MENU

25 marzo 2020

Ambiente e Territorio · Insight

L’abbraccio della betulla e la forza della Natura

In questi giorni avrei dovuto scrivervi dall’Islanda, per il viaggio fotografico organizzato nell’ambito del progetto Outdoor Travel di MountainBlog. Anche questo viaggio è stato naturalmente annullato, ma fin da subito vi informo che sarà riproposto in futuro.

Quest’oggi condivido invece con voi questa mia riflessione in questo periodo di grande resilienza che coinvolge direttamente tutti noi. Una riflessione che nasce dalla fonte stessa che anima la mia attività di fotografo e il mio essere come persona.

Cerco spesso il contatto diretto con la Natura, attingo alla sua infinita carica energetica e ne conosco i profondi benefici.

L’abbraccio della betulla

Qualche tempo fa mentre passeggiavo nel bosco nei dintorni di Trento – quando ancora era permesso – quasi a ricercare quel senso di accogliente protezione e sereno isolamento, mi è venuto spontaneo abbracciare una delle tante betulle dalla corteccia bianca e liscia.

Questo semplice gesto non solo mi dona un momento di benessere e serenità, ma mi ricorda ancora una volta il potere rigenerante e benefico del contatto con la Natura e come spontaneamente influisce sull’organismo umano rafforzando le difese naturali, favorendo l’equilibrio mentale e risvegliando la voce interiore: Il contatto con la Natura ha un’azione diretta proprio in questo senso, agendo così a livello olistico su corpo, mente e spirito.

Credo che una delle cose migliori che si possa fare per proteggere noi stessi – e chi ci sta vicino – sia cercare di mantenere alte le nostre difese immunitarie, in particolare in questo periodo di emergenza sanitaria dove la salute di ogni singolo individuo è fondamentale per la salute della comunità.

Anche adesso, in questi giorni di necessario confinamento, pur non potendo tornare a immergermi fisicamente in quello stesso bosco, so che posso ricercare quella connessione interiore anche tuffandomi nelle immagini e nella loro cristallina fonte benefica.

La fotografia ha il potere di farci immergere in ciò che vediamo anche senza toccarlo con mano. Ci pensa la mente, con la sua potenza creativa, a stimolare sensazioni che aiutano il nostro benessere, anche senza l’esperienza sensoriale diretta.

Ho preparato questo slideshow attingendo a tutta la mia “vita fotografica”, mettendo insieme tanti momenti dove la Forza della Natura mi ha trasmesso forte la sua infinita energia e il suo caldo abbraccio. Lo condivido con voi, nella speranza che arrivino queste emozioni positive e che possano fare da specchio per risvegliare la forza, l’energia, l’amore che abbiamo dentro.

I momenti di difficoltà ci catapultano rapidamente al di fuori dalla nostra zona di comfort, lontano dalle nostre (effimere) sicurezze. Ma è proprio il cammino su sentieri ignoti che spesso aiuta a guardarsi dentro per poi trovarsi, una volta superata la montagna, ad “un’altezza maggiore” da dove si era partiti, così da trasformare in un certo senso la salita in ascesa, arricchendola di significato e crescita personale.

Ognuno di noi è davvero speciale, ricordiamocelo proprio adesso dove siamo fisicamente lontani tra di noi ma, forse, mai così vicini.

Un abbraccio a tutti.

alegruzza.com