LETTI DI NOTTE, alla Libreria La Montagna. Torino, 18-19-20 giugno 2015

222px-letti-di-notte-visual2015LETTI DI NOTTE: LA NOTTE BIANCA DEL LIBRO E DEL LETTORE. GLI APPUNTAMENTI ALLA LIBRERIA LA MONTAGNA DI TORINO

Anche quest’anno,  la Libreria la Montagna di Torino partecipa alla notte bianca delle librerie Letti di notte(sabato 20 giugno) e, per preparare i lettori alla nottata, propone alcuni incontri con autori già dal giovedì.

Il primo appuntamento è fissato per giovedì 18 giugno con il libro Nel vento e nel ghiaccio di Paolo Paci (Sperling&Kupfer) presentato dalla giornalista Linda Cottino che incontra l’autore, Paolo Paci, per accompagnarci nel racconto delle grandi imprese che hanno reso questa montagna un mito.

Venerdì 19 giugno, si scrive un libro e lo si pubblica! Un laboratorio di autocostruzione di un’autobiografia! Costruire un libro e raccontare una storia in … otto pagine. La serata proseguirà con letture a ruota libera.

Sabato 20 giugno, musica e canzoni a cura di Turi Oppedisano, un cantautore cantastorie che con la sua musica accompagnerà i presenti verso la notte bianca delle librerie.

Non mancheranno gli aperitivi e lo spuntino di mezzanotte.

Programma

giovedì 18 giugno 2015
alle 18.30 / Nel vento e nel ghiaccio di Paolo Paci
Cervino, un viaggio nel mito. La storia, la leggenda e la magia del monte diventato un mito per gli alpinisti di tutto il mondo.
Incontro con l’autore Paolo Paci e la giornalista Linda Cottino
Aperitivo

venerdì 19 giugno 2015
dalle 19.00 alle 21.00 / Scrivo un libro
Piccola autobiografia autocostruita.
La mia storia in otto pagine, il mio libro in quattro pieghe.
Laboratorio a cura di Maria Grazia Zunnui e Laura Socci
Aperitivo
dalle 21.30 / Pagine e voci: i lettori propongono le loro pagine preferite e le leggono per noi
Tisana e biscotti

sabato 20 giugno 2015
dalle 19.30 / Aperitivo
alle 21.30 / Musica e canzoni : concerto acustico di Turi Oppedisano con Matteo Gorgoglione
Spuntino di mezzanotte

Share

SALONE INTERNAZIONALE DEL LIBRO. Torino, 14-18 maggio 2015

300px-salone-internazionale-del-libro-torino-fonte-wwlingottofiereitSALONE INTERNAZIONALE DEL LIBRO: ALL’INAUGURAZIONE DEL 14 MAGGIO,  IL PRESIDENTE SERGIO MATTARELLA

Giovedì 14 maggio a Torino, alle ore 10 (Sala Gialla), alla presenza del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, verrà inaugurata la 28^ edizione del Salone Internazionale del Libro che si terrà fino a lunedì 18 maggio 2015 al Lingotto Fiere (via Nizza 280, 10126 – Torino).

Tema conduttore del 2015, le “Meraviglie d’Italia”, il paesaggio italiano, i monumenti e i tesori Unesco, l’innovazione, l’eccellenza italiana nei tanti campi della creatività storica e contemporanea, e il suo posto nell’immaginario del nuovo planisfero globalizzato.

Ospite d’onore è la Germania, presente nel Padiglione 3 con un grande spazio multimediale.

AUTORI ITALIANI

Nutrita, come sempre, la presenza degli autori italiani.

Sono attesi al Lingotto, fra gli altri: Antonia Arslan, Corrado Augias, Alessandro Baricco, Stefano Benni, Daria Bignardi, Isabella Bossi Fedrigotti, Paola Capriolo, Massimo Carlotto, Gianrico Carofiglio, Sveva Casati Modignani, Mauro Corona, Mauro Covacich, Donato Carrisi, Alessandro D’Avenia, Franco Di Mare, Patrick Fogli, Giorgio Fontana, Cristina Gabetti, Alessia Gazzola, Fabio Genovesi, Massimo Gramellini e Chiara Gamberale, Michela Murgia, Giorgio Nisini, Aldo Nove, Vittorio Giacopini, Elena Loewenthal, Lorenzo Marone, Antonio Moresco, Gianni Mura, Margherita Oggero, Laura Pariani, Marco Peano, Carmen Pellegrino, Alessandro Perissinotto, Lidia Ravera, Antonio Scurati, Clara Sereni, Silvia Truzzi, Dario Vergassola, Sandro Veronesi, Matteo Viviani.

OSPITI STRANIERI

Tra gli ospiti stranieri, Emmanuel Carrère, che al Salone ritirerà il Premio Mondello Internazionale dalle mani di Antonio Scurati.

Molto atteso l’archimandrita Tikhon Shevkunov e Catherine Dunne, che presenterà in anteprima il suo nuovo romanzo “Un terribile amore”.

Torna a Lingotto anche  l’americana Vanessa Diffenbaugh con il suo nuovo romanzo “Le ali della vita”.

libriNUOVO SPAZIO PIEMONTE, SOSTENUTO DA UNCEM

Paesaggi, storie, meraviglie (nel Padiglione 5) è dedicato alla scoperta e alla riflessione sul paesaggio della regione del Salone Internazionale del Libro, nel contesto più generale delle Meraviglie d’Italia e del dibattito sulla loro tutela Unesco e valorizzazione. Dal paesaggio naturale al ritorno dell’agricoltura urbana, dal rilancio di monumenti storici come i bastioni di Chieri o il Forte di Exilles fino alle buone pratiche nel recupero di antichi villaggi abbandonati come Ostana in Valle Po.

Il progetto è sostenuto dall’Uncem – Unione Nazionale Comuni Montani, ed è curato dall’Aiapp, l’associazione degli architetti paesaggisti, aspettando il 53° Congresso Mondiale di Architettura del Paesaggio – Ifla, che si terrà proprio a Torino dal 18 al 23 aprile 2016.

Fra gli appuntamenti in programma: Borghi alpini. La rinascita di Ostana (giovedì 14 ore 15.00);  le storie del «cercatore d’alberi» Tiziano Fratus (domenica 17, ore 11.00), il dibattito Cinema e montagna con Giorgio Diritti, Fredo Valla e Sandro Gastinelli (domenica ore 13.00).

SALONE OFF, 12^ EDIZIONE

Negli stessi giorni del Salone, in città e fuori, il Salone Off, che porterà gli scrittori del Salone in oltre 250 luoghi delle 10 Circoscrizioni di Torino e di 13 Comuni della Città Metropolitana.

Circa 400 gli appuntamenti, programma completo su salonelibro.it e sulla App Salone.

 

Orari del Salone del Libro:
gio-do-lu 10-22; ve-sa 10-23.
Biglietto intero 10.00 €, ridotto 9.00 €

Share

GIORNATA MONDIALE DEL LIBRO. Celebrazioni il 23 aprile 2015

Giornata Mondiale del Libro. Fonte immagine: www.unesco.it

Giornata Mondiale del Libro. Fonte immagine: www.unesco.it

GIORNATA MONDIALE DEL LIBRO E DEL DIRITTO D’AUTORE

Giovedì 23 aprile, si celebra in tutto il mondo la Giornata Mondiale del Libro e del Diritto d’Autore, ormai un appuntamento fisso nel calendario delle manifestazioni culturali italiane.

Con questo appuntamento, annuale dal 1996, la Conferenza generale dell’UNESCO rende tributo mondiale a libri e autori, incoraggiando tutti, ed in particolare i giovani, a scoprire il piacere della lettura.

Per quanto riguarda i libri di montagna, tra gli appuntamenti programmati per il 23 aprile vi segnaliamo che in piazza Palazzo di Città a Torino, dalle ore 10.00 alle ore 20.00, la Libreria La Montagna incontrerà i lettori, presentando alcune pubblicazioni. Il libro del giorno sarà Il viaggio verticale di Enrico Camanni.

E il 23 aprile in Italia sarà anche il giorno di #ioleggoperché, un’iniziativa dell’Associazione Italiana Editori in cui i protagonisti sono i libri e i lettori. Una grande iniziativa nazionale di promozione del libro e della lettura rivolta ai futuri lettori.

Simonetta Quirtano

 

Share

UNA MONTAGNA DI LIBRI. Gran finale sulle tracce di Mario Rigoni Stern

Mario Rigoni Stern

Mario Rigoni Stern

UNA MONTAGNA DI LIBRI. A CORTINA, IL GRAN FINALE DELLA XI EDIZIONE

Si prepara il gran finale per la XI edizione di Una montagna di libri, la rassegna protagonista della stagione letteraria di Cortina d’Ampezzo.

Saranno lʼincontro dʼeccezione con Emmanuel Carrère, e quello con Sergio Frigo e
Sara Luchetta, i protagonisti assoluti della Pasqua a Cortina d’Ampezzo.

Venerdì 3 aprile, con Frigo e Luchetta, Una Montagna di Libri ripercorrerà i
sentieri e i percorsi di un grande narratore veneto ed europeo come Mario Rigoni Stern,
al quale i due hanno dedicato la prima app per smartphone, che guida gli utenti alla scoperta dei luoghi del grande scrittore.

Sabato 4 aprile, a chiudere la XI Edizione della rassegna sarà la presenza di eccezione di
uno dei più apprezzati narratori contemporanei: Emmanuel Carrère, che presenterà Il
Regno (Adelphi), grande successo da poco pubblicato in Italia, un viaggio nella prima
cristianità. Carrère sarà introdotto da Massimo Mamoli e Francesco Chiamulera.

Entrambi gli incontri sono in programma presso la Sala Cultura del Palazzo delle Poste
di Cortina, alle ore 18.

Ingresso libero fino a esaurimento posti. E’ consigliata la prenotazione all’indirizzo info@unamontagnadilibri.it.

La rassegna – al suo quinto anno di attività – tornerà nell’estate 2015, quando terrà
la sua XII edizione a Cortina dʼAmpezzo.

Ulteriori info

 

Share

UNA MONTAGNA DI LIBRI. Viaggio nel gusto e nello stile con Marchi e Bottura il 20 febbraio

554px-programma-unamontagnadilibri“UNA MONTAGNA DI LIBRI”: VIAGGIO NEL GUSTO E NELLO STILE CON PAOLO MARCHI E MASSIMO BOTTURA

Saranno Massimo Bottura e Paolo Marchi al centro del prossimo incontro di
Una montagna di libri, la rassegna protagonista della stagione letteraria di Cortina
d’Ampezzo.

L’appuntamento “Mai credere a un cuoco magro!”, i piatti che allargano la vita,  è per venerdì 20 febbraio 2015, alle ore 18.00, presso il Palazzo delle Poste di Cortina (BL).

Introduce l’incontro Claudio De Min.

