MENU

29 marzo 2018

Alpinismo e Spedizioni · Vertical · Alpi Centrali · Aree Montane · Italia · Lombardia

Lettera aperta di Fabio Palma per i Ragni di Lecco

di Andrea Bianchi – MountainBlog

Grazie Fabio! Questo è quello che spontaneamente desideriamo scrivere a nome di MountainBlog e di chi ama come noi comunicare la montagna. Sì, perché la comunicazione – oltre all’indiscusso valore alpinistico del Gruppo Ragni – è stata sicuramente una delle cifre identificative della presidenza di Fabio Palma: una marcia in più, senza mai strafare nell’eccessiva autoreferenzialità, in un mondo in cui ormai non basta saper fare le cose, ma bisogna anche saperle raccontare.

Ora Fabio passa il testimone della presidenza del gruppo alpinistico Ragni di Lecco al nuovo presidente Matteo Della Bordella, che sicuramente saprà continuare nello sviluppo della linea tracciata. Noi desideriamo riproporvi di seguito la lettera aperta che Fabio Palma ha pubblicato sul sito dei Ragni in occasione di questo passaggio:

Lettera a tutti voi
di Fabio Palma

Cari amici

quando fui eletto presidente dei Ragni di Lecco pensavo che presidente sarebbe stato sempre da scrivere minuscolo, e Ragni, il più glorioso gruppo alpinistico del mondo, occupando in altezza più spazio possibile. Erano già due anni che ero in primissima fila ad aiutare il gruppo a tornare Grande, ma pensavo che tutto ciò fosse una nostra piccola storia interna. Intanto i due grandi Matteo, Bernasconi e Della Bordella, che sarebbero stati poi affiancati da Luca Schiera, stavano vivendo l’epopea della Ovest della Egger, e quella sì era la storia pubblica da grandi riflettori, perchè si trattava di una grandiosa passione alpinistica di un gigantesco obiettivo storico.

E invece tutti voi, a migliaia, avete cominciato a scrivermi, a seguirmi e a seguirci, a salutarmi e a salutarci, a riempire teatri, palazzetti e perfino piazze, a farci sentire il vostro affetto. Abbiamo cominciato tutti, davvero, a sentire quella cosa che si leggeva essere “il calore della gente” e che pensavamo appartenesse a sport o altre arti. Non erano forse l’alpinismo e l’arrampicata passioni intime, tutte e sole nostre?

…continua a leggere sul sito dei Ragni >

 

Fabio Palma – Fonte: ragnilecco.com