MENU

15 maggio 2018

Ambiente e Territorio · Cultura · Video Talk · Trento Film Festival 2018

VIDEO. Previsioni meteo. I consigli di Alberto Trenti di MeteoTrentino: quando si va in montagna, non fermarsi all’iconcina

Intervista di Andrea Bianchi
Riprese e montaggio: Andrea Monticelli

Alberto Trenti, Direttore di Meteotrentino, Servizio Prevenzione Rischi della Provincia autonoma di Trento, il 2 maggio scorso ha tenuto al MUSE Cafè una conferenza su fenomeni imprevedibili come le “valanghe”, un incontro organizzato nell’ambito del 66° Trento Film Festival, per capire cosa le innesca, quali sono i segnali premonitori e come possiamo difenderci.

Alla luce dell’ultima tragedia consumatasi sulle Alpi nel ponte del primo maggio, che in meno di 72 ore, complici le pessime condizioni meteo su tutto l’arco alpino, ha visto 14 persone perdere la vita e almeno un’altra decina rimanere ferite in modo grave,  abbiamo approfittato di questa occasione per intervistarlo e parlare con lui di previsioni meteo. Comprendere meglio come leggere i dati forniti dai canali preposti è determinante, soprattutto quanto si decide di andare in montagna dove le condizioni del tempo possono cambiare repentinamente.

“Il 90% degli utenti si fermano all’iconcina e solo una piccola parte va a leggere il testo per cercare di capire qual è la situazione e come si può sviluppare”,  afferma Trenti –  cosa che può andar bene finchè si vive in ambiente urbano o comunque controllato, con possibilità di riparo… In montagna questa cosa non  va più bene…”

Tra i vari consigli forniti dal direttore di MeteoTrentino in questa video intervista, quello di “leggere il bollettino e la parte testuale con una certa attenzione e non limitarsi a guardare la fascia oraria che interessa perchè la previsione può anche sbagliare di qualche ora, la giornata meglio guardarla tutta e guardare anche la giornata dopo”.

 

Simonetta Quirtano

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE: