MENU

28 settembre 2018

Corsa in Montagna · Running · Sky Running · Alpi Centrali · Aree Montane · Italia · Lombardia

A tu per tu con lo skyrunner Marco De Gasperi, il 4 ottobre a Bevera di Sirtori (LC)

Marco De Gasperi. Fonte: facebook

Dopo la pausa estiva, riprende il ciclo di serate “A tu per tu con i grandi dello sport”

Sarà lo skyrunner Marco De Gasperi l’ospite della prima serata autunnale del ciclo “A tu per tu con i grandi dello sport” che si terrà giovedì 4 ottobre presso df Sport Specialist, a Bevera di Sirtori (LC).

L’appuntamento è per le ore  20.30. L’incontro, a cui partecipa la guida alpina Adriano Greco, sarà presentato da Sara Taiocchi.

Marco De Gasperi, classe 1977, è atleta della nazionale italiana di corsa in montagna e skyrunning con un palmares ricco di successi e piazzamenti di prestigio in numerose gare simbolo dello sky running nazionale ed internazionale.

Da poco Marco ha intrapreso anche l’avventura nel mondo dell’Ultra Trail dove ha saputo mettersi subito in evidenza con il recente 4° posto nella CCC dell’UTMB, una corsa tra le più prestigiose al mondo che si corre intorno al Monte Bianco.

Monte Rosa: record Marco De Gasperi. Foto: Giacomo Meneghello

 

De Gasperi ha coltivato la sua passione per la montagna sin da bambino quando iniziò a gareggiare con un obiettivo ben preciso: arrivare nel più breve tempo possibile.
“Fin da bambino ho sempre sognato – afferma Marco De Gasperi -. Anche oggi mi capita spesso di sognare, specie quando m’incanto guardando le montagne. I sogni sono sempre stati l’anima e il motore della mia vita, sia quelli realizzati che quelli rimasti incompiuti. Oggi l’istinto mi ha riportato su tutti i miei sogni incompiuti, a partire dai primi fatti da un ragazzino che sognava unicamente di scalare le montagne di corsa. Oggi l’istinto mi suggerisce di provare a raccontarveli iniziando da una delle vette più rappresentative delle mie vallate, l’Ortles.”

Con il filmato “Boy Mountain Dreams”, che verrà proiettato durante la serata, De Gasperi racconterà com’è nata la sua passione per la montagna,  dell’incontro con Adriano Greco e dei suoi record di velocità sull’Ortles, Monte Bianco e Monte Rosa, quest’ultimo realizzato lo scorso mese di giugno, abbassando di 4 minuti il precedente record che apparteneva a Fabio Meraldi.