MENU

7 giugno 2019

Cultura · Family & Kids · Europa · Italia · Trentino Alto Adige · Val Gardena

Hommage to the Sassolungo ‘Sasmujel’
Val Gardena, il 27 luglio 2019

 Sassolungo “Sasmujel“

 

Transart, il festival di cultura contemporanea, celebra il 150° anniversario della prima scalata del Sassolungo con un progetto artistico interdisciplinare dell’artista Hubert Kostner in collaborazione col compositore Eduard Demetz e la danzatrice e coreografa Anastasia Kostner.  

La prima conquista del Sassolungo, il 13 agosto 1869, fu un evento assolutamente sensazionale. L’alpinista austriaco Paul Grohmann accompagnato da due guide gardenesi riuscì a conquistare la vetta del picco considerato fino a quel momento inespugnabile per la lunghezza della salita ed il pericolo di cadute di massi. Il 150° anniversario di questa pietra miliare dell’alpinismo verrà celebrato a fine luglio con una performance che mescola arte, musica e danza contemporanee, un evento organizzato da Transart, il festival che a settembre accenderà i riflettori sulla contemporaneità.

Un sasso di modeste proporzioni che si erge solitario sopra il sentiero escursionistico si trasforma per opera dell’artista Hubert Kostner, che lo avvolge interamente con quasi 8000 metri di corda da arrampicata, rivestendo la superficie nuda e dura di una seconda pelle più morbida, da cui il nome: Sasmujel. Così questo solitario sperone roccioso si trasformerà in un’opera d’arte, un punto di colore visibile nel circo glaciale del Sassolungo per tutto l’inverno, per poi tornare all’aspetto originario.

Ai piedi di questa particolare istallazione il 27 luglio alle ore 13.00 il compositore Eduard Demetz disporrà venti strumentisti a fiato esplorando acusticamente l’ampiezza insondabile del paesaggio alpino, mentre la coreografa Anastasia Kostner inserirà in questa cornice plastico-acustica l’energia del movimento con l’aiuto di scalatori e performer locali.

Le trasformazioni ed i ribaltamenti del significato tradizionale di materiali e oggetti giocano un ruolo fondamentale nei processi creativi dell’artista gardenese Hubert Kostner, diplomatosi all’Accademia di Belle Arti di Monaco e residente a Castelrotto.

Anche Eduard Demetz e Anastasia Kostner sono originari della Val Gardena ma attivi internazionalmente, il primo come compositore e direttore d’orchestra e la seconda, residente ad Amsterdam, come danzatrice e performer.

Nel bel mezzo del suggestivo anfiteatro roccioso tra il Vallone ed il Rifugio Vicenza, ad un’altitudine di 2500 metri sopra il livello del mare si incontreranno dunque musicisti, alpinisti, performer e danzatori per un evento unico, orchestrato da Transart come preludio del festival. Un evento che si svolgerà nel massimo rispetto del territorio e del fragile ecosistema alpino, rinunciando a qualsiasi forma di allestimento scenico, platea di sedie, corrente o amplificazione.

 Sassolungo “Sasmujel“

SASMUJEL 150 ANNI DALLA PRIMA SCALATA DEL SASSOLUNGO
con l‘Ensemble Windkraft sotto la direzione con Kasper de Roo e scalatori dell’AVS Gardena

Eduard Demetz, SAXA AUDIUNT (Prima Esecuzione)
Hubert Kostner, artista
Anastasia Kostner, danza e coreografia

L’evento è finanziato da Val Gardena Marketing insieme al Comune di Ortisei, di S. Cristina e Selva Val Gardena.
Supportato dall’area vacanze Alpe di Siusi e Sportler.

Si consiglia di indossare abbigliamento e calzature adeguate. In caso di maltempo la manifestazione sarà spostata al 28.07 oppure al 03.08.

Per raggiungere il sito è possibile prendere la storica seggiovia dal parcheggio Passo Sella fino al Vallone del Sassolungo, dove comincia un’ascesa di circa 30-45 minuti su un sentiero di ghiaia e pietrisco. Oppure salire a piedi dal Parcheggio Sella lungo il sentiero 525 bis fino al Vallone – circa un’ora. Un’ultima possibilità è prendere il bus dall’Alpe di Siusi (stazione della cabinovia), e raggiungere Saltria dove con la Seggiovia Florian si arriva al Rifugio Williams. Da qui a piedi lungo il sentiero 527 in direzione Murmeltierhütte (Baita delle Marmotte) fino al Rifugio Vicenza, da cui si sale al Vallone con una comoda camminata di circa due ore.

INFO:

SASMUJEL

Val Gardena