MENU

7 gennaio 2020

Climbing · Vertical · Europa

Laura Rogora risolve a vista “L-mens” (8b+) e “La Bongada” (9a)

Laura Rogora su “La Bongada” 9a. Foto: Sara Grippo. Fonte: L. Rogora/facebook

La giovane climber italiana aggiunge un nuovo nono grado alla sua collezione  e realizza una delle ripetizioni femminili a vista più dure nella storia di Montsant. Rogora sale anche “Pal Norte” 8c+/9a a Margalef

L’anno 2020 non poteva iniziare meglio per Laura Rogora che sabato 4 gennaio, dalla Spagna, ha annunciato: Oggi primo 8b+ a vista! “L-mens” a Montsant e chiuso la giornata nel migliore dei modi salendo”Devoramingas”,  8a a vista ”.

L’italiana, dopo Natale, ha trascorso alcuni giorni in Catalogna (Spagna), e li ha sfruttati al massimo, aggiornando il suo taccuino con diverse ripetizioni di alto livello.

Il 30 dicembre, nel suo secondo giorno di arrampicata, ha approfittato per salire “Pal Norte 8c+/9a a Margalef. “Il secondo giorno di arrampicata e il primo progetto sono già stati sconfitti”, scrisse sui suoi canali social.

Ma l’italiana, già qualificata per le Olimpiadi di Tokyo 2020, non era soddisfatta… Il giorno successivo, prima di celebrare la fine dell’anno, è tornata sulla roccia per completare “L’Espiadimonis” (8c).

L’8b+ a vista

Si tratta della ripetizione a vista più dura per la climber italiana, oltre ad una delle più impegnative nella storia dell’arrampicata femminile. In effetti, non c’è nessun 8c pieno confermato a vista: Charlotte Durif salì “Le Roi du Petrole” a Pic Saint Loup (Francia) nel 2010, ma in seguito la via fu ridimensionata a 8b+; anche Kasja Rosén lo fece con “T1-Full” attrezzata ad Oliana nel 2016, ma molti stanno ancora discutendo se la via sia  8c o se il grado 8b+ sia più appropriato.

Il primo 8b+ a vista è arrivato nel 2006, firmato da Josune Bereziartu, che ha risolto “Hydrophobia” a Montsant, in questo stile. Quattro anni dopo, nella primavera del 2010, Maja Vidmar creò una catena che risuonava già come la prima femmina 8c, anche se fu lei stessa a negarlo. Da allora, diverse climber hanno firmato vie 8b+ a vista, tra cui Sasha DiGiulian, Evgeniya Malamid, Jenny Lavarda o Anak Verhoeven.

Tuttavia, il momento clou del  viaggio di Rogora, doveva  ancora arrivare. Mercoledì 5 gennaio, Laura  ha annunciato nei suoi canali social di aver salito anche “La Bongada” (9a) a Margalef. Si tratta della prima salita femminile di questa via nel settore Cingle de les Solanes, attualmente con poche ripetizioni.

La prima salita fu compiuta da Ramon Julián che, alla fine del 2012, la propose come 8c. All’inizio del 2014, Alex Megos realizzò la prima ripetizione della via  che non esitò a classificare di nono grado. Le altre due ripetizioni sono arrivate nel 2016, da parte di Dani Fuertes e Dani Andrada.

Laura Rogora compie così la sua quinta salita 9a. La prima è stata  “Joe Cita” ad Oliana nel 2017, dopo  “Grandi Gesti” a Sperlonga (2016). Nel 2019 sono arrivate anche “Esclatamàsters” a Perles e “Réveille-Toi” a Collepardo.

Fonte