MENU

9 gennaio 2018

Alpinismo e Spedizioni · Vertical · Video Action · Resto del Mondo

VIDEO. Alex Txilon al lavoro sull’Everest Icefall

 

Alex Txikon e il suo team hanno iniziato ad attrezzare la cascata ghiacciata del Khumbu, tratto chiave della salita all’Everest. Superandola, si raggiunge il Campo 1,  il primo obiettivo del tentativo invernale all’Everest, senza ossigeno supplementare.

Il 5 gennaio,  il coordinatore del campo base, Nauam,  ha dovuto essere evacuato in elicottero. Sembrava impossibile un incidente ancor prima di  lasciare il campo base, ma questo è ciò che è accaduto. Di seguito, il racconto fatto da Alex Txikon:

“A volte le cose non vanno come immaginato. Le circostanze in un campo base invernale non possono essere previste. Ci siamo svegliati con il vento che quest’anno  sembra più frequente. Facciamo colazione e ci prepariamo a fare il Puya, la cerimonia buddista. Improvvisamente qualcosa non va per il verso giusto: Nauam, coordinatore del campo base, per cui provo tanto affetto, cade nel vuoto e si provoca una ferita che non smette di sanguinare. E’ stato evacuato con l’elicottero e portato in ospedale. Le sue condizioni sono in via di miglioramento. Una scena difficile da scordare; un giorno da dimenticare. Domani e dopodomani continueremo a lavorare e il Puya è stato rinviato a lunedì “.

Il 6 gennaio Txikon segnalava su facebook:  “Oggi abbiamo iniziato ad equipaggiare la cascata di ghiaccio del Khumbu, e la verità è che è stata una giornata fruttuosa in cui abbiamo svolto un buon lavoro. Dopo il grave evento di ieri vi volevo ringraziare per tutto il sostegno fornito, siete impareggiabili. Devo dire che oggi siamo felici. Sempre con lo sguardo in avanti.

Il 7 gennaio hanno continuato a lavorare sul Khumbu e hanno raggiunto quota 5.650 metri.

Ieri Txikon ha pubblicato un  video con le immagini girate durante il lavoro sulla cascata ghiacciata del Khumbo. “Oggi è giorno di riposo – ha commentato – Domani si andrà avanti con questo lavoro duro e impegnativo per attrezzare il seracco del Khumbu, dove inizia la salita dell’Everest, che molti considerano una delle zone più pericolose (a causa del pericolo di valanghe e slavine) dell’intera salita .

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE: