei più recenti spunti e storie di Emanuele come la natura meno conosciuta e spesso temuta possa essere raccontata per promuoverne la conoscenza e la conservazione”

Emanuele Biggi è fotografo e comunicatore scientifico, specializzato nello studio degli animali più insoliti e meno conosciuti, come rane, ragni, insetti e lucertole. Si occupa di conservazione della Natura e collabora abitualmente con riviste di settore, anche internazionali. Ha collaborato a vario titolo con il Festival della Scienza di Genova. In televisione è stato esperto di animali (Rai Tre, Mediaset, DeA Sapere). Attualmente è conduttore da tre anni della trasmissione GEO in diretta su Rai Tre.

Inoltre workshop di fotografia con il fotografo Willy di Giulian, con escursione “Nella Foresta dei Dogi, il Cansiglio”.

All’interno dell’evento la cerimonia di premiazione del quarto concorso fotografico BioPhotoContest che avrà come ospiti oltre ai finalisti della competizione anche il vicepresidente della Regione FVG Sergio Bolzonello e l’Onorevole Giorgio Zanin. Il tema di questa edizione era dedicato alle “Foreste Boreali”. Il concorso si prefigge di far conoscere i grandi Biomi della Terra attraverso le fotografie dei partecipanti.

<<Proporre la conoscenza dei Biomi attraverso la fotografia naturalistica assume il significato di un atto d’amore per la Terra e di un impegno educativo e di coinvolgimento emozionale e culturale delle giovani generazioni verso gli alti obbiettivi morali della conservazione della Bellezza.>> dice Michele Zanetti giurato e autore dei testi dei libri del concorso.

Si potranno ammirare le ottanta immagini finaliste che compongono la mostra e scoprire il vincitore assoluto del concorso.

Grazie alla nuova collaborazione con il Circolo Fotografico Palmarino, circolo tra i più attivi in Italia, sarà tenuto un corso di fotografia in collaborazione con l’istituto di scuola superiore a indirizzo grafico-comunicativo di Brugnera (PN), al fine di insegnare ai ragazzi l’uso creativo della fotografia come strumento di comunicazione e produzione artistica.

I bambini delle scuole elementari saranno, invece, accompagnati dal corpo forestale della Regione FVG nell’escursione didattica “ScopriBosco”, con l’obbiettivo di avvicinarli alla natura.

In collaborazione con l’agenzia di viaggio Livenza Viaggi sono state organizzate escursioni in mountain bike, in canoa, sui Magredi e sulle Dolomiti Friulane, visite guidate a Sacile, Pordenone, Venezia, Cordovado e Valvasone con degustazioni gastronomiche.

A concludere incontro aperto: “Comunità e turismo, un patto per la salvaguardia e valorizzazione del paesaggio”. Intervengono il Sindaco di Budoia Roberto de Marchi, Mariagrazia Santoro, Assessore regionale alle Infrastrutture e Territorio e Presidente della Fondazione Dolomiti Unesco, Marco Tullio Petrangelo, Direttore di PromoTurismo FVG e Gino Martinuzzo, Presidente del GAL Montagna Leader.

INFO: BioPhotoFestival