423px-Massimo-Bottura-fonte-cortinaturismoI DUE OSPITI

Massimo Bottura è lo chef patron dell’Osteria Francescana, terza migliore tavola al
mondo secondo il World’s 50 Best Restaurants. Cresciuto a Modena, sin da ragazzo
manifesta uno spiccato interesse per la gastronomia. Nel 1986 abbandona gli studi di
legge per aprire il suo primo ristorante; successivamente perfeziona la sua formazione lavorando per Alain Ducasse al Louis XV di Montecarlo e per Ferran Adrià a elBulli.
Combinando gli antagonismi di queste due scuole, lo chef aprirà nel 1995 l’Osteria
Francescana.

Paolo Marchi

Paolo Marchi

Paolo Marchi, figlio del grande Rolly, è l’inventore e artefice di Identità Golose, il primo congresso di cucina d’autore in Italia. Ha curato la rubrica Cibi e la pagina Affari di Gola de “Il Giornale”. E’ stato professore di giornalismo gastronomico all’Università di Parma.
Segue fin dalla costituzione i lavori della sezione italiana dell’associazione dei Jeunes
Restaurateurs d’Europe e nel giugno 2006 ha vinto il premio Veronelli come scrittore
enogastronomico emergente.

LʼINCONTRO

All’Osteria Francescana, lo chef Massimo Bottura trae spunto dall’arte contemporanea per realizzare piatti altamente innovativi che approfondiscono e reinterpretano le tradizioni culinarie italiane, e che sono ricostruiti, seguendo una carriera venticinquennale, nel nuovo libro Vieni in Italia con me: le ricette accompagnate da testi che svelano le ispirazioni, gli ingredienti e le tecniche di Bottura.

Contemporaneamente, a Identità Golose, primo congresso italiano della cucina, Paolo Marchi ha creato un tempio di amore per il cibo e curiosità per tutto ciò che è nuovo e creativo nella cucina italiana. E ha scritto, ora, il suo manifesto,
intitolato non a caso XXL. A Cortina, un inno al piacere della grande cucina. Perché, ci avvertono gli autori, non bisogna mai credere a un cuoco italiano magro.

Ingresso libero fino a esaurimento posti.

Share

LA MONTAGNA DA VICINO con Loris De Barba. Conegliano (TV), 21 gennaio 2015

300px-COPERTINA-SCIALPINISMO-IN-UN_ISOLA-DI-SILENZIO-_OLTRE-PIAVE_Fonte-VIVIDOLOMITI-web-300x300LA MONTAGNA DA VICINO: SI APRE IL 21 GENNAIO L’EDIZIONE 2015 CON L’ALPINISTA-FOTOGRAFO LORIS DE BARBA

Prende il via mercoledì 21 gennaio a Conegliano Veneto (TV), la rassegna “La Montagna da Vicino”, edizione 2015.

Le  serate si terranno nella sede sociale del CAI.

Il primo appuntamento è con un appassionato fotografo e scialpinista, Loris De Barba che presenterà Scialpinismo in un’isola del silenzio. E’ stata definita “la prima e unica guida scialpinistica e fotografica sulle Dolomiti più selvagge… la wilderness dell’Oltre Piave”. Ecco cosa ne dice De Barba: “L’ambiente è davvero speciale e la fatica per arrivarci è compensata abbondantemente dalla bellezza dei luoghi. Magnifici boschi solitari fanno da cornice a una selva di guglie, torri e pinnacoli di forme diverse, che non hanno uguali nelle Dolomiti. Alla loro base gli alti torrioni sono circondati da ammassi di detriti e depositi ghiaiosi che conferiscono loro un’immagine di fantastica verticalità. è il cuore selvaggio di queste montagne …”.

Segnaliamo che questa sera, lunedì 12 gennaio, si terrà la serata di Livio Lupi sulla Grande Guerra, con l’anteprima di un documentario girato d’inverno, con le Sentinelle del Lagazuoi.

 

LORIS DE BARBA

Loris De Barba, nato a Limana (BL) nel 1954, dove vive, si dedica alla fotografia da 25 anni. Grande specialista della tecnica del bianco e nero, ha partecipato a concorsi fotografici e ha esposto in diverse città del Veneto le sue fotografie di montagna, reportage di viaggio e di denuncia sul degrado ambientale. Pratica sia l’alpinismo che la fotografia da non professionista. Le sue escursioni in zone poche frequentate, con molte salite sui 4000 delle Alpi, hanno regalato scatti molto apprezzati.

Tutti i dettagli su www.caiconegliano.it

Share

RICCARDO CASSIN, cento anni di vita, di avventura e di montagna. Lecco, 25 novembre 2014

320px-Cassin_Grigne_1946-fonte-it_wikipediaorgRICCARDO CASSIN. UNA SERATA A LECCO DEDICATA AL GRANDE ALPINISTA E ALLE SUE IMPRESE

Martedì 25 novembre alle ore 21.00 presso la sala Don Ticozzi di Lecco, la Fondazione Riccardo Cassin, in collaborazione con Alpine Studio, organizza la serata  “Cassin, cento anni di vita, di avventure e di montagna“ dedicata  al grande alpinista  Riccardo Cassin e alle montagne lecchesi. Un’occasione per tenere sempre accesa e viva l’attenzione sull’importanza della storia ereditata dai grandi personaggi che hanno portato Lecco e il suo territorio ad essere conosciuti in tutto il mondo.

Attraverso vari eventi, la Fondazione continua a parlare e a raccontare del grande alpinista, delle sue imprese e dei suoi insegnamenti, come avverrà anche in questa serata, grazie all’aiuto degli amici, sostenitori e appassionati di montagna.

Ospiti della serata: Daniele Redaelli, biografo ufficiale, Alessandro Gogna, noto alpinista conosciuto e apprezzato anche dai lecchesi, nonché Rossano Libera, anche lui legato a Riccardo per alcune sue grandi imprese alpinistiche e non solo.

