MENU

16 maggio 2018

Alpinismo e Spedizioni · Vertical · Video Talk · Trento Film Festival 2018

VIDEO. Hervé Barmasse: “L’alpinismo di rinuncia è l’alpinismo dei miei limiti”

Intervista di Francesco Russo
Riprese e montaggio: Andrea Monticelli

Tra gli alpinisti protagonisti della 66^ edizione del Trento Film Festival, anche il valdostano Hervé Barmasse, ospite della serata-evento di Reinhold Messner dal titolo “L’assassinio dell’impossibile”.

Barmasse e altri suoi colleghi, di scuole e generazioni diverse, si sono confrontati con “il re degli Ottomila”, a cinquant’anni dal mitico 1968, anno in cui il grande alpinista sudtirolese lanciò un messaggio che ebbe un impatto fortissimo sul mondo della montagna: nell’articolo “L’assassinio dell’impossibile“, da cui la serata prende il nome, Messner aprì una riflessione sulla possibilità di un alpinismo di rinuncia e sui limiti che si deve porre chi affronta la montagna.

“L’alpinismo di rinuncia è l’alpinismo dei miei limiti –  dice Barmasse nell’intervista rilasciata a Mountainblog – nel senso che quando mi trovo nella situazione di dover tornare indietro, cioè di rinunciare alla salita, all’ascensione, alla cima, alla vetta, alla montagna, allora so di aver raggiunto il limite”.

Prosegue Barmasse: “ci sono dei sistemi con i quali andare oltre i limiti, secondo me però sono mezzi illeciti, eticamente scorretti nell’alpinismo…”

 

Simonetta Quirtano

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE: