MENU

20 febbraio 2012

Vino · Alto Adige · ananas · Appiano · Blanc · Bolzano · burro · cipolla · fico · focaccia · mandorla · Mendola · ortica · pepe verde · pesca bianca · ribes nero · Sanct Valentin · Sauvignon · St.Michael-Eppan

Sanct Valentin Sauvignon 2006 St. Michael-Eppan

-Hey, sono qui, sotto casa tua…
com’è che sul campanello non c’è il tuo nome?-

Cara la mia amica, fatti qualche domanda.
E magari datti anche qualche risposta.
Forse perché non mi va di ricevere visite indesiderate?
Forse perché volevo bivaccare sul divano oziando fino a sera?
Forse perché…?

Comunque, in un attimo, mi scrollo di dosso lo stato comatoso che mi accompagna,
mi do una sistematina veloce ai capelli e vado ad aprire la porta con il miglior sorriso che mi riesce.
E penso che si, meno male che ho fatto le striscette sbiancanti per i denti.
Che così almeno il sorriso sembra ancora più aperto.
Ma poi mi basta venire avvolta dal suo abbraccio per capire che lei, per me, è davvero speciale.
E che la porta di casa mia, per lei, sarà sempre aperta.
Ma niente nome sul campanello…
Su quello non si discute.

Ed ecco che piano piano mi riattivo.
La guardo bene. E vedo che i suoi occhi sono tristi.
Mi chiedo perché.
Ma niente domande. Se vuole me ne parla lei.
Però uso un po’ d’astuzia.
Se è vero che in vino veritas
allora magari aprendo una bottiglia…
si apre pure lei.
Ma non deve essere una bottiglia qualsiasi.
Deve essere LA bottiglia.

Così penso.
Vino, vino, vino…
Francese nell’origine.
Raffinato al gusto.
Forte impronta varietale.
Elegante aromaticità.
Importante personalità.
Lunga acidità.
Sauvage?
Oh yes!
Sauvignon.

Però dire Sauvignon è tutto.
E niente.
E mi ritrovo nell’abisso.
Blanc? Gris? Rosé? Jaune? Noir? Violet? Vert?
Blanc!
Well, good, but… from where?
Piemonte? Lombardia? Trentino? Alto Adige? Veneto? Friuli? Toscana? Emilia Romagna? Marche? Umbria? Lazio? Abruzzo? Molise? Puglia? Sicilia? Sardegna?
O ancora Francia? Australia? Nuova Zelanda? Cile? California? Sud Africa? Sud America?
La scelta è ampia.
Ma facile.
Solo un piccolo dubbio.
Friuli o Alto Adige?
Alto Adige.
Perchè secondo me qui, questo vitigno, da grandi risultati.
E grandi soddisfazioni.
Ora devo solo decidere l’azienda.
E l’annata.
Mi serve determinazione. E fortuna.
La fortuna di avere in cantina quello che voglio.
Chi cerca trova.
Io cerco. E trovo.
Anzi, lo trovo.

Sanct Valentin Sauvignon 2006 St. Michael-Eppan.

Vino prodotto ad Appiano, nella zona classica del vino bianco.
A pochi chilometri a Sud di Bolzano.
Tra i 300 e 500 metri sul livello del mare.
Con viti esposte verso sud/est.
Su terreni di ghiaia argillosa.
Con un microclima caldo, rinfrescato da venti freschi che arrivano dal massiccio della Mendola.

Sauvignon in purezza.
Alla vista limpido, giallo paglierino, abbastanza consistente.
Al naso intenso, complesso, fine.
Fruttato, vegetale, speziato.
In bocca è un’esplosione di pesca bianca, di succo di ananas sciroppata, di fichi.
E poi arriva la nota vegetale percepita al naso.
Ortica. E ribes nero.
Piacevolissima la chiusura delicatamente speziata.
Pepe verde su tutto.
Ma questo vino non finisce qui.
Si fa scoprire piano piano.
Ed ora arriva la mandorla. Ed il burro.
Che spettacolo.
Secco, caldo, morbido.
E poi fresco.
Equilibratissimo. Intenso. Persistente.
Fine.

