MENU

5 ottobre 2015

Ambiente e Territorio · in evidenza · Insight · experience · Fabio Palma · nuove tecnologie · Video · Yuri Palma · Ambiente e Territorio · Insight

YURI PALMA: TECNICA E PASSIONE Intervista e video

Intervista a Yuri Palma: quando tecnica e passione si incontrano.
di Andrea Bianchi

Quando la capacità di padroneggiare le più avanzate tecnologie di ripresa si combina con il talento e la passione è facile aspettarsi qualcosa di notevole, ma se a questo si aggiunge che a combinare tali caratteristiche è l’energia di un ragazzo che ha appena compiuto 16 anni, beh allora aspettiamoci grandi risultati!

Quello appena descritto è il caso di Yuri Palma: quando Fabio – sì, quello che conosciamo tutti noi appassionati di verticale! – mi ha segnalato alcuni video del figlio e gli ho chiesto maggiori informazioni, mi sono reso conto di essere di fronte a qualcosa di notevole da raccontare, da cui l’idea di questa intervista e qualche… video assaggio (godetevi Clouds, ad esempio, che al’ di là dell”improponibile” – per nostri dispositivi – definizione 8K è poesia dell’immagine!).

Ciao Yuri, non hai ancora 17 anni ma mostri già di avere le idee molto chiare: da dove ti viene questa precoce determinazione?

A mio parere l’età non è un fattore determinante, quando si hanno dei sogni e la voglia di realizzarli. Amare ciò che si fa porta automaticamente determinazione per realizzarlo, qualunque sia il campo in cui si lavora. Nel mio caso, quello che faccio offre infinite possibilità e totale sfogo della fantasia, e l’assenza della monotonia aiuta a far crescere l’interesse e quindi non perdere di vista la realizzazione del progetto stesso.

Sei autore del primo video italiano in 8k italiano, e le tue competenze sono molto avanzate e comprendono tutte le recentissime tecniche di ripresa e montaggio video, come Hypelapse e Layerlapse: si tratta di tecniche di ripresa e montaggio per le quali molto spesso non sono nemmeno ancora disponibili corsi; quali sono dunque le tue fonti per la formazione in questo ambito?

Le mie conoscenze derivano interamente da internet, la maggior parte da YouTube stesso. L’innovazione è la chiave per il successo online, e questo vale anche per YouTube, e la maggior parte delle persone ormai l’hanno capito. Queste tecniche derivano dalla necessità di intrattenere un pubblico che, contrariamente a quello televisivo o cinematografico, ha pieno controllo del contenuto. A differenza di un’emittente televisiva, infatti, online lo spettatore decide in totale libertà ciò che vuole (o non vuole) vedere. Questo fa sì che i contenuti che sono proposti debbano attirare, essere dinamici ed innovativi, invogliare lo spettatore a guardarli, e ovviamente questo porta ad un progresso nelle tecniche utilizzate. La maggior parte di queste innovazioni vengono poi appunto condivise, e rese disponibili a tutti grazie a internet, ed è così che io stesso ho imparato e mi sono creato la base tecnica che ho adesso.

Fare video però non è solo questione di tecnica: hai dei riferimenti dal punto di vista artistico? a quali principi estetici e narrativi ti ispiri?

Fare video certamente comprende un fattore artistico importante quanto quello tecnico, se non di più. Le idee sono tutto, e così la bellezza del video o la narrazione. Come tutti sanno, la bellezza è soggettiva, e non ho la pretesa di trovare un ideale classico di perfezione nei miei video, ma ciò che amo fare è mostrare la bellezza della natura in tutte le sue forme, dalla più ordinaria alla meno comune. Cerco, per quello che mi è possibile, di prendere il meglio da ciò che mi piace, e di non fondarmi su un solo tipo di video. Ovviamente alcune persone, principalmente su Youtube, mi hanno particolarmente colpito, come ad esempio Dustin Farrel, Luke Neumann (Neumannfilms), o Devin Graham (Devinsupertramp).

Tuo padre Fabio Palma è un nome molto noto nel mondo alpinistico ed è parte molto attiva nella tua attività: quanto è facile o difficile il rapporto tra padre e figlio quando passione e lavoro si incontrano?

Il rapporto con mio padre in realtà aiuta la mia passione, così anche quello con tutti i miei familiari, che hanno sempre supportato i miei impegni. In particolare, per me è un privilegio trasformare la mia passione per i video in un lavoro, e ovviamente mio padre mi ha aiutato in questo.

Quali sono i lavori che finora ti hanno dato più soddisfazione e perché?

I lavori che finora mi hanno dato più soddisfazione sono stati la realizzazione del film dell’Uli Biaho e Clouds. Il primo è stato sicuramente il lavoro più lungo, stressante, impegnativo e difficile che abbia mai fatto. Ma proprio per questo, per me è stato fondamentale e la sua realizzazione mi ha migliorato moltissimo. Nel caso di Clouds, invece, la soddisfazione è stata data dal fatto che l’8k è stato per me un ostacolo molto difficile da superare, e nonostante ciò il risultato è stato un successo personale.

Domanda finale non scontata vista la tua giovane età: “da grande” cosa vuoi fare?

Difficile dirlo ora, ma sicuramente mi piacerebbe continuare gli studi in ambito cinematografico, e ad esempio lavorare in posizione di regista (cosa che non ho mai avuto pienamente la possibilità di provare) senza abbandonare però YouTube.

Yuri Palma

Testo e intervista di Andrea Bianchi – MountainBlog.it

Tags: , , , ,