MENU

1 febbraio 2019

Ambiente e Territorio · Alpi Orientali · Aree Montane · Italia · Trentino Alto Adige · Rifugi

Presentato il progetto per la ricostruzione del Rifugio Tonini

Rifugio Tonini distrutto dalle fiamme. Fonte: agenzia giornalistica Opinione

Il progetto  ha visto coinvolte la sezione SAT di Piné, la Commissione Rifugi della SAT sede centrale, con l’ ufficio tecnico SAT e gli uffici provinciali

Il Rifugio Tonini situato in Val di Spruggio nel cuore dell’altipiano del Lagorai, andò completamente distrutto a causa di un incendio il 28 dicembre 2016.

Dedicato alla memoria dell’ingegner Giovanni Tonini, venne inaugurato nel 1972 e da allora ha sempre rappresentato un punto di riferimento importante, molto frequentato dagli escursioni sia del pinetano, che del perginese.

Progettista della nuova struttura il giovane architetto Riccardo Giacomelli  che, ieri,  al Centro Congressi Piné Mille di Baselga, ha illustrato  i criteri seguiti per ideare la nuova struttura.

Il primo intervento in programma sarà l’asportazione di tutti i detriti rimasti sul sedime del rifugio a seguito dell’incendio e soltanto dopo questa operazione si potrà procedere alla ricostruzione.

Numerose anche le precauzioni per evitare nuovi incendi tra cui anche una cisterna d’acqua esterna e la seprazione dei locali tecnici.

L’inizio dei lavori è previsto per la prossima estate.