MENU

25 maggio 2018

Alpinismo e Spedizioni · Freestyle e Freeride · Ski · Vertical · Resto del Mondo

Cala Cimenti & C. in cima al Laila Peak (6.096 m)

Cala Cimenti. Fonte: facebook

Aggiornamento:
Completata la discesa con gli sci.

“ABBIAMO SCIATO IL LAILA”, non aggiunge altro Cala nel suo ultimo messaggio.

Si legge sul post pubblicato su facebook dal suo team: “Ce l’ha fatta, un sogno che diventa realtà, poco importa se non è la prima linea, stamattina Cala era lassù e l’ha sciato, ed è stato bellissimo. Parliamo quindi di una “prima ripetizione”, del primo italiano a sciarla integralmente, dalla cima.”

In corso la discesa con gli sci

Cala Cimenti ha comunicato poche ore fa, attraverso il suo profilo facebook, di aver raggiunto la cima del Laila Peak (6.096 m). La discesa con gli sci è iniziata un’ora fa.

“La parte alta, quella ripidissima è stata sciata.
Ora sono in mezzo ai seracchi ma tutto bene!”, questo l’ultimo messaggio.

Restiamo in attesa di aggiornamenti.

Partiti l’11 maggio da Skardu, Cala Cimenti, Matthias Koenig, e l’ultimo aggregato Julian Daenzer, sono arrivati al Campo Base (4.173 m) il 14 maggio scorso. Lì hanno trovato ad attenderli i tre francesi (2 donne e 1 uomo) che tre giorni prima avevano sceso la montagna con gli sci, dalla cima.

Laila Peak 2018. Fonte immagine: Cala Cimenti/facebook

Il giorno dopo i tre hanno montato la tenda a 5.160 metri, su un colle che si affaccia sulla parete Nord del Laila e il 16 maggio pubblica quanto segue: “ieri volevamo dormire su un colle a 5100mt dove poi dovremo passare per andare in cima ma abbiamo sbagliato e siamo andati su uno più a sinistra, un posto bellissimo a 5300. Questa mattina faceva brutto, ci siamo alzati alle 7:00, io e Julian col mal di testa. Abbiamo sciato un canale fino a 4800. Lo abbiamo chiamato “Coito Interruptus” perché si fermava lì senza continuare fino alla valle a 4200. Poi a 4800 metri abbiamo fatto il tè e poi deciso di rimettere i ramponi e salire al colle giusto. Qui abbiamo lasciato una tenda e sciato fino al bc. Ora ci riposiamo, domani decidiamo quando partire e se farla in 1 o 2 gg, anche in base alle previsioni. Se nn partiamo ancora dopodomani andiamo a fare un canale qui dietro.”

Nei giorni successivi, il maltempo li ha costretti al campo base, fino alla soleggiata giornata del 21 maggio, che ha visto Cala e Julian salire fino a 5200 metri di quota, su un Colle che si affaccia sulla Nord del Laila, e Matthias  scattar foto della parete da un’altra angolazione.

Il 22 maggio un incidente a Matthias: “Matt è caduto parzialmente in un crepaccio – scrive Cala Cimenti sui social – l’ho tirato fuori per un piede e poi per un braccio. Gli si è aperta una voragine sotto i piedi, il tempo peggiora ulteriormente, direi che per oggi la finiamo qui”.

Dopo la caduta di Matthias, il suo recupero, la neve, il vento, la nebbia in cima, la decisione di tornare indietro al Campo Base. Cala: “… vuoi ridere? Oggi era talmente un summit day che quando siamo arrivati al bc, abbiamo bevuto un caffè e siamo andati tutti abbacchiati nelle nostre tende ma dopo mezz’ora veniamo destati dalle urla di Zahid (il cuoco): il vento ha portato via la tenda mensa con tutto il contenuto.. era tutto sparso per il grande spiazzo del bc e c’era anche roba nel laghetto che abbiamo ripescato con i pali della tendaora abbiamo ricostruito tutto, vediamo se regge! Va be dai abbiamo ancora tempo, è solo che la neve sulla montagna potrebbe rovinarsi…”

Laila Peak 2018. Fonte: Cala Cimenti/facebook

Ieri 24 maggio, nonostante le previsioni instabili e malgrado la finestra di bel tempo non fosse prevista fino al 31 maggio, il gruppo decide di partire. L’intenzione di Cala è andare a dormire a 5300mt dove hanno piazzato una tenda e il giorno dopo o nella notte decidere se tentare o meno la cima.  Alle 15,38 (ora italiana) Cala posta su facebook il seguente messaggio: “Abbiamo già sistemato la tenda e battuto un pezzo di traverso per domani. Stiamo bene e siamo abbastanza ottimisti, ora mangiamo. Abbiamo piazzato la tenda in una piazzola preparata da Txicon durante la sua spedizione invernale, che onore.. Questa notte sveglia alle 3:00 e partenza alle 4:00.”

Due ore fa, arriva un sms: Cala Cimenti e compagni sono in cima al Laila Peak!