MENU

20 febbraio 2019

Alpinismo e Spedizioni · Vertical

Xia Boyu, l’alpinista cinese con doppia amputazione, vince il premio “Laureus Sporting Moment of the Year 2019”

Xia Boyu. Foto: Epa. Fonte: Epa.eu

E’ stato il primo alpinista con le protesi a raggiungere la cima dell’Everest

Lunedì 18 febbraio lo scalatore cinese Xia Boyu ha vinto il premio “Laureus Sporting Moment of the Year” nell’ambito  del Laureus World Sports Awards 2019, tenutosi a Monaco.Candidate al premio altre nove commoventi storie sportive. Alla fine Xia l’ha spuntata, ottenendo il maggior numero di voti.

Xia Boyu, con doppia amputazione alle gambe,  è stato il primo scalatore con le protesi a raggiungere la cima dell’Everest. Il video.

Xia perse entrambe le gambe nel 1975 nel suo primo tentativo di raggiungere la vetta più alta del mondo, l’Everest,  a causa di congelamenti. Tentò nuovamente la vetta nel 2014, 2015 e 2016, ma il suo sogno fu ostacolato, nei rispettivi anni, da una valanga, dal terremoto e dal maltempo.

Xia Boyu sull’Everest. Foto: gbtimes.com

Xia Boyu a 200 metri dalla vetta dell’Everest. Foto: CEN

L’alpinista cinese, al suo quinto tentativo, il 14 maggio 2018 è finalmente diventato il primo scalatore cinese con doppia amputazione a raggiungere la vetta dell’Everest.

“Raggiungere la vetta dell’Everest  è sempre stato il mio sogno e un obiettivo per me. Ho lottato per questo negli ultimi decenni. Nonostante le difficoltà, non mi sono mai arreso. Penso che la perseveranza abbia reso la mia vita colorata e interessante”, ha dichiarato Xia ai media cinesi.

Xia ha aggiunto che il suo prossimo obiettivo sarà “7 + 2”, vale a dire le vette più alte dei sette continenti, oltre al Polo Sud e al Polo Nord.