MENU

23 settembre 2020

Alpinismo e Spedizioni · Altri · Bike · Corsa in Montagna · Running · Vertical · Alpi Occidentali · Appennini · Aree Montane · Isole

“From 0 to 0”: il progetto di solidarietà di Andrea Lanfri al via il 26 settembre

Andrea Lanfri durante la presentazione del progetto “From 0 to 0”. ©Ilaria Cariello

La nuova sfida dell’atleta paralimpico, per un futuro inclusivo, sostenibile e resiliente

L’atleta paralimpico Andrea Lanfri, dopo aver vinto la sua battaglia contro la meningite, intende dimostrare quanto sia importante sviluppare fiducia nelle proprie capacità e nel proprio potenziale, superando i limiti imposti dalla vita e lo fa con un progetto ambizioso: “From 0 to 0”.

Si tratta di un’iniziativa di solidarietà  finalizzata alla raccolta fondi a sostegno di “Pink is good” di Fondazione Umberto Veronesi, nata per finanziare la ricerca scientifica contro i tumori femminili.

Il progetto si sviluppa in tre tappe ed è un evento unico, mai affrontato prima da un atleta paralimpico: partenza dal livello del mare in bicicletta, cambio di assetto e scalata fino alla vetta nel minor tempo possibile, ritorno a quota zero…di corsa. Lungo il percorso, Andrea dovrà cambiare tre tipologie di protesi, tutte molto diverse fra loro.

Alpi Apuane, Monte Etna e Monte Rosa

Andrea Lanfri. Foto: Ilaria Cariello

Andrea Lanfri partirà il 26 settembre da Lerici, in provincia della Spezia, percorrerà 60 km in bicicletta fino alla base del monte Pisanino (1946 metri) per poi iniziare la scalata dalla cresta della Bagola Bianca verso la vetta del Re delle Alpi Apuane. L’atleta scenderà dalla via normale, tornando a Lerici di corsa. Il tutto in chiave NO STOP, stabilendo così un record di salita con il maggior dislivello nel minor tempo possibile.

La seconda tappa di “From 0 to 0” vedrà il campione paralimpico impegnato, a fine ottobre, in un’impresa sul Monte Etna, e nella terza sul Monte Rosa.

Tutti possono contribuire al progetto

“Il “From 0 to 0” è nato per caso”, ha dichiarato Lanfri. “Mi sto allenando moltissimo per il progetto Everest, che spero possa realizzarsi nel 2021 e, unendo bici, corsa e montagna, ho deciso di provare l’impresa no-stop. Per me è un’altra occasione in cui mettermi alla prova e superare i miei limiti, ma questa volta voglio fare di più e “sfruttare” le fatiche di questa impresa per una buona causa.”

Tutti possono contribuire al progetto di Andrea Lanfri a sostegno della ricerca scientifica contro i tumori femminili di Fondazione Umberto Veronesi, effettuando  una donazione sulla piattaforma di personal fundraising insieme.fondazioneveronesi.it

 

 

  • Che grinta!

    • Staff

      Approvo

      Inviato da iPhone