MENU

20 maggio 2019

Boulder · Climbing · Vertical · Europa

Coppa del Mondo Boulder 2019. Janja Garnbret e Jakob Schubert vincono a Monaco

Janja Garnbert, Monaco 2019. Foto: Rene Oberkirch/IFSC

La slovena domina la gara femminile e si assicura il titolo. L’austriaco vince nella categoria maschile davanti ad Adam Ondra, che guida la classifica generale

Janja Garnbret si era fissata un obiettivo quest’anno:  migliorare i suoi risultati nel boulder per arrivare favorita  ai Giochi Olimpici di Tokyo il prossimo anno. L’atleta slovena ha vinto la Coppa del Mondo Lead per tre anni consecutivi e l’anno scorso ha vinto il Campionato del Mondo Boulder.

Ieri a Monaco dopo cinque tappe di Coppa del Mondo Boulder 2019,  Garnbret ha chiuso con un’altra vittoria, assicurandosi  il titolo 2019 ancor prima dell’ultima prova che si terrà a Vail (Stati Uniti) i prossimi 7 e 8 giugno.

Janja Garnbret, che ha vinto per tre anni consecutivi a Monaco, come al solito è stata la migliore, dall’inizio alla fine, anche se in questa occasione  mancava gran parte della squadra giapponese, Akiyo Noguchi, Miho Nonaka, Futaba Ito, la svizzera Petra Klingler e la britannica Shauna Coxsey. Janja in semifinale, ha risolto i quattro problemi, mentre la sua diretta inseguitrice, l’ucraina Ievgeniia Kazbekova, ha raggiunto un solo top e le altre 18 semifinaliste, nessuno.

Nel finale, le cose sono andate diversamente e Janja Garnbret,  raggiunta dalla francese Fanny Gibert, ha dovuto spingere al massimo per risolvere i quattro blocchi. Solo il numero di tentativi ha deciso la vittoria a favore della slovena. Il podio è stato completato dalla sua connazionale Mia Krampl.

Anche la prova maschile è stata offuscata dall’assenza dei migliori climber giapponesi come Tomoa Narasaki, Kokoro Fuji o Rei Sugimoto. Ne ha approfittato Adam Ondra, che ha dimostrato di essere il più forte in semifinale. Dato come favorito in finale, un errore nell’ultimo blocco ha compromesso la sua vittoria, che l’austriaco Jakob Schubert si è aggiudicata grazie ad un bonus. Sul terzo gradino del podio, l’atleta di casa Jan Hojer

Il secondo posto a Monaco ha comunque garantito ad Ondra il comando in classifica generale, anche se tutto sarà deciso nella prova finale di Vail, tra un paio di settimane, dove il ceco e il giapponese Tomoa Narasaki si sfideranno per il titolo. Entrambi lo hanno già vinto in un’occasione: nel 2010 Adam Ondra e nel 2016 Tomoa Narasaki.

Classifica generale di Coppa del Mondo Boulder 2019 (dopo 5 tappe su 6)

Uomini
1. Adam Ondra (Rep. Ceca): 284 punti
2. Tomoa Narasaki (Giappone): 260 punti
3. Aleksey Rubtsov (Russia): 214 punti
4. Anze Peharc (Slovenia): 205 punti
5. Kokoro Fuji (Giappome): 190 punti
6. Jongwon Chon (Corea del Sud): 185 punti
7. Jakob Schubert (Austria): 184 punti
8. Jernej Kruder (Slovenia): 182 punti
9. Jan Hojer (Germania): 177 punti
10. Rei Sugimoto (Giappone): 171 punti

Donne
1. Janja Garnbret (Slovenia): 500 punti
2. Fanny Gibert (Francia): 268 punti
3. Akiyo Noguchi (Giappone): 240 punti
4. Jessica Pilz (Austria): 203 punti
5. Petra Klingler (Svizzera): 180 punti
6. Futaba Ito (Giappone): 178 punti
7. Lucka Rakovec (Slovenia): 163 punti
8. Katja Kadic (Slovenia): 161 punti
9. Shauna Coxsey (Regno Unito): 145 punti
9. Ievgeniia Kazbekova (Ucrania): 145 punti