Questi personaggi presenteranno anche l’opera editoriale Dove la parete strapiomba, primo libro scritto da Riccardo nel 1958 e riedito da Alpine Studio e la Fondazione Riccardo Cassin con la nuova prefazione di Rossano Libera.

 

Ulteriori info

 

Share

IL RICHIAMO DI ZANNA BIANCA. Teatro Comunale di Belluno, 5 ottobre 2014

Jack London, Davide Sapienza. Fonte: www.alpesorg.com

Jack London, Davide Sapienza. Fonte: www.alpesorg.com

“IL RICHIAMO DI ZANNA BIANCA”: LA RAPPRESENTAZIONE TEATRALE, OSPITE DI “OLTRE LE VETTE”

Ultima data del 2014 per la rappresentazione teatrale “Il richiamo di Zanna Bianca”, programmata al Teatro Comunale di Belluno, Domenica 5 ottobre (ore 21).

Reduce dal grande successo al Film Festival della Lessinia, la squadra Sapienza, Garolfi, Zanoletti, Bergamini, prodotta e distribuita da Alpes, riappare come ospite di uno dei più longevi e prestigiosi festival dedicati alla montagna, Oltre le Vette di Belluno.

Davide Sapienza. Foto: Henry Gottardi/Alpes

Davide Sapienza. Foto: Henry Gottardi/Alpes

IN SCENA, DUE CAPOLAVORI DI LONDON

Per la prima volta sulla scena una performance unisce due capolavori di Jack London: Il richiamo della foresta (1903) e Zanna Bianca (1906). I testi sono tratti dalle traduzioni che Feltrinelli ha affidato a Davide Sapienza, considerato lo studioso e traduttore di London più innovativo della sua generazione. L’idea di unire e alternare estratti dai due romanzi “compagni”, come li definì l’autore stesso, ha trovato in Francesco Garolfi l’artista perfetto per comporre le canzoni strumentali che si intrecciano alle letture. Di impatto diretto, curato ma ruvido come il wild, lo spettacolo vede alla direzione artistica Umberto Zanoletti e alla consolle Diego Bergamini, entrambi di Teatro Minimo.

Partendo dalle tracce di Buck (Il richiamo della foresta), ci si ritrova nella grotta che ha visto nascere Zanna Bianca, il cucciolo di lupo grigio. Buck ritornerà alla vita selvaggia, a cui il suo istinto primordiale lo richiama, mentre Zanna Bianca dal wild assoluto finirà per andare a vivere in una tenuta della California simile a quella dov’era stato rapito Buck. Aiutato dall’esperienza diretta dei viaggi nel grande Nord, nello Yukon, l’autore de I diari di Rubha Hunish, La musica della neve e Camminando, insieme a Francesco Garolfi (autore del cd Wild) sperimenta e commuove, in una performance per tutti.

Testo: Jack London
Cura e narrazione: Davide Sapienza
Musiche originali: Francesco Garolfi
Suoni: Diego Bergamini
Regia: Umberto Zanoletti

Share

VOCI DELLA MONTAGNA. Carsulae (TR), 27 settembre 2014

Voci della Montagna 2014. Locandina

Voci della Montagna 2014. Locandina

VOCI DELLA MONTAGNA: MARATONA DI LETTURA A CARSULAE

Nel suggestivo scenario del parco archeologico di Carsulae e nell’ambito del ciclo di appuntamenti gratuiti organizzati dall’ ACT Arte Cultura Terni (ALIS, ACTL, Sistema Museo, Assessorato alla Cultura del Comune di Terni, Soprintendenza per i beni archeologici dell’Umbria e Ministero per i beni e le attività culturali), tornano le parole che raccontano la montagna nei suoi molteplici e variegati aspetti.

“Voci della Montagna” è un’iniziativa a cura dell’Associazione “Stefano Zavka” di Terni che invita tutti gli amanti della montagna ad una maratona di lettura in cui proporre il proprio testo preferito tratto da un libro o dal proprio diario.
L’Appuntamento per la lettura dei brani è nella Chiesa di San Damiano a Carsulae, dalle 15.30 di sabato 27 settembre 2014. Alle parole si alterneranno intermezzi musicali.

Le informazioni per procedere all’iscrizione possono essere reperite sul sito dell’Associazione “StefanoZavka” (è gradita prenotazione).

Info:
CARSULAE Parco Archeologico
Tel. / fax 0744 334133
info@carsulae.it – www.carsulae.it

Ass.ne “Stefano Zavka”
tel. 0744 409700, zavka@hotmail.it – www.precipizirelativi.it

Share

UNA MONTAGNA DI LIBRI: il programma completo. A Cortina dal 18 luglio

Una montagna di libri - foto: Giacomo Pompanin

Una montagna di libri – foto: Giacomo Pompanin

UNA MONTAGNA DI LIBRI. SI APRE A CORTINA LA IX EDIZIONE DELLA RASSEGNA DEDICATA AGLI INCONTRI CON GLI AUTORI

E’ disponibile il programma completo della IX Edizione di Una Montagna di Libri, la rassegna di incontri con l’Autore protagonista dell’estate ampezzana.

Da venerdì 18 luglio al 2 settembre 2014,  una carrellata di oltre trentacinque appuntamenti con alcune delle figure di maggior rilievo della cultura, della letteratura, dell’arte e del giornalismo italiano e internazionale.

