MENU

11 gennaio 2018

Ice Climbing · Vertical · Alpi Orientali · Aree Montane · Italia · Trentino Alto Adige

Gli assi mondiali dell’arrampicata su ghiaccio, a Corvara il 26 e 27 gennaio

Ice Climbing World Cup, Corvara 2017. Maxim Tomilov. Foto: Patrick Schwienbacher

Tra 15 giorni, oltre 100 campioni provenienti da più di 20 nazioni diverse si sfideranno in Alta Val Passiria per la Coppa del Mondo di arrampicata su ghiaccio

Venerdì 26 gennaio (qualificazioni) e sabato 27 gennaio (finali), Corvara (BZ) ospita la UIAA Ice Climbing World Cup.

Gli atleti si sfideranno nelle discipline Lead (difficoltà) e Speed (velocità) su uno degli impianti più impegnativi di tutta Europa. La struttura, consiste in una torre di ghiaccio alta 25 metri, un cilindro di ghiaccio di 14 metri e una ripida parete ghiacciata di 15 metri. Questi elementi sono collegati da passaggi orizzontali, numerosi aggetti e traversate laterali molto complesse che richiedono ai migliori arrampicatori al mondo il massimo impegno. Gli aggetti vantano pendenze di 57, 62 e 72 gradi.

Attualmente la costruzione di acciaio e cemento è ricoperta da uno strato di ghiaccio spesso un metro. “La struttura già oggi è in ottime condizioni. Non vediamo l’ora di dare il benvenuto ai primi arrampicatori qui a Corvara”, dichiara il presidente dell’associazione Reinhard Graf, che è anche a capo del comitato organizzatore della tappa altoatesina di Coppa del Mondo di fine gennaio.

Al via, i vincitori dello scorso anno, i sudcoreani HeeYong Park e HanNaRai Song, che dovranno affrontare la concorrenza della squadra russa guidata dai fratelli Maxim Tomilov e Alexey Tomilov e da Maria Tolokonina. Sarà assente, invece, la regina altoatesina dell’arrampicata su ghiaccio, la meranese Angelika Rainer, già tre volte campionessa del mondo, che quest’anno si concede una pausa dalla Coppa del Mondo.