MENU

22 maggio 2019

Alpinismo e Spedizioni · Vertical · Resto del Mondo

Everest. Esteban Topo Mena e Cory Richards partiti per il loro tentativo sulla Nord

Esteban Topo Mena (in primo piano) e Cory Richards. Fonte: Instagram/E. T. Mena

L’ecuadoriano e lo statunitense in cammino verso la loro nuova via sulla parete Nord-Est dell’Everest

La finestra meteo favorevole è arrivata sull’Everest.

La cordata più promettente sul versante tibetano dell’Everest, composta da Cory Richards (Stati Uniti) ed Esteban ‘Topo” Mena (Ecuador) è partita per aprire una nuova via sulla parete Nord Est del “tetto del mondo”.

Il 21 maggio, Esteban Topo Mena ha comunicato attraverso i  sui suoi canali social: “Abbiamo riposato, preparato e discusso le previsioni del tempo per i prossimi due giorni, e abbiamo deciso di lanciare il nostro attacco alla vetta questa sera; le nostre prossime cento ore saranno dedicate a due fratelli che diventano selvaggi su una grande parete e torneranno rinnovati …”

“La finestra meteo non è l’ideale – afferma Cory Richards sul suo Instagram –  ma se aspettiamo di più, rischiamo di perdere questa occasione. Nell’alpinismo, non ci sono mai condizioni perfette… Sono previsti rischi calcolati e, fortunatamente nel nostro caso, siamo circondati da esperti che ci aiutano a prendere le decisioni.  Esteban Topo Mena ed io Esteban “Topo” Mena e io non siamo qui per domare la natura. Siamo qui per il nostro viaggio individuale, insieme per un unico obiettivo. Sono spaventato tanto quanto forte. La paura è una buona cosa – ci mantiene al sicuro. Come già detto, la mia battaglia mentale contro l’alto livello di ansia, è uno dei fattori che mi tiene cauto e prudente nel prendere decisioni… Prosegue Richards: “Nessun contatto fino al nostro ritorno al campo base, tuttavia i miei cari a casa riceveranno un aggiornamento serale. Ma come si dice: nessuna notizia è una buona notizia. Grazie a tutti coloro che ci hanno inviato pensieri positivi, energia, preghiere, notizie … non c’è davvero modo di esprimere quanto ci fa sentire supportati e amati. Questo è  ciò che rende i social media preziosi…”

Approfondimento