MENU

14 luglio 2017

Europa

Marcello Bombardi è Oro in Coppa del Mondo a Chamonix!

Chamonix, finali Lead. Foto: Eddie Fowle/IFSC

Garnbret si ripete e l’azzurro Bombardi vince il  primo  Oro della sua carriera!

Ieri sera, nel centro di Chamonix, in Francia, tifosi in fila per la seconda tappa della IFSC Coppa del Mondo di arrampicata 2017. I migliori gli atleti del mondo della disciplina Lead hanno dato vita ad un emozionante spettacolo sotto i riflettori del Climbing Sport dove un folto pubblico ha assistito alle finali.

L’azzurro Marcello Bombardi ha vinto la sua prima Coppa del Mondo IFSC (Lead), il Giappone è tornato sul podio nella Lead e Janja Garnbret si ripete e, a Chamonix, ritorna sul gradino più alto del podio.

Marcello Bombardi, finali Lead Chamonix. Fonte: IFSC www.youtube.com

Il 23enne  ha affrontato senza problemi la finale colleganto tutti i movimenti in 4 minuti e 16 secondi ed esultando vivacemente sul Top per la vittoria della prima medaglia d’oro della sua carriera. In seconda e terza posizione, due giapponesi: Keiichiro Korenaga (2°), seguito dal compagno di squadra Yuki Hada, che scalzano dal podio uno dei principali candidati alla vittoria, il  francese Romain Desgranges.

Ottima prova anche per Stefano Ghisolfi, che dopo aver concluso le Semifinali in prima posizione, si accontenta, in finale, della settima posizione. Francesco Vettorata sfiora per un soffio l’ingresso in Finale, terminando nono.

In ambito femminile la belga Anak Verhoeven è stata la prima a raggiungere il top, prestazione che le è valsa la medaglia di bronzo, il suo secondo podio consecutivo nel 2017. Percorso superato anche dalla coreana Jain Kim che vince la medaglia d’Argento. Con un punteggio perfetto finora, la campionessa in carica, la slovena Janja Garnbret a Chamonix si ripete, e dopo l’ultima vittoria a Villars, completa il percorso finale davanti a una folla in visibilio e conquista la medaglia d’Oro.

La spedizione italiana  piazza in semifinale due atlete, Laura Rogora e Jenny Lavarda, che non avanzano al turno successivo chiudendo al 23esimo e 24esimo posto.