MENU

15 marzo 2019

Prima salita invernale del Mt. Wood per Lonnie Dupre e Pascale Marceau

Prima salita invernale del Mount Wood (Canada). Selfie di Lonnie Dupre con Pascale Marceau

Dopo aver rinunciato alla prima invernale in solitaria del Mt. Hunter a gennaio, l’esploratore americano non ha perso tempo ed è partito per  un’altra spedizione invernale sulla sesta vetta più alta del Canada

Esattamente due mesi fa,  Lonnie Dupre si è ritirato dal Mt. Hunter (Alaska), dove stava tentando – per la terza volta – la prima invernale in solitaria.

Dupre non si è perso d’animo e si è concentrato su un altro obiettivo:  la prima salita invernale del Mount Wood (4.842 m), in compagnia di Pascale Marceau.

Pascale Marceau e Lonnie Dupre avevano già scalato insieme. Nel marzo 2018 avevano tentato la prima invernale del Mount Lucania (5.260 m), la terza montagna più alta in Canada,  nella catena St. Elias (Yukon), ma senza successo.

In questa occasione, i due esploratori, prima di dirigersi verso la base del Mount Lucania, hanno  effettuato un volo di ricognizione per verificare le condizioni delle vette più importanti  e delle possibili zone di atterraggio. Così, il 4 marzo hanno sorvolato il Mount Wood, il Mount Steele (5.073 m) e il Lucania e hanno deciso di scalare il Mount Wood (4.850 m), da una cresta sulla parete Est.

Il giorno successivo,  con un piccolo velivolo hanno raggiunto il campo base, come è consuetudine nelle remote catene montuose del Canada settentrionale e dell’Alaska.

Il 6 marzo, Dupre riferiva che il tempo sulla montagna era perfetto e che, nonostante i crepacci, aveva già portato del materiale fino a  3.657 metri, dove – il giorno dopo – avrebbero voluto installare il primo campo.

Il 9 marzo, i due avevano già raggiunto 3.962 metri di quota; unico ostacolo, le forti raffiche di vento.

Prima salita invernale del Mount Wood , 2019 (Canada). Foto: Lonnie Dupre/facebook

Sono giunti in vetta  l’11 marzo  alle ore 15:10 realizzando così la prima invernale del Mt. Wood e per Marceau anche la  prima salita invernale femminile di una cima subartica nel Nord America. Hanno affrontato freddo estremo,  forti raffiche di vento e crepacci di neve durante il percorso, raggiungendo i 4.842 metri della vetta dopo 13 ore.

“Il tempo non è eccezionale e la discesa che abbiamo davanti è  la parte più tecnica della scalata”, disse  brevemente Lonnie Dupre dalla cima.

Pascale Marceau ha dichiarato che “la bellezza di queste prime ascensioni sta nelle loro incognite. Non esiste una via normale. Non ci sono zone di atterraggio certe e le condizioni del ghiacciaio cambiano continuamente “.