MENU

7 febbraio 2019

Alpinismo e Spedizioni · Climbing · Vertical · Cultura · Insight · Appennini · Aree Montane · Emilia Romagna · Italia

“La solitudine in montagna. Racconti di luoghi e ricerca di sé”. Manolo e Paolo Cognetti ne parlano a Bologna

I racconti e le esperienze di due grandi protagonisti del mondo outdoor e culturale, martedì 2 marzo, al Forum di Outdoor Expo

Maurizio “Manolo” Zanolla e Paolo Cognetti, si incontreranno per la prima volta martedì 2 marzo sul palco di BolognaFiere per confrontarsi sul tema “La solitudine in montagna. Racconti di luoghi e ricerca di sé”.

Maurizio Zanolla,  conosciuto ai più come Manolo, è nato a Feltre nel 1958. La sua passione per l’arrampicata è cominciata a metà degli anni ‘70 ed è considerato uno dei più fecondi e importanti arrampicatori al mondo. È stato pioniere dell’arrampicata libera quando ancora era uso scalare le pareti con gli scarponi e un grande uso di chiodi. Il rifiuto di questo stile alpinistico lo porta a spogliarsi di qualsiasi mezzo artificiale, che non siano le sue mani e i suoi piedi. Sale per primo in arrampicata libera e, a volte, anche in free solo (ossia completamente slegato), molti dei più impegnativi percorsi Dolomitici, raggiungendo già alla fine degli anni ‘70 nuovi orizzonti di difficoltà. Dopo un viaggio in Himalaya, decide di portare la sua esperienza nelle falesie, contribuendo così definitivamente allo sviluppo dell’arrampicata libera e sportiva moderna. Apre migliaia di vie, alzando costantemente l’asticella del limite di difficoltà. Ad oltre 50 anni continua a scalare ad alti livelli, superando i propri limiti con realizzazioni ancora irripetute. É Guida Alpina tuttora in attività e ha di recente pubblicato il libro “Eravamo immortali”.

Manolo. Fonte: da cover “Eravamo immortali”

Paolo Cognetti. Fonte: Il 2 marzo all’Outdoor Expo Forum 2019

Stimato scrittore italiano, Paolo Cognetti è Premio Strega 2017 con “Le Otto Montagne“, il libro-culto che lo ha reso celebre sia in Italia che a livello internazionale, in quanto è stato tradotto in oltre 30 lingue e distribuito in 39 Paesi. Attualmente in presentazione del nuovo volume intitolato “Senza mai arrivare in cima”, Cognetti tratta le tematiche legate alla vita in montagna e alla possibilità di abitare luoghi semi-abbandonati, in un excursus personale che attraversa il viaggio, ritrova contatto con il cammino e quindi l’incessante ricerca di sé. Cognetti è anche parte del comitato organizzatore del festival culturale “Il richiamo della foresta“, una tre giorni volta a raccontare i diversi modi di vivere la montagna e il desiderio di comprenderla e popolarla.

L’incontro si svolge nell’ambito di Outdoor Expo Forum, cuore pulsante della omonima fiera dedicata a sport e turismo plein air, a BolognaFiere dall’1 al 3 marzo prossimi.