MENU

1 febbraio 2016

in evidenza · Skitouring & Ski Alp · action · Coppa del Mondo di scialpinismo · Davide Magnini · Giulia Compagnoni · Individual Race · Kilian Jornet Burgada · Laetitia Roux · scialpinismo · Valtellina Orobie

COPPA DEL MONDO DI SCIALPINISMO. Valtellina Orobie: Individual Race a Burgada e Roux

Michele Boscacci, Kilian Jornet Burgada, Valtellina Orobie 2016, Coppa del Mondo di Scialpinismo. Fonte: ISMF

Michele Boscacci, Kilian Jornet Burgada, Valtellina Orobie 2016, Coppa del Mondo di Scialpinismo. Fonte: ISMF

ISMF WORLD CUP SKI MOUNTAINEERING: ALLA 30^ VALTELLINA OROBIE, MICHELE BOSCACCI SUPERATO “INVOLONTARIAMENTE” AL FOTOFINISH DA KILIAN JORNET. LAETITIA ROUX RIMONTA SU JENNIFER FIECHTER

Dopo varie stagioni,  la Valtellina Orobie torna tra i grandi eventi di sci alpinismo internazionali quale  secondo appuntamento di Coppa del Mondo di Scialpinismo ISMF 2016.

La 30^ edizione ha caratterizzato un inizio insolito e finire per essere attraversato a piedi. Gli atleti dell’Individual Race hanno dovuto dimostrare il loro valore su una pista con 1.750 metri di dislivello positivo, 5 salite, 5 piste, 11 cambiamenti di set-up, creste aperte e spettacolari inseguimenti in discesa.  La poca neve caduta quest’inverno ha reso la sfida ancora più atletica.

SENIOR

Sulle montagne di casa, Michele Boscacci  fin dall’inizio ha tentato di vincere la gara dando speranza ai suo fan per oltre tre quarti d’ora, prima di essere raggiunto da Kilian Jornet, che ha avuto la meglio su di lui in una situazione controversa. Dopo un testa a testa-spettacolare, i due hanno tagliato insieme il traguardo a Campel, a pochi chilometri da Albosaggia. Il vincitore è stato dichiarato dal fotofinish; decisione, questa, criticata dallo stesso Jornet attraverso un post su Facebook (qui il link) nel quale sostiene che la scelta di tagliare il traguardo assieme è stata presa da entrambi gli atleti e avrebbe dovuto portare ad una vittoria ex aequo. Jornet ha concluso la gara in 1h, 35’28″609,  Boscacci in 1h 35’28″690. Anton Palzer, il primo tra gli Espoir, è arrivato terzo in 1h 35’56 “, seguito da Robert Antonioli. Nella top ten anche Xavier Gachet (FRA), Valentin Favre (FRA), Mathéo Jacquemoud (FRA), Martin Anthamatten (SUI), Matteo Eydallin e Alexis Sevennec (FRA).

In ambito femminile, la francese Laetitia Roux ha ottenuto il suo primo successo. La regina dello sci alpinismo ha concluso la gara in 1h 42’30” davanti alla  sua rivale, la svizzera Jennifer Fiechter  (1h 44’59”),  e alla svedese Emelie Forsberg (1h 46’51”). La Forsberg ha perso il secondo posto dopo una penalità sul tempo per la posizione non corretta dei suoi sci nella borsa. La spagnola Claudia Galizia è giunta quarto davanti all’ azzurra Katia Tomatis; a seguire: Valentine (Francia), Martina Valmassoi (Italia), Mireia Mirò e Marta Garcia (Spagna) e la giovane – e prima fra le Espoir – Alba De Silvestro (Italia).

CATEGORIA JUNIOR

Nella categoria Junior l’Italia ha conquistato i primi due posti con Davide Magnini e Giulia Compagnoni; dopo 3 salite e 3 discese (990 D + 990 D-), il podio è stato completato da Lena Bonnel (Francia) e dalla locale Giulia Murada. Sul podio maschile anche, il francese Samuel Equy, giunto secondo, e Nicolò Canclini che ha vinto la medaglia di bronzo.

Classifiche

 

Tags: , , , , , , , ,