MENU

31 ottobre 2017

Ambiente e Territorio · Alpi Orientali · Aree Montane · Italia · Trentino Alto Adige

Trentino: aiuti per chi smantella gli impianti

Passo Rolle. Fonte: Corriere del Trentino

Una norma in Finanziaria a sostegno dei territori che dismettono le infrastrutture per lo sci. Possibili applicazioni su Passo Rolle, Panarotta, Polsa e Lavarone

Una norma in Finanziaria per sostenere i territori che decidono di dismettere gli impianti a fune. E’ questa la novità emersa nell’incontro di maggioranza di ieri mattina in cui Ugo Rossi, governatore del Trentino, ha illlustrato ai consiglieri la manova 2018.

La nuova iniziativa nasce dall’acceso confronto avuto tra Pd e Upt, da una parte, e Patt dall’altra, sul futuro di Passo Rolle dopo la rinuncia di Lorenzo Delladio, presidente de La Sportiva e promotore di un progetto di riqualificazione della zona, incentrato sulla dismissione di una parte dell’infrastruttura funiviaria.

La norma verrà inserita in Finanziaria e permetterà a Trentino Sviluppo di finanziare piani di sviluppo turistico che prevedano lo smantellamento degli impianti sciistici. Un modo per superare la divisione tra i sostenitori dello sci come unica attrattiva turistica del Trentino e i detrattori convinti che gli impianti di risalita rappresentino una ferita alla montagna.

Le aree su cui si pensa possa essere applicata sono, oltre a Passo Rolle, la Panarotta, la Polsa o Lavarone.

Fonte: Corriere del Trentino (inserto del Corriere della Sera), 31 ottobre 2017