MENU

17 febbraio 2020

Alpinismo e Spedizioni · Vertical · Resto del Mondo

Invernale al Broad Peak. Incidenti a Urubko che tenta da solo la vetta. Ora è sano e salvo al CB

Invernale al Broad Peak: Denis Urubko. Fonte: Desnivel

Il russo con passaporto polacco è rientrato sano e salvo al Campo Base. Urubko alla compagna Pipi Cardell: «Non ho fatto la cima ma sono sopravvissuto nonostante diversi incidenti»

Il messaggio che la  compagna di Denis Urubko ha appena ricevuto è breve, ma conferma che Denis sta bene ed è al sicuro al Campo Base. Ha lanciato il suo tentativo alla vetta del Broad Peak in inverno e da solo, un’impresa molto rischiosa. Non ci è riuscito, ma sta bene e questa è la cosa più importante.

Il messaggio di Denis: «Sono al Campo Base, non ho fatto la cima ma sono sopravvissuto nonostante alcuni incidenti. La previsione del vento in vetta oggi era di 70/80 km / h. Una valanga mi ha fatto scivolare per 100 metri. Sono caduto per 50 metri a causa di una corda fissa che si è rotta. Fortunatamente non sono precipitato in un crepaccio»

Denis Urubko era partito da solo ieri mattina per il suo ultimo  tentativo di questa stagione invernale alla vetta del  Broad Peak. La finestra di bel tempo era molto breve, un giorno e mezzo, e non ottimale poichè ieri e oggi i venti previsti in alta quota erano molto forti.

Questo uno degli ultimi brevi messaggi di Denis alla sua compagna, l’alpinista andalusa Pipi Cardell: «16 febbraio dal Campo Base al Campo 3. Il 17 tentativo alla vetta e discesa al Campo Base. La spedizione è finita. Questa volta non carico il Thuraya [telefono satellitare]. Devo portare il minor peso possibile ed essere concentrato ».

 

L’obiettivo di Denis era tentare la vetta prima del 28 febbraio, data che l’alpinista considera l’ultimo giorno della stagione invernale in Himalaya.

Fonte

 

Altre notizie sulla spedizione invernale al Broad Peak