MENU

25 maggio 2018

Alpinismo e Spedizioni · Vertical · Ambiente e Territorio · Resto del Mondo

I campi alti dell’Everest coperti di montagne di rifiuti. Le foto del degrado

Everest, primavera 2018. Foto: David Liaño

Ecco come gli alpinisti hanno lasciato l’Everest alla fine di questa stagione: coperto di mucchi di escrementi e rifiuti

Sfruttando l’incapacità del governo di controllare la situazione nei punti più alti della montagna, gli alpinistii che in questa stagione hanno scalato l’Everest, hanno abbandonato nei campi alti della montagna, quantità enormi di rifiuti.

Lo documenta con delle foto, l’alpinista messicano David Liaño Gonzalez, rientrato ieri dalla cima dell’Everest. Gonzalez,  che ha al suo attivo una doppia salita sul Monte Everest dal versante nepalese e da quello tibetano, ha riferito a THT: “Ci sono rifiuti ovunque, dal Campo II al Campo IV”.

Gonzales, scrive sul suo profilo facebook, poche ore fa: “Dopo aver visto la quantità di spazzatura sull’Everest quest’anno, non potevo rimanere in silenzio… Quello che sta succedendo all’Everest è vergognoso … ogni alpinista contribuisce al problema.”

Gli alpinisti sull’Everest in questa stagione, hanno abbandonato anche le bombole di ossigeno, le tende, le scale, le lattine e altri involucri nei campi più alti. Aggiunge Gonzalez: “Le spedizioni hanno lasciato la spazzatura dal Campo II al Colle Sud dopo aver rimosso i loghi aziendali dalle tende”.

Everest, primavera 2018, sopra C2, Foto: David Liaño

“Gli ufficiali di collegamento non sono riusciti a presentarsi al campo base per controllare le attività degli alpinisti”, ha riferito, aggiungendo che i LO, gli alpinisti e le agenzie operative delle spedizioni sono responsabili dell’accumulo di rifiuti sulla montagna. Altri alpinisti hanno confermato le dichiarazioni di Gonzalez.

“I rifiuti organici che contaminano i ghiacciai, sono un grosso problema”, ha affermato la famosa guida alpinistica Ang Tshering Lama al rientro dalla vetta dell’Everest. Secondo quanto ha dichiarato, era difficile trovare spazio per piantare le tende dal Campo II al Colle Sud,  mucchi e buste piene di escrementi erano sparse ovunque, sulla montagna più alta del mondo.

Everest, primavera 2018. sopra C2, Foto: David Liaño

Ang Dorjee Sherpa, presidente del Sagarmatha Pollution Control Committee ha affermato: “E’ un grosso problema gestire la spazzatura al di sopra del Campo II”,  aggiungendo che la spazzatura aumenta rapidamente ogni stagione. Secondo quanto da lui riferito, scalatori e trekker insieme ai loro portatori, cuochi e personale di supporto, producono circa 5.500 kg di rifiuti/ anno al campo base.

Il governo non riesce a far rispettare la normativa del 2014, che prevede che ogni membro della spedizione debba riportare indietro da Everest, Lhotse e Nuptse almeno otto chili di spazzatura ciascuno; purtroppo molte spedizioni commerciali finiscono per abbandonarla ovunque, ha ammesso Dinesh Bhattarai, direttore del Dipartimento del Turismo.

Everest, primavera 2018, sopra C2, Foto: David Liaño

“Tutte le parti interessate devono collaborare per mantenere le montagne pulite, il governo da solo non può fare nulla nella regione dell’Everest”, ha aggiunto.

Decondo il dipartimento del turismo, quasi 500 alpinisti hanno scalato l’Everest in questa stagione, mentre oltre 1.000 persone, tra cui guide alpine, portatori e personale di cucina, hanno trascorso oltre due mesi nella regione dell’Everest sopra il campo base.

Everest, primavera 2018. Foto: David Liaño, sopra C2