MENU

9 dicembre 2014

Cult · Cult · in evidenza · Mountain Tube · 60 anni di alpinismo 60 anni di Filmfestival · Alpi · Alpi Cuneesi · Alpi del mare · Ambiente e Territorio · Carlo Alberto Pinelli · Cinema · cinematografia di montagna · Cult · experience · La storia di Cino · montagna · Uncem Piemonte · Cultura

LA STORIA DI CINO. Anteprima a Cuneo, il 10 dicembre

LA STORIA DI CINO, IL BAMBINO CHE ATTRAVERSÒ LA MONTAGNA: IL PRIMO FILM DI FINZIONE DI CARLO ALBERTO PINELLI

Mercoledì 10 dicembre, alle ore 20,30, al cinema Monviso di Cuneo, verrà presentato in anteprima nazionale il film del regista Carlo Alberto Pinelli “La storia di Cino. Il bambino che attraversò la montagna”, una storia emozionante interamente girata nel 2011 sui versanti italiano e francese delle Alpi del Mare.

Il regista torinese ha, così, girato il suo primo film di finzione, che sarà nelle sale dall’11 dicembre.

“L’idea di questo film – spiega Pinellimi venne suggerita, molti anni fa, dallo studioso di tradizioni popolari Nuto Revelli. Si basa su una vicenda realmente accaduta, intorno alla quale, insieme allo sceneggiatore Giovanni De Feo, ho imbastito un intreccio di pura fantasia, ricco di colpi di scena. Nei decenni a cavallo tra la fine dell’800 e gli inizi del ‘900 l’estrema miseria costringeva spesso i montanari delle valli del Cuneese a offrire i propri figli in affitto ai più ricchi contadini della pianura, o addirittura ai malgari del versante francese delle Alpi Marittime. Malgari a volte molto duri. Il film narra la fuga di due pastorelli dalla tirannia dei padroni francesi e la loro avventurosa traversata della catena alpina per ritornare nelle valli natie». Una storia che non poteva essere raccontata, secondo Pinelli, con un documentario (ne ha curati oltre 120 nel corso della sua carriera), ma con un film di finzione. “Per vent’anni ho ragionato su come raccontare questa storia e negli ultimi tre anni abbiamo costruito il progetto”.

Uncem Piemonte, ha seguito con i Comuni le fasi di organizzazione delle riprese.

600px-La-storia-di-Cino-cartolina

IL FILM

Piemonte, fine 800. Il piccolo Cino, di nove anni, figlio di poveri montanari del cuneese viene affidato ad un losco carrettiere francese  per  essere  condotto  in  Francia  ed  “affittato”  per  lavorare   negli alpeggi estivi del Mercantour.
Durante il viaggio Cino stringe amicizia con Catlìn, una bambina fantasiosa e determinata che lungo il percorso si ammala di polmonite e viene abbandonata dal carrettiere.
Cino, una volta in Francia è vittima dei maltrattamenti del suo padrone e ben presto scappa in una fuga disperata che tuttavia lo porta a ritrovare inaspettatamente la piccola Catlìn. Con lei decide di attraversare a piedi e alla cieca le Alpi per tentare di tornare a casa.
Il  percorso  verso  l’Italia  si  rivela  presto  irto  di  pericoli.  La montagna è popolata da forze misteriose e oscure che sembrano attrarre la piccola Catlìn. Solo grazie all’amore  di Cino la bambina riesce a liberarsene. Ma questo non scioglie il mistero che la circonda…Quando  Catlin  alla  fine  scompare,  portando  con  sé  il suo segreto,  Cino  dovrà  compiere  da  solo  l’ultima  parte  del  cammino  che   lo riporta a casa. Ormai l’avventura  tra  i  monti lo ha profondamente cambiato.

Il film narra, con i toni di una fiaba radicata nelle credenze dei montanari di un tempo, le avventure e le disavventure dei due piccoli fuggiaschi, i loro incontri veri e immaginari, i sogni, i segreti e le paure, in un viaggio di formazione ma anche di libertà e di fantasia.

Cast: Stefano Marseglia, Francesca Zara, Marc Andreoni, Giovanni Anzaldo, Jean-Louis Culloc’h,  Giada  Laudicina,  Luca  Mercier,   Philippe Nahon, Joana Preiss, Liliane Rovere, Donato Sbodio, Luisa Marie Seravesi.

Regia e soggetto: Carlo Alberto Pinelli

Anno: 2013
Durata: 85’

VAI ALL’ULTIMA INTERVISTA DI MOUNTAINBLOG A CARLO ALBERTO PINELLI

Tags: , , , , , , , , , , , ,