MENU

22 febbraio 2019

Ski · Dynafit

Sellaronda Skimarathon: i consigli di Alba Desilvestro, detentrice
del record 2018

 

Si scaldano i motori per la ventiquattresima edizione del Sellaronda Skimarathon, la competizione a coppie di scialpinismo in notturna che si snoda per 42 chilometri e 2.700 metri di dislivello attraverso i quattro passi dolomitici di Pordoi, Sella, Gardena e Campolongo. A un mese dal via l’atleta DYNAFIT, Alba De Silvestro, detentrice del record femminile 2018, svela agli iscritti qualche piccolo segreto per affrontare al meglio la gara. L’appuntamento per mettere in pratica questi preziosi consigli è per tutti alle 18.00 di venerdì 22 marzo sulla start line di Selva di Val Gardena.

Realizzare prodotti su misura per sportivi di alto livello, questa la filosofia di DYNAFIT, che si rispecchia nella stretta collaborazione con un efficiente team di atleti, essi stessi fonte di ispirazione e primi tester di ogni prototipo e collezione.

Molti di questi atleti si stanno preparando in vista del Sellaronda Skimarathon, evento che DYNAFIT sostiene come partner da diverse edizioni, in un legame che si basa su una filosofia condivisa. Questa competizione, unica nel suo genere, ha infatti avuto il pregio di anticipare e intuire il grande margine di crescita dello Speedfit. L’allenamento su pista permette agli scialpinisti di sfruttare l‘intera stagione invernale, per prepararsi al meglio in vista delle gare, e ovviamente è l’attività più consigliata per chi si vuole cimentare in un percorso impegnativo come quello della Sellaronda Skimarathon.

Detentrice del record femminile per l’edizione 2018, con un tempo di 3h37’58”, Alba De Silvestro sa bene come prepararsi per una gara di questo tipo. E ha qualche consiglio anche per gli iscritti all’edizione 2019: «Per l’allenamento suggerisco di non sottovalutare i lunghi, perché il Sellaronda Skimarathon è una competizione che si sviluppa su un percorso di 42 chilometri, bisogna sicuramente essere veloci in gara, ma anche preparati a reggere un ritmo alto per un lungo periodo di tempo. Non dedicatevi quindi solo ai vertical a bordo pista nella fase di training». Ad aiutare gli atleti ci pensano per fortuna anche i comprensori sciistici che, sempre più spesso, riservano dei percorsi agli scialpinisti, soprattutto la sera dopo la chiusura degli impianti.

«L’allenamento su pista è un elemento fondamentale del mio programma sportivo. Mi permette di concentrarmi completamente sugli aspetti tecnico sportivi dello scialpinismo, la pista è per me una sorta di palestra all’aperto» conferma Alba.

E poi ci sono i materiali, che hanno un ruolo fondamentale in gara, sci e scarponi leggeri e reattivi, ma l’atleta sponsorizzata DYNAFIT consiglia di concentrarsi anche sulla scelta delle pelli: «È importante scegliere quelle giuste, rispetto a tante altre gare di scialpinismo il Sellaronda Skimarathon si svolge tutto in pista, su fondo battuto. Non servono quindi pelli con un grip particolarmente elevato, la scorrevolezza è il grande valore aggiunto, anche in vista di alcuni tratti pianeggianti che incontrerete lungo il percorso».

Un ultimo consiglio per chi sarà ai nastri di partenza: «Partite piano! La gara è lunga, c’è sempre tempo di recuperare posizioni lungo il tracciato, ma se vi giocate tutte le forze nella parte iniziale non riuscirete a riprendervi per tempo».

A supporto della declinazione in pista dello scialpinismo DYNAFIT ha sviluppato la collezione Speedfit, prodotti che rendono l’attività più divertente, semplice ed efficiente. Sci e scarponi colpiscono per la facilità di utilizzo, mentre i dettagli riflettenti sull’abbigliamento, ma anche il casco e lo zaino con luce integrata, si occupano di rendere lo sciatore ancora più visibile durante le uscite in notturna.

INFO: DYNAFIT