MENU

16 febbraio 2017

Alpinismo e Spedizioni · Vertical · Resto del Mondo

EVEREST. SMANTELLATO IL CAMPO BASE DI TXIKON & C.

Alex Txikon. Fonte: Desnivel

Alex Txikon. Fonte: Desnivel

La spedizione invernale all’Everest di Alex Txikon ha preso una piega inaspettata! L’agenzia nepalese Seven Summits, incaricata dell’organizzazione, ha infatto deciso di smantellare il campo base e concludere la spedizione.

A seguito di tale decisione, il team di Txikon ha inviato un comunicato a Desnivel in cui riferisce che Alex Txikon e i suoi compagni, Nurbu Sherpa e Cheppal Sherpa, sarebbero in viaggio verso Kathmandu (dove arriveranno in poche ore). Il desiderio di Alex è, infatti, quello di andare avanti con il suo progetto di salire l’Everest senza ossigeno in inverno.

Dalla dichiarazione ricevuta da Desnivel:

“La spedizione invernale guidata dall’ alpinista Alex Txikon questa mattina ha subito una battuta d’arresto inaspettata nella sua sfortunata spedizione invernale all’Everest.
L’agenzia nepalese assunta, Seven Summit Trekking, ieri ha deciso unilateralmente e nonostante i numerosi sforzi del team di Alex Txikon, di smontare senza l’approvazione dell’alpinista, il campo base, dove si trova Txikon. Il fatto è accaduto questa mattina.
Dal team di Txikon: “Tutti coloro che hanno seguito Alex Txikon e noi come organizzazione, faremo tutto il possibile e l’impossibile perchè Alex possa continuare.”
Alex e l’equipaggio con le telecamere sono stati costretti a trasferirsi a Kathamandu. “Da qui, cercheremo di trovare delle soluzioni”, ha dichiarato Txikon.

Riorganizzare entro pochi giorni una spedizione sull’Everest, è un compito complesso
Le agenzie di trekking sono elementi chiave. Sono responsabili della logistica di tutto il campo e del materiale (tende, cucina, cibo, pannelli solari, ecc), assumono e gestiscono il personale impegnato nel campo: cuochi, aiutanti, facchini, ecc. Inoltre, sono anche responsabili di assumere gli sherpa, alpinisti di grande esperienza, per una spedizione invernale all’Everest.

Un campo base sull’Everest in inverno, richiede un sacco di organizzazione, tempo e denaro. Se il campo è stato smantellato e il team si è trasferito a Kathmandu, sarà davvero difficile mettere di nuovo insieme il tutto. Da un lato c’è il costo economico e poi la difficoltà a trovare rapidamente tutto il personale necessario, soprattutto se Alex vuole continuare a tentare l’Everest con lo stesso stile adottato finora, oltre alla necessità di trovare sherpa molto esperti.

In primavera, per salire l’Everest,  occorrono 6.000 € a Sherpa, a cui devono essere aggiunti un minimo di 1.000 €, se viene raggiunta la vetta. Logicamente, in inverno, questo costo è più alto.

Secondo le informazioni ricevute,  Alex Txikon avrebbe lasciato tutto il suo materiale al campo base con un responsabile. Le previsioni del tempo ora non sono buone, ma all’inizio di questo mese dovrebbe esserci una settimana di bel tempo.
Senza conoscere tutti i dettagli di quello che è successo, è difficile prevedere cosa accadrà ma in ogni caso, in questo momento per Alex la possibilità di riorganizzare di nuovo una spedizione sull’Everest è molto difficile.

Seven Summits, dichiarò a Efe, alcuni giorni dopo l’ultimo tentativo, di voler porre fine alla spedizione. Alex Txikon, ha negato queste informazioni lo stesso giorno.

Fonte: Desnivel