Ospiti della rassegna estiva sono, tra gli altri, Peter Cameron, Ramin Bahrami, Francesco Piccolo, Walter Siti, Andrea Vitali, Massimo Recalcati, Paolo Mieli, Roberto Napoletano, Marino Sinibaldi, Gualtiero Marchesi, Francesco Giavazzi, Gian Arturo Ferrari, Vincino, Flavio Caroli, Massimo Teodori, Vittorio Feltri, Pierluigi Battista,
Gennaro Sangiuliano, Cesare De Michelis, Antonio Monda, Gaetano Cappelli, Cesare De Michelis, Vera Slepoj, Salvatore Carrubba, Antonio Ferrari, Raimonda Lanza di Trabia, Paolo Maria Noseda, Ottavia Casagrande, Valentina Saviane, Paola Severini, Marco Tarquinio, Alessandro Vardanega, Edgarda Ferri, Roberta Gallego, Daniele Marini, Maria Antonietta Coscioni, Nello Scavo, Carlo Arrigoni, Michele Mirabella, Paolo Valerio, Tiberio Timperi, Alberto Sinigaglia, Marisa Fumagalli, Alessandro Russello, Massimo Mamoli, Francesco Chiamulera, Giuseppe Chiellino, Antonio Aitoro, Marco Ottelli, Marino Zorzato, Giuseppe Andrich, Beppe Gioia, Massimo Monzio, Alessandro Zangrando, Ario Gervasutti, Domenico Basso, Gigi Moncalvo, Maria Luisa Vincenzoni, Giorgio Barbieri, Toni Sirena, Giovanni De Luca, Giovanna Martinolli, Roberto Nardi, Marco Dibona, Anna Sandri, Gianni Milano, Elsa Zardini,
Alessandro Toso, Francesco Vidotto, Roberto Faoro, Walter Pilotto, Paolo Giacomel, Ennio Rossignoli, Stefania Zardini Lacedelli.

Le sedi della rassegna saranno il Palazzo delle Poste di Cortina, il Miramonti Majestic Grand Hotel, e poi Alexander Girardi Hall, Cinema Eden, Hotel de la Poste, Museo d’Arte Moderna Mario Rimoldi.

L’inaugurazione della rassegna è fissata per venerdì 18 luglio, ore 21, al Palazzo delle Poste, La Montagna racconta. Quando i giovani ampezzani partirono per la Galizia. Con Paolo Giacomel, Marco Dibona, Giovanna Martinolli, Francesco Chiamulera

Share

SALONE DEL LIBRO DI MONTAGNA. Frabosa Sottana (CN), 5-6 luglio 2014

Salone del libro di Montagna, Frabosa Sottana - 2014 - visual

Salone del libro di Montagna, Frabosa Sottana – 2014 – visual

SALONE DEL LIBRO DI MONTAGNA A FRABOSA SOTTANA

Nei giorni 5 e 6 luglio 2014 si svolgerà a Frabosa Sottana (CN) la prima edizione del Salone del libro di Montagna.

La manifestazione, che si terrà presso l’Albergo Italia (via principe Umberto 15), prevede la partecipazione di una trentina di case editrici con le migliori produzioni librarie con tema la montagna a 360°.

L’inaugurazione è fissata per sabato 5 luglio alle ore 10.30, alla presenza delle autorità civili e militari. Il Salone sarà aperto dalle 10 alle 20 e nelle due giornate, la Sala Convegni ospiterà gli “Incontri con gli Autori”.

Ingresso libero.


EDITORI PRESENTI

Editori presenti: Alberto Fantone (Paesana), Alzani Editore (Torino), Andrea Parodi Editore (Genova), Antares Edizioni (Alba), Araba Fenice (Boves), Associazione valorizzazione Castelmagno (Castelmagno), Biblioteca dell’Immagine (Pordenone), Blu Edizioni (Torino), Confabula Libreria (Vicoforte), Coumboscuro Centro Provenzale (Monterosso Grana), Einaudi Editore (Torino), Elekta Kids (Milano), Ellin Selae (Murazzano), Fenoglio Editore (Mondovì), Fondazione Nuto Revelli (Cuneo), Fraternali Editore (Torino), Fusta Editore (Saluzzo), I Libri della Bussola (Dronero), Istituto Storico della Resistenza (Cuneo), La Lettera Scarlatta (Frabosa Sottana), Lareditore (Perosa Argentina), Libreria La Montagna (Torino), Lindau (Torino), OAK Editions (Torino), Piemme Geronimo Stilton (Milano),Più Eventi (Cuneo), Primalpe (Cuneo), Priuli e Verlucca (Scarmagno), Vallot Guillaume (Grenoble-Francia), Vivalda Editore (Torino).

“INCONTRI CON GLI AUTORI” – PROGRAMMA

Sabato 5 luglio 2014

Ore 10.45 Alberto Podestà “Il mistero della tavola bronzea” La Lettera Scarlatta
Ore 11,45 Michele Rivara “C’era una volta….La castagna” La Lettera Scarlatta
Ore 15,00 Sarah Cogni “Il sentiero di Emma” Araba Fenice
Ore 16,00 Bruno Vallepiano “Non senza dolore” Araba Fenice
Ore 17,00 Alessandro Grillo “Racconti in verticale” Le mani Editore
Ore 18,00 Gian Vittorio Avondo “Piemonte Contadino” Edizioni del Capricorno

Domenica 6 luglio 2014

Ore 10,45 Ariel e Michela Chiarelli “La cucina delle fate” OAK Editions
Ore 11,45 Lodovico Marchisio e M. Teresa Vivino “Il risveglio” OAK Editions
Ore 15,00 Christian Roccati “Dante” Le mani Editore
Ore 16,00 Sergio Aschero “Shchigalo” (bollicine)
Ore 17,00 Giorgio Ferraris “In prima linea a Nowo Postojalowka” Araba Fenice
Ore 18,00 Stefano Delfino “I sentieri della storia” Blu Edizioni

