MENU

26 febbraio 2020

Alpinismo e Spedizioni · Vertical · Resto del Mondo

Patagonia. Colin Haley e Alex Honnold in cima al Cerro Piergiorgio

Cerro Piergiorgio, Patagonia: Colin Haley. Foto: Alex Honnold. Fonte: C. Haley/instagram

Haley: “è la terza salita completa di questa montagna”

Alex Honnold e Colin Haley sono in Patagonia, dove rimarranno – probabilmente – fino alla fine del mese. Ieri sono rientrati a Chaltén dopo quattro giorni di attività in montagna.
Dal racconto di Haley:
“A causa delle condizioni sfavorevoli all’inizio della finestra del tempo, abbiamo trascorso un paio di giorni abbastanza tranquilli, quindi due giorni di attività piena. Abbiamo compiuto la traversata di Cerro Pollone, Cerro Piergiorgio e Domo Blanco. In realtà, il Cerro Pollone è valso da facile riscaldamento, Domo Blanco da facile raffreddamento mentre la maggior parte della scalata è avvenuta nella traversata del Cerro Piergiorgio. Il Piergiorgio è una lama seghettata di una montagna, con una grande parete a precipizio sul versante Ovest e pendenze angolari più basse ma più ghiacciate sul versante Est. Non abbiamo mai indossato una volta le scarpe da roccia che abbiamo portato, ed entrambi abbiamo concluso l’avventura con i piedi abbastanza doloranti per aver puntato spesso la parte frontale. Alex si adatta molto e continua a fare rapidi progressi nello sviluppare le sue capacità alpinistiche. La nostra speranza originariamente era di continuare la traversata del Domo Blanco verso Sud, ma ieri sera venti molto forti ci hanno respinti. Così, siamo tornati in città per  tre giorni in più di cibo, tre giorni in più di energia e un mucchio di chiodi in più per gli ancoraggi. Mi sono lamentato per aver portato con noi così tanto peso in più, per una traversata che, a ben vedere, probabilmente avremmo potuto fare in un giorno, con meno attrezzatura. Alex ha portato il peso in più o per allenarsi e fare esperienza!”
Prosegue Colin: “Nel massiccio di El Chaltén, più in qualsiasi altro posto che conosco, c’è spesso una grande differenza  di  difficoltà generale tra il raggiungimento della cima, e arrivare su qualche punto più in basso. Non è raro qui, che gli ultimi metri, letteralmente parlando, della montagna siano i più difficili (ad esempio su  Cerro Pollone e Aguja Guillaumet). Questi duri tiri finali aiutano a spiegare il fatto, altrimenti sconcertante, del perchè la nostra scalata di qualche giorno fa del Cerro Piergiorgio sia stata soltanto la terza salita completa di questa montagna, nonostante sia una delle cime più importanti qui in Patagonia”.

Alex Honnold vicino alla cima principale del Cerro Piergiorgio. Foto: Colin Haley. Fonte: instagram Haley

“Come spesso dico  scherzando – ha commentato Honnold dai suoi canali social – è stato fondamentalmente un viaggio estremo con lo zaino in spalla. Colin ha fatto da primo di cordata perché è un “alpine boss”, anche se per lo più ha percorso terreni che  hanno reso la scalata un po’ coinvolgente anche per me.”