MENU

25 settembre 2015

Cult · in evidenza · Mountain Book · Premi letterari · Alessandro Plazzogna · Antonio Bortoluzzi · Biblioteca dell'Immagine · Bruno Pisani · cortometraggi · Cult · Enrico Volpi · experience · Giovanni Kezich · Giuliano Dal Mas · Hervé Barmasse · Ibarra Manu · Isabel Suppé · Ivo Pecile · Jérôme Blanc-Gras · La montagna dentro · Laterza · Leggimontagna · Letteratura · Livio Sadoch · Matteo Pietripaoli · Maurizio Capobussi · Mountain Book · narrativa · Paesi alti · premi letterari · Una notte troppo bella per morire · Vivalda Editori · Cultura · Premi Letterari · Cortometraggi

"LEGGIMONTAGNA 2015" A HERVÉ BARMASSE!

Leggimontagna 2015. Hervé Barmasse. Foto: Alberto Cella

Leggimontagna 2015. Hervé Barmasse. Foto: Alberto Cella

LEGGIMONTAGNA 2015. IL PREMIO LETTERARIO, ALLA SUA AUTOBIOGRAFIA “LA MONTAGNA DENTRO”

Si è conclusa con un buon concorso di pubblico e di partecipazione autoriale la XIII edizione del concorso Leggimontagna, manifestazione dedicata agli scritti e agli audiovisivi alpini-alpinistici, annualmente promossa dall’Asca, l’associazione che raggruppa le sezioni Cai del Friuli montano.

La “due giorni” ha avuto il suo momento più vivo ed emozionante nella serata al teatro “Candoni” di Tolmezzo, con protagonista Hervé Barmasse, guida valdostana di quarta generazione e scalatore di punta europeo. Barmasse ha entusiasmato la platea, ma anche la giuria del premio letterario, che ha attribuito il primo premio alla sua autobiografia “La montagna dentro”, edita da Laterza.

Alle sue spalle si sono classificati l’argentino-tedesca Isabel Suppé con “Una notte troppo bella per morire” (Vivalda) e Antonio Bortoluzzi con “Paesi alti” (Biblioteca dell’immagine).

SAGGISTICA

Nella saggistica si sono classificati, nell’ordine, Giovanni Kezich (Carnevale re d’Europa – Priuli & Verlucca), Jerome Blanc-Gras e Ibarra Manu (L’arte del ghiaccio – Versante Sud), Giuliano Dal Mas (Schiara Montagna regina – Curcu & Genovese) ed – ex-aequo – Maurizio Capobussi (Sulle tracce della Grande Guerra – Curcu & Genovese).

Leggimontagna 2015. da sinistra: Giovanni Kezich, Spiro Dalla Porta Xydias

Leggimontagna 2015. da sinistra: Giovanni Kezich, Spiro Dalla Porta Xydias

INDEDITI

Negli inediti si sono affermate Daniela De Prato (Parole troppo gelate), Maria Grazia Menegon (Da me a te), e l’omonima Mariagrazia Menegon (Per lo meno bianche).

SCUOLE

La sezione dedicata alle scuole ha visto invece, per le primarie, l’affermazione della scuola di Verzegnis (La rapa gigante), davanti a Campagna (Pradis, racconto di un territorio) e Ovaro (Le fornaci di Cella e la lavorazione delle tegole piane). Per le secondarie i premi sono andati, nell’ordine, a Moggio (Mueç: Expo a km 0), a Tolmezzo (I luoghi dell’incontro: osterie, fontane e lavatoi) e all’istituto “Don Bosco”, sempre di Tolmezzo (Sospesi tra le nuvole).

CORTOMETRAGGI

Per i cortometraggi sono stati premiati Matteo Pietripaoli e Enrico Volpi (Rise 7000) e Livio Sadoch (Resady), nella categoria “Alpinismo”. Poi Ivo Pecile (Ancient Eyes) per la sezione “Natura”, Alessandro Plazzogna (La corsa dei Blumari) per quella antropologica, Bruno Pisani (Tarvisiano, little paradise) per gli “under 18”.

 

Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,