Info: www.salonelibromontagna.blogspot.it

Share

LETTERALTURA 2014. Verbania, 26-29 giugno 2014

LETTERALTURA 2014: OLTRE 60 OSPITI E 45 EVENTI

montagne - fonte: www.illagomaggiore.it

montagne – fonte: www.illagomaggiore.it

Torna, dal 26 al 29 giugno 2014, “LetterAltura“, la principale manifestazione dedicata alla letteratura di montagna, giunta quest’anno all’ottava edizione. Da Noëlle Revaz a Silvia Avallone, da Manolo a Nives Meroi, da Alessandro Sanna a Ugo Bertotti, non mancano neanche quest’anno i grandi protagonisti – della letteratura, dell’alpinismo, del fumetto – che si daranno appuntamento sul Lago Maggiore e nelle valli cusiane e ossolane per parlare di libri, di montagna, viaggio e avventura. Come ormai di consueto, la programmazione prevede anche appuntamenti (a seguire il week end inaugurale) nelle valli e precisamente: a Domodossola il 5-6 luglio e sul Lago d’Orta (Ameno e Miasino) il 13 luglio.

Resta invariata la formula del Festival che prevede incontri del pubblico dei lettori con gli autori per tutto l’arco delle giornate prescelte, spettacolo in tarda serata, con chiavi sempre innovative per approfondire, conoscere, riflettere e divertirsi.

Tra gli ospiti internazionali, quest’anno, una menzione particolare la merita la giovane scrittrice svizzera, recentemente tradotta in Italia, Noëlle Revaz. In collaborazione con ENI, poi, la rassegna cinematografica di quest’edizione permetterà di rivedere per la prima volta in versione restaurata due storici documentari di Gilbert Bovay: Oduroh (1964) e Africa: nascita di un continente (1968). In cartellone, nella sezione spettacoli, il concerto Scene dalla montagna dell’Orchestra Giovani Musicisti Ossolani, in programma a Villa Taranto per l’inaugurazione del festival, lo spettacolo folk AlpMusic, del gruppo milanese Barabàn e l’operetta, organizzata da Atelier la Voce dell’Arte, Gelsomino nel paese dei bugiardi, tratta da un opera di Gianni Rodari.

Due cine-incontri all’aperto faranno da anteprima alla rassegna estiva Bello raro, organizzata dalla Biblioteca di Verbania: Libri e nuvole di Pier Paolo Giarolo e Sister, sceneggiato da Antoine Jaccoud.

GLI APPUNTAMENTI A DOMODOSSOLA E SUL LAGO D’ORTA

A Domodossola l’intero fine settimana, pensato e organizzato in collaborazione con Amossola, sarà dedicato alle pièce teatrali ideate per animare e riportare al largo pubblico i musei ossolani. In scena, nelle piazze e all’interno dei musei cittadini, numerosi attori e artisti: Federico Bertozzi, Domenico Brioschi, Paola Caretti, Paola Giavina, Franco Giura, Manuela Massarenti, Floriano Negri, Matteo Severgnini e Flavio Stroppini. La giornata sul Lago d’Orta, organizzata in collaborazione con Asilo Bianco, prevederà un’escursione letteraria sulle orme di Antonio Rosmini, un incontro con gli scrittori Laura Pariani e Nicola Fantini che hanno recentemente pubblicato un romanzo ambientato a Orta, e una cena letteraria, organizzata in collaborazione con La Finestra sul Lago, dedicata al cibo e agli scrittori lacustri.

PERCORSI TEMATICI

Dentro al programma è possibile, individuare una serie di percorsi tematici che hanno guidato l’ideazione del Festival da parte degli organizzatori:
Alpinismo, Rifugi e architettura alpina, La pecora, Destinazione Africa: viaggio nel futuro, Le vette della scienza, Il Fumetto-reportage. Queste le tracce tematiche con cui confrontarsi in questa nuova edizione.

L’alpinismo fonde l’amore per la montagna e la natura con la preparazione tecnica, il sacrificio con la piena consapevolezza di sé. È uno dei pochi sport in cui l’uomo è solo, in balia degli eventi e degli agenti atmosferici, aiutato da pochi attrezzi: corda, moschettone, piccozza, scarponi.

ALPINISMO: OSPITI

Tra i grandi nomi dell’alpinismo internazionale, saranno a LetterAltura Manolo, tra gli inventori della scalata libera e sportiva; Nives Meroi, che, oltre ad aver scalato 11 delle 14 vette sopra gli Ottomila, ci racconterà del suo recente viaggio sul Sinai e sarà intervistata da Giulia Fretta. Franco Perlotto, giornalista, viaggiatore, alpinista e cooperante, che converserà con Mirella Tenderini; intervistata da Roberto Mantovani, Araceli Segarra, prima donna spagnola a raggiungere l’Everest. Inoltre il giornalista Pietro Crivellaro presenterà in anteprima l’album illustrato, che si credeva perduto, di Henriette d’Angeville, prima scalatrice del Monte Bianco nel 1838.

