MENU

10 agosto 2017

Corsa in Montagna · Running · Alpi Orientali · Aree Montane · Italia · Trentino Alto Adige

“Ginkgo Stafetten 2017”, il 13 agosto a Castello di Fiemme

arch. Ginkgo Stafetten

Alla sesta edizione della gara a staffetta di 5 runner, anche Dorothea Wierer

La Ginkgo Stafetten di Castello di Fiemme (TN) quest’anno si corre il 13 agosto, dunque non più di sabato pomeriggio ma di domenica mattina, così da poter ampliare il range di partecipazione visto che molti di sabato lavorano.

La competizione podistica a squadre di cinque elementi, con frazioni di diversa lunghezza (così da consentire la partecipazione anche a chi non ha grande allenamento nelle gambe) è aperta a tutti; le staffette possono essere di tre generi, maschile, femminile o mista.

La maschile, oltre che da cinque maschi, può essere composta anche da una femmina, quella femminile di sole donne, quella mista richiede almeno due donne al via, e negli ultimi due anni ha letteralmente spadroneggiato proprio una squadra mista, quella di Francesco Mich, Martina Rizzoli, Veronica Bello, Carlo e Michele Vaia, nel 2016 sotto i “colori” de I Masadini e l’anno prima invece col nome di Cermis Seniors; tra i maschi lo scorso anno si è imposto il Team Robinson Futura e tra le donne le Snowflakes.

Sono tanti i fondisti affezionati a questo appuntamento. Lo scorso anno, ai nastri di partenza c’era Gaia Vuerich, mentre nel 2015 era al via, e lo sarà anche quest’anno, la campionessa di biathlon Dorothea Wierer, sarà inoltre presente una formazione con tutti under 23 della nazionale di fondo.

Le cinque frazioni di gara

I team di 5 elementi dovranno affrontare altrettante frazioni, rispettivamente la prima di 5.554 metri e 136 m. di dislivello, la seconda di 1.900 m. e 34 m/dsl, la terza di 8.900 m. e 216 m/dsl, la quarta di 3.770 m. e 50 m/dsl ed infine la quinta di 12.060 m. e 310 m/dsl.
Dallo scorso anno è stata introdotta anche la Ultra Ginkgo, la prova che somma le cinque frazioni e vedrà ironmen e ironwomen cimentarsi sulla distanza totale dei 32 km e 746 m. di dislivello.

Il percorso

La prima frazione scatta da “Castello centro” verso sud ovest fino a raggiungere località Ancona, poi al capitello si piega verso Predaia per affrontare lo sterrato forestale degli “animai de legno” che porta a Brozzin. Successivamente, lungo la nuova ciclabile, ritorno verso Castello passando da località “Pertega” e raggiungendo la zona cambio posta nei giardini comunali. La seconda frazione sale verso la sommità del “Doss de Marmolaia” e rientra al cambio, mentre la terza frazione copia nella prima parte quella iniziale, proseguendo verso la Valle di Predaia. Prima di Aguai la corsa ritorna verso Castello sulla ciclabile. La quarta frazione punta verso Cavalese sullo stesso tracciato della seconda, arrivando alla periferia del paese nei pressi del campo sportivo, per poi risalire sul dosso “Zelor de Cavales” e infine rientrare in discesa a Castello di Fiemme. La frazione conclusiva, la più impegnativa, è in pratica un allungamento della terza, da Aguai verso il Passo di S. Lugano lungo la pista ciclabile, per poi fare ritorno sulle orme della terza frazione.