MENU

18 luglio 2019

Alpinismo e Spedizioni · Vertical · Resto del Mondo

K2 impossibile? Mingma Gyalje Sherpa lamenta: “alpinisti parassiti”

K2. Fonte: Mingma G. /facebook

Il leader della spedizione nepalese innesca una nuova polemica

Il leader della spedizione nepalese Mingma Gyalje Sherpa, la cui squadra “Imagine Nepal” ha raggiunto il Campo 4 ieri,   parla di “alpinisti parassiti” sul K2 che non partecipano al fissaggio delle corde, “giocano a nascondino, ma usano le corde fisse: A proposito, tornando ai loro paesi, si definiscono alpinisti o dicono in pubblico che non hanno mai usato l’ossigeno o che non hanno mai ricevuto supporto da Sherpa o alpinisti pakistani.”

Quasi impossibile salire dal Collo di Bottiglia

Mingma Gyalje,  segnala che  ieri gli Sherpa Mingma Tenzi e Pemba Tshering hanno provato ad attrezzare la parte finale della via, dal Collo di Bottiglia  alla cima al K2,  ma pare che sia quasi impossibile salire dal Bottle Neck Traverse. La neve è troppo profonda e non ci sono le condizioni per andare oltre. Il livello della neve è troppo alto (supera l’altezza di Mingma), quindi hanno deciso di non correre rischi e di non mettere in pericolo altri alpinisti.
Tutto il team è rientrato a Campo 4.

Intanto, l’agenzia Furtenbach Adventures ha rinunciato a tentare la vetta del K2.
Lo statunitense Alan Arnette,  in contatto con tutte le principali agenzie, ha scritto sul suo blog di altre probabili rinunce in arrivo.