RIFUGI E ARCHITETTURA ALPINA

Dal 23 giugno al 6 luglio sarà visitabile, a Palazzo Flaim, la mostra Rifugi alpini ieri e oggi.
Sono luoghi che sanno di utopia e di fiaba. Ma visto da lassù, il “mondo vero”, quello che abbiamo lasciato a valle, direbbe Nietzsche, diventa favola. Si ha un rovesciamento tra il mondo fasullo della città e il mondo che abitiamo in montagna, in cui sentiamo noi stessi più autentici. È la Montagna magica di Thomas Mann, luogo della verità che entra in contrasto con la città.
Gli eventi di questo percorso sono realizzati in collaborazione con l’Ordine degli Architetti Novara-VCO.
A parlarne insieme a noi: gli architetti Roberto Dini e Luca Gibello, dell’Associazione Cantieri d’Alta Quota, organizzatrice della mostra e gli architetti Hervé Dessimoz, progettista del rifugio Goûter sul Monte Bianco, Antonio Ingegneri e Erica Ribetti progettisti del rifugio Gonella e Nicola Baserga dei tre rifugi svizzeri Capanna Cristallina, Capanna Moiry e Capanna Michela.

venerdì 27 giugno – Verbania

17.45 – 18.45 Palazzo Flaim
Architettura alpina. Rifugio Goûter al Monte Bianco
Incontro con Hervé Dessimoz
Evento in collaborazione con l’Ordine degli Architetti del VCO

17.45 – 18.45 Società Operaia
Dalle cime dolomitiche all’Amazzonia degli Yanomamö
Franco Perlotto dialoga con Mirella Tenderini

sabato 28 giugno – Verbania

17.45 – 18.45 Chiostro dell’Hotel il Chiostro (in caso di pioggi all’Auditorium)
Faccia a faccia con “Il mago”
Manolo dialoga con Mirella Tenderini

domenica 29 giugno – Verbania

15.00 – 16.00 Società Operaia
Da modella ad alpinista, alla conquista delle vette
del mondo
Araceli Segarra dialoga con Roberto Mantovani

16.30 – 17.30 Sala Rosmini dell’Hotel Il Chiostro
Una testimone d’eccezione racconta il monte Sinai
Nives Meroi dialoga con Giulia Fretta

17.45 – 18.45 Società Operaia
Henriette d’Angev ille, la prima alpinista (1938)
Incontro con Pietro Crivellaro

VAI ALL’INTERO PROGRAMMA

Info: www.letteraltura.it/

Share

PASSIONE VERTICALE. I volti della rassegna di Courmayeur

PASSIONE VERTICALE. L’ESTATE ESTREMA DI COURMAYEUR

Arnaud Petit - foto: archivio CSC

Arnaud Petit – foto: archivio CSC

“Passione Verticale” è il titolo della rassegna che porterà a Courmayeur, dove sono state scritte alcune delle più belle pagine dell’alpinismo, brillanti alpinisti del presente e del passato. Teatro del festival, il Jardin de l’Ange, nel cuore di Courmayeur.

IN PROGRAMMA

I primi ad incontrare il pubblico saranno, il 31 luglio, le guide alpine Edmond Joyeusaz e Federico Colli, che illustreranno la loro Ski Challenge himalayana, ovvero il tentativo di effettuare la prima discesa con gli sci del Lhotse. Il 2 agosto, spazio al grande alpinista Pierre Mazeaud, grande amico di Bonatti, che racconterà non solo il suo amore per la montagna, ma anche l’attività di fine giurista e uomo politico francese.

Angelika Rainer - foto: archivio CSC

Angelika Rainer – foto: archivio CSC

Il 9 agosto arriveranno a Courmayeur Arnaud Petit e Stéphanie Bodet: i “vagabondi della verticale”, una coppia nella vita e tra le rocce, renderanno il pubblico partecipe delle loro avventure nel mondo dell’arrampicata. Il 17 agosto sarà presente invece un terzetto tutto femminile: Angelika Rainer, vincitrice della coppa del mondo di ice climbing, tre volte campionessa mondiale della specialità, Anna Torretta, unica donna nella Società delle Guide Alpine di Courmayeur, pluricampionessa italiana di arrampicata su ghiaccio, vice-campionessa del mondo, e Linda Cottino, giornalista specializzata in alpinismo, trekking e montagna, appassionata camminatrice. Gli appuntamenti, previsti per le ore 21.15, saranno moderati da Enrico Montrosset.

Kurt Diemberger - foto: archivio CSC

Kurt Diemberger – foto: archivio CSC

SEZIONE LIBRI E FILM

Oltre ai Volti di Passione Verticale, la rassegna propone la sezione Libri e la sezione Film, dedicate al tema della montagna e dell’alpinismo. Due le “avventure di carta”: La traversata delle Alpi da Thonon a Trento, di Douglas W. Freshfield, presentato al pubblico il 3 agosto, alle 18, da Angelo Recalcati, e introdotto dal prof. Giorgio Bertone, e “I vagabondi delle Alpi”, di Luciano Mareliati, introdotto da Moreno Vignolini il 13 agosto, sempre alle 18.

La sezione cinematografica è stata allestita in collaborazione con il Cervino CineMountain Festival: in calendario ci sono il film “180° South”, di Chris Malloy (4 agosto), “Il neige à Marrakech”, cortometraggio di Hicham Allayat, seguito da “Vite tra i vulcani”, di Mario Casella e Fulvio Mariani (11 agosto), e “Verso Dove”, di Luca Bich, dedicato alla figura di Kurt Diemberger (18 agosto).

La serata Best of Alpinism, il 14 agosto, alle 21.15, è invece dedicata alla proiezione del film “Piolet d’Or Carrière – premio Walter Bonatti”, che racconta del prestigioso riconoscimento intitolato al grande alpinista che forse più di ogni altro ha incarnato lo spirito della Passione Verticale.

La “Passione Verticale”, infine, è amore per la montagna a 360°: ecco perché all’interno della rassegna è stata organizzata, il 24 agosto, alle 21.15, la serata Courmayeur Best of Freeride, con la proiezione delle clip 2013/2014 di Click on the Mountain e del Freeride World Tour, due grandi appuntamenti internazionali che hanno lanciato la località nell’Olimpo delle migliori destinazioni per questa specialità invernale.

