MENU

30 aprile 2009

Alpinismo e Spedizioni · Ambiente · Avventura · Cinema · Cult · Eventi · in evidenza · Interviste · interviste [home] · TrentoFestival · Alpinismo e Spedizioni · Vertical · Ambiente e Territorio · Cultura · Festival ed Eventi Cinematografici · Film

ALLA RICERCA DI UN FESTIVAL UN PO’ PIU’ “SLOW” Audiointervista al neopresidente Egidio Bonapace

Egidio Bonapace durante la conferenza - Copyright Francesca Gregori, tutti i diritti riservatiNel pieno dello svolgimento della 57^ edizione del TrentoFilmfestival, Mountain Blog ha incontrato il presidente della manifestazione Egidio Bonapace, di fresca nomina alla guida di questo storico appuntamento per il cinema e la cultura di montagna.

E’ stata l’occasione per raccogliere le sue prime impressioni, ed anche per accennare alle sue idee per il futuro di un festival che Bonapace – da “uomo di montagna” con esperienze di guida alpina, maestro di sci, gestore di rifugio – desidererebbe un po’ più “slow”, un po’ più essenziale nel senso dello spirito di semplicità che anima le cose di montagna.

Proprio la sua esperienza di gestore del rifugio Graffer sulle Dolomiti di Brenta – attività lasciata da poco – è stata inoltre lo spunto per parlare del ruolo del rifugio nella trasmissione della cultura di montagna, argomento che ha visto lo stesso Bonapace protagonista come relatore insieme ad altri gestori ad una delle conferenze in programma al Festival, dal titolo “Rifugio al plurale. Dalle Alpi agli Appennini: esperienze a confronto“.

Intervista ad Egidio Bonapace:

1^ parte: prime impressioni sul TrentoFilmfestival  (2.6Mb, 5’22”) >   [audio:http://www.mountainblog.it/audio/EBonapace290409-1.mp3]

2^ parte: il ruolo del rifugio  (1.5Mb, 3’14”) >   [audio:http://www.mountainblog.it/audio/EBonapace290409-2.mp3]

Testo e intervista di Andrea Bianchi – © Etymo srl