MENU

12 febbraio 2020

Alpinismo e Spedizioni · Vertical · Resto del Mondo

“Il Dato è tratto”: nuova via dei Ragni sulla Nord dell’Aguja Standhardt

Matteo Bernasconi, Matteo Pasquetto e Matteo Della Bordella in cima all’Aguja Standhardt in Patagonia il 08/02/2020 dopo l’apertura de “Il dado è tratto” sulla Nord.
Foto: Matteo Della Bordella/facebook

Matteo Della Bordella: “E’ nata una nuova super linea con gli amici Matteo Bernasconi e Matteo Pasquetto”

Dal 6 all’8 febbraio scorso, Matteo Della Bordella, Matteo Bernasconi e Matteo Pasquetto hanno aperto una nuova linea sulla parete Nord dell’Aguja Standhardt (2700 m), fra le cime del Torre, in Patagonia.

I tre “Ragni di Lecco” hanno battezzato la via “Il Dado è tratto” (600 metri; difficoltà 7b e A1).

Dal racconto di Matteo Della Bordella:

“La via segue un sistema di fessure logicissimo ed i tiri scorrono uno dopo l’altro in maniera spettacolare… indimenticabile è il diedro strapiombante a metà della via solcato da una fessura perfetta lunga 100 metri con decine di metri di fila di incastro di mano! Un tiro veramente da sogno! La parte alta della via si è rivelata più facile ma non meno bella, e dopo un gelido ma spettacolare bivacco sotto la prima “punta” della Standhardt abbiamo raggiunto la cima vera e propria la mattina del 8 febbraio…” (Fonte e approfondimento)

Matteo Bernasconi, Matteo Pasquetto e Matteo Della Bordella aprono una nuova via sulla Nord dell’Aguja Standhardt in Patagonia: “Il dado è tratto”.
Foto: Matteo Della Bordella/facebook

 

Nuova via dei Ragni di Lecco: “Il Dado è tratto”, sullAguja Standhardt. Fonte: M. Della Bordella/Facebook