MENU

3 settembre 2013

Alpinismo e Spedizioni · in evidenza · action · Alpinismo e Spedizioni · arrampicata libera · Direttissima dei giapponesi · Direttissima Ghidini-Piola · Direttissima Harlin · Eiger · prime libere · Robert Jasper · Roger Schäli · Trilogia dell'Eiger · Alpinismo e Spedizioni · Vertical

TRILOGIA DELL'EIGER Prima libera di Schäli e Jasper sulla direttissima Ghilini/Piola

L’alpinista svizzero Roger Schäli, insieme al compagno tedesco Robert Jasper, ha scalato, per la prima volta in libera, la Direttissima Ghilini-Piola. Si tratta di una via che si snoda per 1400 m sulla famigerata parete Nord dell’Eiger, attraverso il tratto più ripido: una delle sfide più grandi per un alpinista.

Ci sono volute 14 ore di arrampicata esposta con difficoltà fino al 9, a volte su roccia friabile, per giungere con successo al Tschechenpfeiler.

La Direttissima Ghilini/Piola è stata percorsa per la prima volta nel 1983: l’impresa è durata 5 giorni, con arrampicata in parte tecnica. Da allora è considerata una delle maggiori Direttissime della Nord dell’Eiger, poiché attraversa il punto più ripido della parete. Oltre alla difficoltà di grado 9, la sfida maggiore è rappresentata dal fatto che la parete, alta 1400 m, è costituita in parte da roccia molto friabile.
I due climber concordano nell’affermare che «le protezioni molto scarse hanno reso questa arrampicata estrema un’impresa veramente ardua». Un successo che i due sognavano da tempo, da quando, 7 anni fa, hanno percorso questa via per la prima volta. Allora hanno impiegato due giorni e mezzo per la scalata, non riuscendo a salire in libera per tutte le lunghezze, anche a causa del violento temporale che li ha sorpresi. Tuttavia il pensiero di ripercorrere la via, in libera e in un solo giorno, non li ha mai abbandonati.

Il grande giorno è arrivato il primo di agosto, grazie ad un meteo eccezionale e la squadra al pieno delle forze. Schäli e Jasper hanno percorso per la prima volta questa lunghissima via senza soste (Rotpunkt fino a 7c o IX). Dopo 14 ore di arrampicata estrema sulla parete, hanno raggiunto il Tschechenpfeiler, dove si sono congratulati a vicenda per lo spettacolare risultato con un forte abbraccio e un orgoglioso “Yes we did it!”.

L’arrampicata libera della Direttissima Ghilini/Piola è andata a completare la triade di successi raccolti in coppia dai due alpinisti. Dopo la scalata della Direttissima dei giapponesi (2009) e la Direttissima Harlin (2010), questa è la terza, grande libera di una Direttissima sulla parete Nord dell’Eiger, il coronamento della “trilogia dell’Eiger”.

La parete Nord dell’Eiger, dalla prima scalata, 75 anni fa, è diventata un luogo mitico per molti alpinisti, ed è legata a molte storie e tragedie. Schäli descrive l’Eiger come casa sua, la montagna che conosce meglio di qualunque altra. La potente e famosa parete Nord della montagna sovrasta infatti il suo paese, Grindelwald, nel Canton Berna, e continua ad esercitare su di lui una magica attrazione. Non stupisce quindi che cerchi continuamente nuove sfide alpine sulla sua parete. Chissà quali nuovi progetti attendono la cordata Schaeli-Jasper negli anni a venire.

Info e approfondimenti: rogerschaeli.ch/en/news

Tags: , , , , , , , , , ,