MENU

9 novembre 2018

Freestyle e Freeride · Ski · Europa · Resto del Mondo

Kai Jones, 12 anni, prodigio dello sci estremo. Guarda il video

Kai Jones. Foto: TGR

Il giovane freerider, nel film “Far Out”

Il dodicenne Kai Jones, sta conquistando il mondo dello sci estremo.

Nato a Victor, nell’Idaho, le sue montagne sono quelle del Grand Targhee e della valle di Jackson Hole. Quando non pratica freeride, Jones si dedica a surf, arrampicata, calcio, skateboard e mountain bike, ma il suo sogno è diventare  uno sciatore professionista.

Kai ha affrontato le linee estreme della famigerata valle di Jackson Hole che la maggior parte degli adulti non prende nemmeno in considerazione.

Le evoluzioni sulla neve del giovane adolescente hanno stupito così tanto i registi del nuovo film di Teton Gravity Research, “Far Out”, che hanno deciso di inserirne alcune nel montaggio finale.

 

È la fine di marzo 2018 e il giovane freerider è nel bel mezzo delle sue vacanze scolastiche primaverili. Ma a differenza dei suoi coetanei, Kai non trascorre la settimana fuori dalla scuola con i videogiochi o visitando un parco a tema. E’ nel backcountry che circonda il Jackson Hole Mountain Resort, nel Wyoming, per alcune riprese che saranno inserite nel nuovo film di sci e snowboard di Teton Gravity Research (TGR), in uscita nell’autunno 2018:  Far Out“.

Kai e la troupe cinematografica di TGR  sono su Smart Bastard, una linea classica e notoriamente audace della Jackson Hole. Kai la affronta in modo pulito e veloce. Conclusa, prende in prestito un cellulare: “Mamma, ho battuto Smart Bastard – dice orgoglioso al telefono, poi chiude –  “Non penso che lei sappia cosa sia la Smart Bastard,” dice Kai a quelli intorno a lui, sorridendo.

Kai Jones sulla Jackson Hole line. Photo Credit: TGR

Kai Jones, 12 anni appena compiuti, è già uno degli sciatori più promettenti del paese. Lo scorso inverno, ha vinto il titolo under-12 sul circuito delle grandi montagne dell’International Freeskier Association.

È il figlio di Todd Jones, fondatore nel 1995 di TGR con suo fratello Steve e gli amici Dirk Collins e Corey Gavitt, a Jackson. In 23 anni hanno realizzato dozzine di film, vinto premi e sono una delle principali società di mediazione nel mondo degli sport d’azione.

Mai, comunque, Todd avrebbe immaginato che un giorno avrebbe filmato suo figlio. Kai è salito sugli sci a 18 mesi al Grand Targhee Ski Resort, dall’altra parte dei Tetons di Jackson; ha trascorso l’ultimo decennio mettendo a punto le sue abilità, facendo freeride e gareggiando da quando aveva 9 anni. È cresciuto con i film di TGR e uscendo con gli sciatori professionisti, di cui ha i poster sulle pareti della sua cameretta.

Ora frequenta la scuola media; si arrampica su roccia, gioca a calcio, corre, fa parte del consiglio studentesco. All’età di 10 anni, ha scalato il Grand Teton (4.199 m), la montagna più alta del Grand Teton National Park,  nella tarda primavera il Mount Moran (3.840 m), e poi ha sciato sul picco dello Skillet Glacier.

Kai Jones con suo padre Todd. Foto: TGR

Lo scorso inverno, Todd e Kai stavano effettuando delle riprese, solo per divertimento, usando principalmente fotocamere e smartphone GoPro, quando Todd si è accorto che il filmato era davvero ottimo. “Ho filmato e guardato un sacco di discese con gli sci e so di essere di parte, ma questo ragazzo ha qualcosa di speciale”, ha riferito Todd. “Ne abbiamo parlato e abbiamo deciso di iniziare le riprese con attrezzature professionali, ma non avevamo intenzione di inserirlo nel film.”

Kai ha iniziato a scendere le grandi linee di Jackson Hole – tra cui Smart Bastard, i couloirs Zero G e Spacewalk – e improvvisamente le cose sono cambiate, dal semplice divertimento si è passati ad un film vero.

Kai è il più giovane sciatore che sia mai apparso in un film della TGR. (Prima di lui c’era il tredicenne Daniel Tisi nell’edizione del 2013 di TGR, Way of Life.) Kai sarà nel film di quest’anno, a fianco di suo zio, lo snowboarder delle grandi montagne Jeremy Jones.

La principale priorità per Todd è stata la sicurezza del figlio. Kai ha partecipato a corsi di sicurezza inerenti valanghe e backcountry, e ha atteso tutta la stagione prima di uscire su alcune grandi linee, affrontandole quando le condizioni erano giuste per lui.

“È bravo a fare domande – ha detto la regista di TGR, Jill Garreffi, che ha aiutato Todd a girare la sezione con Kai, lo scorso inverno – ma c’è qualcosa di più…. Ci sono cose che non vengono insegnate: sono semplicemente in te. Questo ragazzo ha sicuramente talento puro.

Kaj Jones. Foto: TGR

A metà estate Kai ha finito la scuola. Dopo un mese dalla sua salita  del Mount Moran, non vedeva l’ora di tornare sulla neve. Così, a luglio, si è diretto al Windells Camp, un campo estivo freestyle sulle pendici del sempre innevato Mount Hood  (3.429 m) in Oregon. Quando qualcuno chiede a Kai cosa vorrà fare da grande, risponde: “Voglio diventare uno sciatore professionista. Voglio appassionarmi a quello che faccio, non importa cosa, e voglio divertirmi”.