MENU

21 aprile 2009

Ambiente · Avventura · Bambini · Mountain Partner · Val di Fiemme · Ambiente e Territorio · Family & Kids

Messaggio sponsorizzato IN VAL DI FIEMME Panorama 360° Gratis!

top.bmp

In Val di Fiemme, si risale la montagna e davanti all’immenso, si spalanca l’anima.

Raggiungere panorami sconfinati, luoghi incontaminati, lontani dal traffico è sicuramente il modo migliore di conoscere le meraviglie della Val di Fiemme. Grazie a semplici ma entusiasmanti percorsi – adatti a grandi e piccoli – in quota si possono vivere intense emozioni ed allo stesso tempo, godere del relax offerto dalle terrazze assolate dei rifugi e dalle gustose pietanze della cucina tipica alto-atesina.

La Val di Fiemme da Predazzo, nel Gruppo del Latemar, così come nelle Alpe di Pampeago, di Cermis,  ecc. fa toccare con mano le meraviglie della montagna che, con le sue verticalità, indiscussa sovrana, regala panorami e scenari di incomparabile qualità.

A piedi o, grazie agli impianti, dalla città di Predazzo si raggiunge facilmente il rifugio Gardoné dalla cui terrazza si ammira un mare di montagne: la Catena del Lagorai. Accanto al rifugio, tra i diversi tragitti percorribili, i  più giocherelloni  trovano l’Alpine Coaster Gardoné: una slittovia che passa attraverso il bosco proponendo salti, curve e paraboliche fra gli abeti.

Altro panorama privilegiato è dato dal Rifugio Passo Feudo (quota 2.175) che si affaccia su l’arco alpino che comprende image_mini.jpgla Marmolada, il Civetta, il Pelmo, le Pale di San Martino, la Catena del Lagorai, l’Adamello, il Brenta e le Alpi austriache. In prossimità del rifugio si dirama un intreccio di itinerari, fra cui il Sentiero Geologico delle Dolomiti che ripercorre le tracce lasciate da mare, e quello che conduce alla Torre di Pisa, una scultura di roccia fra le più misteriose delle Dolomiti (ricordiamo che, sul Latemar le guide alpine accompagnano gratuitamente nei più suggestivi itinerari il lunedì e il giovedì).

Da Pampeago la seggiovia Latemar conduce invece al Rifugio Zischgalm. Dopo aver gustato le specialità gastronomiche trentine e altoatesine, arriva il momento di scegliere l’escursione alla quale partecipare. Da qui partono infatti itinerari diretti verso Obereggen, il Passo Feudo, la parete Sud della Marmolada, la Cima Uomo e le Creste di Costabella, l’Antelao, il Pelmo, il Civetta, le Pale di San Martino, la Catena del Lagorai, il Brenta e l’Ortles. Spettacolare il Giro della Pala Santa che raggiunge il Passo Pampeago e il Passo Lavazé davanti al Latemar.

Per ammirare un altro panorama affacciato sulla Val di Fiemme bisogna raggiungere la croce del Cornon, passando per il Monte Agnello. Il mugo strisciante invade l’alto Cornon, raggiungibile dall’Alpe di Pampeago lungo una strada bianca; si sale fino alla Porta per poi proseguire sul crinale e camminare in quota immersi in un ambiente alpestre di suggestiva solitudine e non di rado sfiorato dal volo dell’aquila. Con una successione di saliscendi si raggiungono il Dos dai Branchi o ‘Baranci’ e quindi i Cornacci che sovrastano l’abitato di Tesero e consentono una vista completa sulla media e bassa Val di Fiemme e sulla Catena del Lagorai. Dalla sella precedente i Cornacci, la discesa punta rapidamente su Stava, lungo la Val del Slavin, tra antichi spiazzi erbosi ricchi di mirtilli e conifere miste in cui il gallo forcello fa sentire forti i suoi canti amorosi.

Molti altri gli itinerari visitabili a cominciare da Alpe Cermis e Bellamonte-Alpe Lusia. La Val di Fiemme è infatti ricchissima di sentieri da percorrere, scenari da ammirare e perché no, cucine e tradizioni da assaporare! Inoltre, i panorami verticali della Valle offrono anche ai bambini numerose occasioni per imparare a conoscere la natura e i suoi tesori. Numerosi infatti sono i luoghi di divertimento ed i parchi dove, con un po’ di fortuna, si possono incontrare scoiattoli, cervi e caprioli.

vert_panorama360.jpgVieni a scoprire la proposta “Panorama 360° Gratis” valida dal 28 giugno al 2 agosto 2009.
Gli hotel della Val di Fiemme che aderiscono al progetto “Panorama 360° gratis”.
Val di Fiemme ricettività: rifugi

< -->