Share

MONTE BALDO ROCK. Presentazione. Trento, 20 maggio 2014

Monte Baldo Rock - cover

Monte Baldo Rock – cover

MONTE BALDO ROCK. PRESENTAZIONE DELLA NUOVA GUIDA A TRENTO PRESSO LA SEDE SOSAT

Sarà presentata oggi, martedì 20 maggio 2014, alle ore 20.45, nella sede della Sosat in via Malpaga 17 a Trento la nuova guida Monte Baldo Rockdi Cristiano Pastorello ed Eugenio Cipriani.
I due scalatori illustreranno al pubblico della Sosat il loro lavoro e le motivazioni che li ha portati a realizzare un libro sulle scalate del Monte Baldo.

GLI AUTORI

Cristiano Pastorello, è nato nel 1977, si è formato alpinisticamente sulle Piccole Dolomiti vicentine. Accademico del CAI, membro del Soccorso Alpino, vanta importanti ripetizioni nei principali gruppi dolomitici, ma in particolare sulla Nord Ovest del Civetta. Nel 2005 si trasferisce nell’entroterra Baldense innamorandosi perdutamente di questi luoghi. Coadiuvato dagli “storici” del posto, ha aperto itinerari nei settori più reconditi del Monte Baldo. Attualmente è presidente della Laac (Libera associazione alpinisti chiodatori) che si prefigge come scopo principale quello di mantenere e sviluppare il patrimonio alpinistico del Baldo e della valle dell’Adige. Laureato in Scienze forestali e ambientali, è impegnato in progetti di valorizzazione sostenibile del territorio, nei quali l’arrampicata e gli sport d’avventura giocano sempre un ruolo fondamentale. Dal 2013 è uno dei gestori del rifugio G. Barana al Telegrafo, sul Monte Baldo.
Eugenio Cipriani, è un esponente della generazione del “Nuovo Mattino” è nato nel 1959. Dal 1976 vagabonda per le crode sempre alla ricerca di luoghi e pareti “vergini” (piccole o grandi che siano non importa) pur di stare “oltre la folla”. “Nonalpinista” per scelta, oltre che per indole, ma semplice “scalatore” (definizione che dice tutto e niente allo stesso tempo) ha realizzato dal 1978 a oggi circa 600 vie nuove di più tiri in tutto il nord-est delle Alpi spingendosi sino ai Balcani e alla Grecia. In provincia di Verona ha scoperto e iniziato a chiodare per primo numerose falesie divenute poi “di massa”, varie strutture della Valpolicella e della Lessinia ed è stato uno dei più attivi esploratori della Val d’Adige della quale ha realizzato nei primi anni Ottanta la prima guida alpinistica. È fuggito puntualmente (e continua a fuggire) nel momento in cui le sue scoperte divengono di dominio pubblico. Laureato in Lettere, giornalista e scrittore, ha al proprio attivo una cinquantina di pubblicazioni fra guide, libri fotografici e volumi dedicati ad argomenti letterari, storici e geografici

 

Share

ALPINISTI DI IERI E DI OGGI. Bazzano (AQ), 16 maggio 2014

Storia dell'alpinismo in Abruzzo - cover

Storia dell’alpinismo in Abruzzo – cover

ALPINISTI DI IERI E DI OGGI.  AL SALONE DEI PARCHI DELL’AQUILA, PRESENTAZIONE DELL’ULTIMO LIBRO DI STEFANO ARDITO “STORIA DELL’ALPINISMO IN ABRUZZO”

Venerdì 16 maggio 2014, alle ore 17, presso il Salone dei Parchi dell’Aquila, Zona Industriale di Bazzano, si terrà la presentazione del volume “Storia dell’alpinismo in Abruzzo” di Stefano Ardito, pubblicato dalla casa editrice teramana Ricerche&Redazioni, che si sta specializzando per la proposta di opere generali sulla storia e la cultura delle montagne dell’Appennino.

La presentazione aquilana segue di pochi giorni quelle di di Teramo e Atri, e vedrà l’intervento, oltre che dell’autore, di Mimì Alessandri, Agostino Cittadini, Lino D’Angelo, Luca Daniele Gentile e Vanessa Ponziani.

Il libro ripercorre per la prima volta i quasi 450 anni di storia delle esplorazioni compiute sulle montagne abruzzesi, e lo fa con uno stile di grande impatto ed efficacia narrativa. Stefano Ardito, è una delle firme più note e autorevoli del giornalismo di montagna e di viaggi italiano.

Ben 328 pagine di storie straordinarie e riccamente illustrate, per un libro pubblicato con il Patrocinio di: Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise, Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga, Parco Nazionale della Majella, Parco Naturale Regionale Sirente Velino, CAI Abruzzo, CAI Lazio e CAI Marche.

APPROFONDIMENTO SUL LIBRO

Share

eBook e Cataloghi

Book trailer

Argomenti

Editori

BookTrailer


------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Mountain Blog è un supplemento alla testata Blogosphera, registrata presso il tribunale di Trento (n. 1369/08)
Blogosphera: Direttore responsabile: Andrea Bianchi - Editore: Etymo srl
Redazione: c/o Etymo srl - Via Brescia, 37 - 38122 Trento (TN) - tel. 0461.236456 - redazione@etymo.com
© 2006-2009 etymo s.r.l. P.IVA 02242430219. Alcuni diritti sono riservati sotto licenza Licenza Creative Commons.

Policy di utilizzo dei cookies