MENU

11 novembre 2019

Running · Trail Running

“Everest Trail Race”, al via oggi 11 novembre

I runner che partecipano alla gara di trail dell’Everest, posano per una foto fuori dall’aeroporto TIA. Foto: Kami Thapa. Fonte. THT

Il trail in quota più duro al mondo si concluderà a Lukla, a 4.070 metri di quota

Organizzata da Annapurna Treks ed Expedition Pvt Ltd, in collaborazione con Grands Space of Spain, prende il via oggi la  9^ edizione di  Everest Trail Race“.

La gara di trail in quota più dura del mondo partirà dai  2.700 metri di altitudine e attraverserà il Chyangsar di Solukhumbu, Pikey, Namche, Tengboche del distretto di Solukhumbu prima di concludersi a Lukla, a 4.070 metri, il 15 novembre, dopo 172 chilometri.

Sono 45 i runner in gara, provenienti da 12 paesi diversi. Tra loro, tre nepalesi.

Annapurna Treks organizza la gara dal 2011 con l’obiettivo di preservare il percorso utilizzato da Tenzing Norge Sherpa e Edmund Hillary durante la scalata del Monte Everest, cinquant’anni fa.

Everest Tral Race 2018. Foto: Ian Corless. Fonte: ETR

L’Everest Trail Race (ETR) è una gara a tappe, in freestyle e in autosufficienza. Per sei giorni i runner devono percorrere una distanza di circa 170 km., e superare un dislivello di oltre 26.000 metri.

Si disputa nell’Himalaya nepalese e in particolare nell’area di Solukhumbu, tra i 2.000 e i 4.100 metri di altitudine. La gara è divisa in sei tappe di circa 25 km., 26 km., 30 km., 27,5 km., 32 km e 30 km., Rispettivamente, e la differenza di altitudine giornaliera (+/-) va dai 3.600 ai 5.400 m. E’ una gara impegnativa, adatta a coloro che vogliono testare le proprie capacità fisiche e psichiche in un ambiente unico.