MENU

7 gennaio 2015

Alpinismo e Spedizioni · in evidenza · action · Alpinismo e Spedizioni · Campo de Hielo Sur · Cerro Torre · Francesco Salvaterra · Marcello Cominetti · Massimo Lucco · Patagonia · Alpinismo e Spedizioni · Vertical

CERRO TORRE. Marcello Cominetti, Massimo Lucco e Francesco Salvaterra in vetta!

i tre alpinisti

i tre alpinisti

CERRO TORRE: MARCELLO COMINETTI E COMPAGNI IL 14 DICEMBRE HANNO CONQUISTATO LA CIMA DEL TORRE

Domenica 14 dicembre Marcello Cominetti, Massimo Lucco e Francesco Salvaterra hanno raggiunto la vetta di una delle montagne più maestose del Campo de Hielo Sur, in Patagonia: il Cerro Torre.

Gli oltre 900 metri di granito da sempre affascinano un gran numero di alpinisti: già nel 1958 il Cerro Torre occupava le prime pagine dei più diffusi quotidiani italiani raccontando la spedizione di Cesare Maestri che, ancora oggi, suscita numerose polemiche. Il 1974 segna invece la prima ascesa indiscussa da parte dei Ragni di Lecco (Daniele Chiappa, Mario Conti, Casimiro Ferrari e Pino Negri) saliti dalla parete ovest.

È stata proprio quella dei Ragni la via scelta da Marcello Cominetti e dai suoi compagni che in due giorni di effettiva scalata hanno conquistato la cima del Torre. Il viaggio è cominciato dal pittoresco paesino di El Chaltén, un villaggio montano alla base del Fitz Roy e del Torre. Dopo un avvicinamento durato oltre sei ore e un’ascensione del Colle Standhardt, il team ha finalmente raggiunto la parete. Il terzo giorno ha segnato l’inizio della vera avventura: dopo aver guadagnato quota conquistando l’Elmo, uno spallone a metà via, hanno campeggiato in un tunnel scavato nei tipici funghi di neve che caratterizzano il Torre. Il risveglio di domenica mattina ha svelato un paesaggio unico e surreale che per un istante ha cancellato fame e fatica dai volti dei tre alpinisti. Oltrepassata la parte di misto che li separava dalla cima, hanno affrontano la prova finale: un fungo di ghiaccio alto come un palazzo, segno distintivo della vetta del Torre. Si tratta di una sfida fisica e psicologica: un accumulo di neve risultato delle tempeste provenienti dal Pacifico che mette alla prova anche i più esperti professionisti. Alle 14 circa la conquista della vetta e, successivamente, il rientro alla civiltà dopo undici ore e venticinque chilometri di cammino fino al rifugio del Fraile, nella valle del Rio Electrico.

Un viaggio ai confini del Mondo che ha visto protagonisti tre amanti della montagna.

Marcello è una delle Guide Alpine più preparate sulla Patagonia, è la prima Guida Alpina Italiana e la terza al mondo a scalare questa iconica montagna insieme a un cliente, Massimo. Quest’ultimo vanta una lista di ascese senza dubbio invidiabile. Infine Francesco, aspirante Guida Alpina, ha conquistato la vetta dopo un passato tentativo fallito a trenta metri dalla vetta.

Tags: , , , , , , ,