MENU

8 novembre 2018

Running · Ski · Ski Touring e Ski Alp · Trail Running · Alpi Centrali · Aree Montane · Italia · Lombardia

A tu per tu con Kilian Jornet. A Milano, lunedì 12 novembre

Kilian Jornet Burgada, 2018. Foto: Pep Cuberes Lymbus

L’atleta catalano sarà ospite del ciclo di serate organizzato da df Sport Specialist

“A tu per tu con i grandi dello sport”, il ciclo di appuntamenti organizzato da df Sport Specialist, propone una serata davvero  eccezionale con il grande atleta, sci alpinista e ultrarunner  catalano Kilian Jornet Burgada.

L’appuntamento con Kilian è fissato per lunedì 12 novembre a Milano, con inizio  alle ore 20.30 (df Sport Specialist  – via Palmanova 65).

Kilian Jornet Burgada

Nato il 27 ottobre 1987 in Spagna e cresciuto in un rifugio a 2000 mt, le montagne sono state per Kilian, sin da bambino, un ambiente naturale nel quale ha potuto sviluppare la sua passione per gli sport outdoor, per le avventure e per le sfide a livello fisico.

Una vita in connessione con la montagna, così si può definire la vita di Kilian Jornet che può vantare un palmares ricco di vittorie e di record sia nel trail running, suo terreno di gara e allenamento nei mesi estivi, che nello sci alpinismo dove si cimenta in inverno.

Ricordiamo alcuni dei più importanti risultati di Kilian: 6 volte campione delle Skyrunner World Series, 3 volte campione dell’Ultrarunning World Series, 3 volte campione Europeo di Skyrunning, Ultra e Vertical Kilometer; 4 volte Campione del Mondo di sci alpinismo, 4 volte Campione del Mondo nella specialità Vertical Race, Kilian ha vinto le più rappresentative e famose gare di sci alpinismo e trail running in tutto il mondo, oltre ad aver abbattuto e stabilito un numero incredibile di nuovi record.

La sua voglia di spingersi oltre i propri limiti è stata la forza trainante che lo ha portato a dare vita al progetto Summits of my life, che oltre ad essere il titolo della serata del 12 novembre, è soprattutto un’idea ambiziosa, quasi definita pionieristica, che Kilian ha avviato nel 2012 con l’obiettivo di migliorare i record di salita e discesa in autosufficienza di alcune delle più alte e famose montagne nel mondo: Monte Bianco, Cervino, Monte Elbrus, Aconcagua, Denali (Monte McKinley), Everest.

Il progetto, che si è sviluppato nell’arco di cinque anni, si è concluso nel 2017, a maggio, con la salita dell’Everest, la montagna più alta del pianeta con i suoi 8.848 mt compiuta ben due volte nell’arco di una settimana, la prima volta in 26 ore e la seconda in 17: in entrambe le ascensioni senza l’aiuto di ossigeno e senza corde fisse.