Ora penso che la mia amica è come questo vino.
Si apre delicatamente.
E delicatamente inizia a parlare.
E mentre lo fa io preparo una focaccia.
Con l’unico ingrediente che popola il mio frigo.
La cipolla.
Sono un po’ dubbiosa sull’abbinamento.
Ma il profumo che riempie la stanza mi toglie ogni dubbio.
Si preannuncia un abbinamento perfetto.
E lo è.
Cibo e vino si valorizzano a vicenda.
E allora mi esce un mezzo sorriso.
E penso che questo abbinamento è come il rapporto tra me e la mia amica.
Così diverse.  Ma così uguali.
E manco a farlo apposta come sottofondo c’è Tiziano che canta
La differenza tra me e te
Non l’ho capita fino in fondo veramente bene… me e te
Uno dei due sa farsi male l’altro meno
però me e te
E’ quasi una negazione
Io mi perdo nei dettagli e nei disordini,
tu no
E temo il tuo passato e il mio passato
ma tu no
Me e te… è così chiaro
Che sembra difficile
La mia vita
mi fa perdere il sonno sempre
mi fa capire che è evidente
la differenza tra me e te
poi mi chiedo come sto
e il tuo sorriso spegne i tormenti
e le domande a stare bene, a stare male, a torturarmi
a chiedermi perchè…
La differenza tra me e te
Tu “come stai? Bene!”, io “Come sto? Bho”… me e te
Uno sorride di com’è, l’altro piange
cosa non è…

Lui canta.
E noi brindiamo.
A noi.
E alla vita.

Vino spettacolo. Anche nel prezzo. Poco più di 20 euro.

Il consiglio:
contattare la Strada del Vino dell’Alto Adige per avere maggiori informazioni su questo territorio fantastico.
Strada del Vino dell’Alto Adige
Via Pillhof 1
Appiano BZ
Tel. 0471 860 659
www.suedtiroler-weinstrasse.it
info@stradadelvino-altoadige.it

St. Michael-Eppan
Umfahrungsstrasse 17
Appiano BZ
Tel. 0471 664466
enoteca@stmichael.it
www.stmichael.it

Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , ,

  • Luca Riccardo Gabriele

    Territorio stupendo, da scoprire tutto l’anno.

    Cantine e vini eccellenti (a dir degli intenditori), ristoranti non da meno.

    Assolutamente da non perdere il “Zur Rose” di Appiano (link: http://www.zur-rose.com/it/index.php), con proposte culinarie stagionali dello chef Herbert Hintner, molto apprezzato anche all’estero. Ecco cosa dicono di lui: “Herbert Hintner è forse l’esponente più importante di una meravigliosa cucina contemporanea in cui regionalità e moderna struttura gastronomica s’incontrano nel modo più valido.“ (Jürgen Dollase nella „Frankfurter Allgemeine Zeitung“).

    Menu primavera (meglio portarsi avanti, l’inverno ormai è andato!)

    – Asparagi verdi marinati con salmerino e sorbetto di basilico
    – Merluzzo tiepido in insalata con patate alle olive e vinaigrette di capperi e cipolle
    – Spiedini di lucioperca al rosmarino su bouquet di insalate
    – Risotto alla menta con luccioperca
    – Canederli di ricotta con salsa all’aglio orsino
    – Soufflé di canederli di formaggio su crema di spinaci
    – Coniglio ripieno ai carciofi con patate arrostite e porro
    – Schmarren soffice al rabarbaro
    – Mousse di ricotta con salsa di ciliegie

    Buon appetito!

    • Francesca

      Ciao Luca,
      hai proprio ragione tu!
      Oltre al territorio stupendo e agli ottimi vini ci sono anche dei ristoranti incredibili in quest’area.
      Zur Rose di Appiano lo voglio proprio provare.
      Il prima possibile.
      Me ne hanno parlato in molti…