MENU

4 giugno 2020

Attila Adventure – Come è nato il progetto di un canale YouTube dedicato al trekking ed agli sport outdoor?

Dal momento che in questi ultimi giorni il mio canale YouTube sta crescendo molto, e che anche tramite MountainBlog sempre più persone stanno iniziando a seguire i miei video e le mie avventure, ho deciso in questa uggiosa giornata di raccontarvi brevemente chi sono e qual è lo scopo di questo nuovo progetto.

Il mio nome è Attila Dalla Palma, sono trentino ed ho 28 anni.
Pratico diversi sport quali trekking, survival, sci alpino, alpinismo, arrampicata, ciclismo su strada e corsa in montagna. Insomma, pratico sport di montagna e all’aria aperta più o meno da quando riuscivo a stare in piedi.

Ho l’incredibile fortuna di potermi definire un figlio d’arte: i miei genitori infatti hanno da sempre lavorato nell’ambiente del giornalismo e della fotografia di viaggio e ciò ha fatto sì, in particolare per “colpa” di mio padre, che io scoprissi le mie due più grandi passioni: le automobili e le montagne.
Perché essere trascinato in montagna ogni fine settimana per delle uscite di trekking, spesso complesse e che prevedevano diverse ore di shooting fotografici, oltre all’aver partecipato a moltissime fiere e manifestazioni di settore, ha fatto sì che io acquisissi tutte quelle nozioni che oggi raccolgo e proteggo con grande cura nel mio “zaino delle conoscenze”.

Insomma, tutte queste esperienze mi hanno trasformato inevitabilmente in un appassionato di avventura ed un malato di adrenalina. E col tempo, crescendo, ho pian piano cominciato a staccarmi dalla traccia che i miei genitori avevano battuto davanti a me ed ho cominciato a fare esperienze che fossero mie, più personali e ricercate.

E così ho cominciato a sperimentare.
Ho iniziato a praticare corsa in montagna ed alpinismo; il mio regalo di natale a 18 anni furono un paio di piccozze storiche di mio padre che ancora conservo gelosamente in garage. Sono poi diventato istruttore di sopravvivenza e poi bagnino, lavori che ho praticato per tutti gli ultimi anni del liceo.
Terminati gli studi, invece di farmi il classico viaggio Interrail alla scoperta dell’Europa, me ne sono andato a lavorare per tutta l’estate ed a fine settembre ho riempito uno zaino con le mie cose e mi sono fatto circa 1000 km a piedi in centro Italia, attraverso Toscana, Umbria e Marche, in un mese.
Perchè uno dei miei interessi principali e dei miei “pallini”, è sempre stato, piuttosto che imbarcarmi in viaggi lontani, quello di scoprire ciò che abbiamo dietro casa. Perchè diciamoci la verità…alla fine viviamo in un paese magnifico e ricco di bellezze e posti selvaggi, quindi perchè non approfittarne?

Dopo quest’esperienza ho continuato a lavorare in diversi ambienti, fino ad approdare in un negozio d’abbigliamento tecnico di altissima qualità a Trento dove per più di quattro anni ho fatto lo Store Manager. Quest’esperienza in particolare mi ha aiutato ad approfondire ancora di più il mondo legato all’attrezzatura da montagna e all’abbigliamento tecnico, dandomi la formazione che oggi ho su questo argomento.

E arriviamo quindi a Febbraio 2020, quando ho deciso di aprire un canale YouTube.
Il progetto nasce principalmente con lo scopo di trasmettere e raccontare un po’ di quelle mie conoscenze accumulate durante tutti questi  anni di esperienza nel settore del trekking, della sopravvivenza e del mondo degli sport outdoor, oltre che per portarvi con me nelle mie avventure in montagna.
La corretta informazione e la conoscenza degli argomenti sono, secondo me, alla base di ogni sport e di ogni uscita in montagna. Ed essere correttamente informati, grazie a nozioni aggiornate ed a consigli di “esperti”, è fondamentale per sapere cosa si va a fare e per farlo nel modo corretto, partendo dall’abbigliamento arrivando fino alla pianificazione di trekking di lunga distanza o uscite alpinistiche.

In moltissimi di voi mi hanno scritto, chiedendomi informazioni e pareri, sia tramite i commenti sotto i miei video che tramite messaggi su Instagram, e voglio cogliere l’occasione per ringraziarvi e spronarvi a continuare. Perché ricevere questi messaggi e sentire, sulla pelle e nello stomaco, l’entusiasmo che mi state trasmettendo è ciò che mi invoglia ancor di più a continuare in questo nuovo progetto.

Spero, raccontandovi alcune pillole tecniche ed attraverso le mie avventure, di continuare a regalarvi emozioni.

Attila