MENU

22 luglio 2019

Alpinismo e Spedizioni · Vertical · Alpi Occidentali · Aree Montane

Impresa sul Monte Bianco di François Cazzanelli e Andreas Steindl

François Cazzanelli e Anreas Steindl. Fonte: F. Cazzanelli/facebook

Integrale di Peuterey. Salita e discesa compiute in meno di 16 ore

Con un tempo record, in meno di 16 ore, hanno raggiunto la vetta del Monte Bianco e ne sono scesi attraverso l’integrale della Cresta di Peuterey, uno degli itinerari più imponenti delle Alpi. L’impresa, conclusasi ieri dopo 15 ore e 55 minuti, è stata realizzata dagli alpinisti François Cazzanelli e  Andreas Steindl.

L’itinerario consiste nella scalata dell’Aiguille Noire de Peuterey per la cresta Sud, nella discesa per la cresta NW, nel superamento delle Dames Anglaises, per poi scavalcare l’Aiguille Blanche e seguire la cresta finale di Peuterey sino al Monte Bianco. Il precedente riferimento è la salita in solitaria dello svizzero Ueli Steck che nel 2013 impiegò 16 ore e 9 minuti, scendendo però dal versante francese. Normalmente per compiere la stessa scalata sono necessari due o tre giorni.

“Integrale di Peuterey…Un piccolo sogno che mi frullava in mente da tempo! È da diversi anni che volevo scalare questa immensa cresta tutta d’un fiato partendo dal fondovalle e facendoci ritorno – ha raccontato Cazzanelli sulla sua pagina facebook  –  Sentivo che quest’anno era l’anno buono! Lo scorso inverno propongo il mio progetto a Andy che entusiasta accetta subito e prima della mia partenza per l’Alaska pianifichiamo tutto nei minimi dettagli. E così giovedì 18 luglio ci troviamo in Val Veny. Prepariamo il materiale e il pomeriggio portiamo i nostri zaini alla base della cresta sud della Noire e ritorniamo a valle! Il mattino dopo (venerdì 19 luglio) alle 3:30 partiamo dal Campeggio Monte Bianco la sorgente Peuterey!! Tutto gira perfettamente e dopo 5 ore siamo in vetta alla Noire facciamo le doppie e ripartiamo verso la Blanche. Senza intoppi dopo 9 ore e 30 minuti siamo al colle di Peuterey pronti ad attaccare il Pillier d’angle e la cresta di Peuterey. Dopo 11 ore e 50 minuti dalla partenza siamo sul Monte Bianco di Courmayeur e dopo 12 ore e 12 minuti sulla vetta del Monte Bianco di Chamonix! Ci abbracciamo, arrivano anche Stefano Stradelli e Jerome che hanno salito la cresta in due giorni un momento stupendo! Restiamo in vetta 10 minuti poi ripartiamo! Non è finita ci tocca ancora ritornare a valle! Per la discesa abbiamo scelto la via normale Italiana dal rifugio Gonnella. La stanchezza si fa sentire lo zaino con dentro tutto il materiale sembra sempre più pesante! Stringiamo i denti e dopo 15 ore e 55 minuti facciamo ritorno al camping Peuterey la sorgente da dove siamo partiti alle 3:30 della mattina (per scendere abbiamo impiegato 3 ore e 33 minuti). Per darvi i numeri in 15 ore e 55 minuti abbiamo salito e sceso 4276 m di dislivello con uno sviluppo di 45,37 km.”

Monte Bianco, luglio 2019: Cazzanelli e Steindl. Foto: Marco Camandona e Luca Rolli. Fonte: F. Cazzanelli/facebook